martedì 20 giugno 2017

TORNEI: il Centro Medico B&B trionfa a Ortodonico

Centro Medico B&B
«Una partita molto bella, soprattutto per l’amicizia in campo. Una bellissima finale, ci siamo proprio divertiti». Se parole così vengono dalla squadra che la finale del Torneo di Ortodonico l’ha persa, si può dire che non poteva chiudersi in modo migliore l’anno calcistico del Csi di Imola.
Nel torneo che ha visto partecipare Amici di Baccio, Dino Lezioni, andreamarrazzo.com, Sasso Morelli, Pasticceria Melody, Intech Automazione Sistemi S.r.l., AVIS Cappuccini e Centro Medico B&B, alla Pasticceria Melody non è bastato il goal di Lorenzo Vicinelli contro il poker messo a segno dal Centro Medico B&B nella finale arbitrata da Pono e Nocioni.
Ma la vittoria più bella, come si dice in questi casi, forse è stata proprio quella dell’amicizia e del clima di sportività amatoriale. Una sportività che ha segnato anche il post partita: «Sicuramente senza alcune assenze “pesanti” tra le fila della Pasticceria Melody sarebbe stata una finale più tirata», non nasconde Andrea Mazzini, mister, fondatore e giocatore del Centro Medico B&B, “anima” della squadra insieme agli inseparabili Marco Pini (capitano e sponsor), Andrea Marcorello e Fabio Mantosia. E sono stati proprio Marcorello e Mantosia gli autori, insieme a Gian Carlo Palladino e all’ex-Ciemmedi Enrico Quattrosoldi, delle quattro reti che hanno assicurato al Centro Medico B&B la vittoria del 40° Torneo di Ortodonico. Da menzionare la presenza di altri due “ex” di rilievo, Riccardo Terenzi e tra i pali Marco Pastore, che insieme al capocannoniere Quattrosoldi ha avuto «un ruolo decisivo nel torneo e in finale. «Top player del Centro Medico B&B Maurizio Ricciardelli, all’esordio con questa maglia», commenta Mazzini. Un po’ dispiaciuta la Pasticceria Melody, alias la Ciemmedi reduce dalla vittoria in Coppa Csi, perché «una vittoria al Torneo di Ortodonico manca ancora, nel palmarès… Purtroppo sia qui che in campionato abbiamo accusato l’assenza di alcuni titolari ma siamo soddisfatti lo stesso, l’importante è stato proprio il divertimento che ha segnato questa esperienza. Adesso si va a festeggiare». Pausa estiva, con il calcio a 5 ci rivediamo a settembre…
Irene Dottori

Nessun commento: