domenica 6 dicembre 2015

SERIE A2: Ma Group, vittoria sofferta col Maran Nursia

Battaglia vera alla Cavina, la sfida tra Ma Group e Maran Nursia è uno spot per il futsal di serie A2 (6-5). Titolo d’inverno con un turno di anticipo per gli uomini di Pedrini, i tre punti di vantaggio in graduatoria sul tandem inseguitore Milano-Came Dosson valgono il simbolico scettro stagionale. Nono squillo di tromba su dieci uscite, settima affermazione consecutiva, percorso netto da cinquina tra le mura amiche, statistiche impressionanti per il gioiello del presidente Andrea Gubellini. Quintetto tradizionale d’avvio per Imola con Juninho, Vignoli, Borges, Revert Cortés, Dalle Molle. Umbri in campo con Barigelli, De Araujo, Paolucci, Ronchi, Stringari. Padroni di casa in maglia rossoblù a strisce verticali, ospiti in divisa arancione con pantaloncini blu. Partita vivace fin dalle battute iniziali, Juninho scalda le mani su tiro di Paolucci, ottimo il collega Barigelli sulla discesa di Borges e sul fendente a botta sicura di Dalle Molle. Ma Group in vantaggio al terzo minuto di gioco: Vignoli spara dalla distanza, Barigelli devia sui piedi di Dalle Molle per il facile tap-in (1-0). L’estremo difensore norcino si supera due volte sulle conclusioni di Revert Cortés prima di capitolare sull’autorete di Stringari che corregge nella propria porta il cross dalla destra di Castagna (2-0). Il Maran non ci sta, è squadra tosta, fa quadrato e riordina le idee. Maglie larghe nella retroguardia romagnola, Brugin trova il pertugio e spedisce un missile nel sette a due secondi dal dodicesimo (2-1). Nemmeno un giro di lancette per il pareggio arancione: slalom dell’incontenibile Stringari sulla corsia di destra, assist per Paolucci che tutto solo gela in spaccata la Cavina (2-2). Le emozioni del primo tempo non sono finite con due squadre che onorano gli Dei del futsal per qualità e dedizione. Al diciassettesimo Castagna scappa via sull’out di destra e serve una chicca all’amico Lopez Escobar che al volo scarica in fondo al sacco (3-2). Indice accusatorio ancora puntato sulla difesa imolese, Brugin è smarcatissimo ed impatta il parziale ad un amen dall’intervallo (3-3). Ripresa da defibrillatore. Salvataggio sulla linea e respinta di Barigelli sull’asse Revert Cortés-Vignoli, poi al terzo minuto la Furia Rossa ex Levante parte a testa bassa da sinistra, assist con il telecomando per il cecchino Castagna (4-3). Ma Group già con l’handicap dei quattro falli sul tabellone, Juninho, tra i migliori di giornata, ferma di piede la forte conclusione di De Araujo. Se “bomber” Borges non segna è comunque decisivo al sesto nel delizioso invito a nozze per Barbieri, il numero tre rossoblu è impeccabile (5-3). I romagnoli potrebbero dilagare ma Barigelli conferma le sue ottime credenziali ipnotizzando Lopez Escobar nell’uno contro uno. Il Maran Nursia cala il pressing, la calamita Borges attira Barigelli e mezza difesa ospite, Revert Cortès con un tocco morbido spedisce sotto alla traversa (6-3). Titoli di coda? Niente affatto. Portiere di movimento per gli umbri e quinto fallo di Imola a quattro e trentaquattro secondi dallo scadere, un’eternità. La diga romagnola regge, traversa di Brugin, Stringari non sbaglia il primo tiro libero ad uno e mezzo dal triplice fischio (6-4). Il match si decide al minuto numero diciannove quando Juninho indossa il mantello di Batman per deviare il tiro libero di capitan Paolucci e Stringari regala l’inutile brivido ai presenti (6-5). Applausi a scena aperta per ambo le compagini, vince la capolista ma il Maran si arrende a testa alta. Dopo il turno di sosta in concomitanza degli impegni della Nazionale, sabato 19 dicembre (ore 16) il girone d’andata si chiude al Pala Tezze contro il Real Futsal Arzignano.   

Vanni Pedrini (Allenatore Ma Group): “Conscio del valore avversario fin dalla vigilia, per nulla tranquillo nemmeno sul doppio vantaggio iniziale, il Maran Nursia è organico ben allestito ed allenato dal collega Da Silva. Due errori pagati a caro prezzo nel primo tempo, nella ripresa ho chiesto ai ragazzi uno sforzo maggiore in tema di pressing e rotazione. Finale con qualche patema di troppo, chiudiamo un 2015 da imbattuti davanti ai nostri tifosi, questo successo è tutto per il pubblico della Cavina”.

Ma Group: Carpino, Scala, Barbieri, Conti, Lopez Escobar, Venturelli, Revert Cortés, Borges, Castagna, Vignoli, Dalle Molle, Juninho. Allenatore: Pedrini
Maran Nursia C5: Barigelli, Brugin, De Araujo, Mindoli, Trapasso, Paolucci, Ronchi, Vasilache, Stringari, Proietti. Allenatore: Da Silva
Arbitri: Brasi (Seregno) – Salvatore (Gallarate)
Cronometrista: Davì (Bologna)
Marcatori: 3’26”pt Dalle Molle (Ma), 7’08”pt aut. Stringari (Ma), 11’58”pt Brugin (Nu), 12’40”pt Paolucci (Nu), 17’10”pt Lopez Escobar (Ma), 19’17”pt Brugin (Nu), fine primo tempo 3-3; 3’26”st Castagna (Ma), 6’27”st Barbieri (Ma), 14’13”st Revert Cortés (Ma), 18’35”st Stringari (Nu, tiro libero), 19’50”st Stringari (Nu), fine partita 6-5.
Ammoniti: De Araujo (Nu), Borges (Ma), Vignoli (Ma), Barigelli (Nu), Trapasso (Nu), Paolucci (Nu)

Mattia Grandi
Ufficio Stampa MA Group Imola Calcio a 5 2015/2016

Nessun commento: