mercoledì 6 gennaio 2016

SERIE C1: Imolese Calcio 1919, finale di Coppa con Ravenna

Bologna, 5 gennaio 2016 - Coppa Italia C1: ultimo atto. Saranno il Futsal Ravenna e l'Imolese i due attori della tanto attesa finale di Coppa, che assegnerà il lasciapassare per la fase nazionale. Olimpia Regium ed Aposa, battute in semifinale da uno straordinario Futsal Ravenna e dai rossoblu di Carobbi, escono dalla competizione. E' la squadra imolese la prima a conquistare il posto nella finale, pur con una prestazione nel complesso opaca. Priva di Gelimeri e Valvieri, che non potranno essere schierati nemmeno nella partita conclusiva, la rosa di Carobbi perde in fretta anche Giagnorio, uscito per infortunio. Il ritmo della prima frazione è modesto e più consono alla prima partita post pausa festività che ad una semifinale. I padroni di casa dell'Aposa, usciti rinvigoriti dal mercato invernale, mostrano chiari segni di forza in fase difensiva: schierati nella propria metà campo, vanificano i tentativi di allungo dell'Imolese nei primi dieci minuti e ostacolano le successive, più costruite, manovre. Il reparto offensivo dei bolognesi, invece, partito con slancio, si ritrae in difesa per riapparire con aggressività sul finale. Ai motori dell'Imolese servono ben dieci minuti per cominciare a scaldarsi ed è l'ingresso di Dari a dare un pizzico di vivacità ad una squadra contratta e lenta. Gli spunti offensivi di Scozzatti e Zanoni non trovano degna conclusione, palesando un'assenza di compattezza che contagia anche le retrovie. Il primo tempo, apatico, si chiude a reti inviolate. La musica cambia nella ripresa, merito della 'pausa riflessiva'. L'Imolese punta sull'attacco, abbassando la pressione e poggiando su Righini in difesa. La ricerca decisa del goal trova compimento al 6': situazione convulsa in area, Scozzatti tira, il portiere ribatte, Zanoni accorre, si sbilancia e tira; il portiere non trattiene e la palla scivola in rete. Il secondo affondo, al 16' è un capolavoro dello Juniores Paolini: da solo va in pressione nella metà campo avversaria, toglie palla, avanza, supera il difensore e con un diagonale basso infila la palla fra le gambe del portiere. Il risultato favorevole e le intermittenti incursioni in area dell'Aposa, suggeriscono a Carobbi di puntellare la difesa, permeabile, schierando Tasca. I bolognesi, al 26', tentano il recupero col portiere di movimento, riuscendo ad accorciare le distanze: al 30', mischia in area, Guio riceve palla e segna da distanza ravvicinata. I rossoblu non concedono ulteriori affondi agli avversari, proteggendo il risultato per il restante tempo di recupero. L'Aposa perde per un solo goal di scarto: battaglia da rinnovare al rientro in campionato, quando di nuovo incontrerà i romagnoli. L'Imolese tentenna, ma riesce nella storica impresa. Prossimo avversario, in finale, un inedito Futsal Ravenna.

APOSA – IMOLESE CALCIO 1919 :  1 – 2
APOSA: Cerulli, Fadiga, Cazzola, Guio, Lissandrin, Righi, Improta, Fantini, Marchi, Toschi, Marcuz, Maltinti. All. Orlando.
IMOLESE: Rensi, Tasca, Dari, Scozzatti, Giagnorio, Zanoni, Maccaferri, Righini, Malafronte, Zaniboni, Bandini, Paolini. All. Carobbi.
RETI: 6' s.t. Zanoni, 16' s.t. Paolini, 30' s.t. Guio.
AMMONITI: Cazzola, Improta, Dari.
ESPULSI: -
ARBITRI: sig.ra ZAVANELLI di Parma e sig. LEVIS di Ravenna.

Prossimo turno – COPPA ITALIA, finale (06/01 a Bologna, ore 18.00) : IMOLESE CALCIO 1919 – FUTSAL RAVENNA

Stefania Avoni
Ufficio Stampa Imolese Calcio 1919

Nessun commento: