venerdì 11 novembre 2022

BACCANALE: il programma

L’ultimo weekend del Baccanale è un’occasione perfetta per approfondire ancora le due anime che fanno vivere, da anni, il Baccanale: da un lato prosegue la valorizzazione dei prodotti del territorio, attraverso i mercati, i Palchi del gusto, il Banco d’assaggio e Olimola e, dall’altro continuano gli incontri, i laboratori, gli spettacoli che compongono il vasto programma culturale proposto per questa edizione.

Da venerdì 11 a domenica 13 novembre, Imola torna ad ospitare un’eccellenza del territorio, il XXVIII Banco di Assaggio dei Vini e dei Prodotti Agroalimentari dell’Imolese abbinato per la prima volta alla XII edizione di Olimola, nella cornice dell’autodromo “Enzo e Dino Ferrari”. “Quest'anno il Banco d'assaggio assume ancora più importanza perché raddoppia. Infatti abbiamo inserito anche la filiera dell'olio in questo evento diventato ormai un appuntamento molto atteso dal nostro territorio e non solo. Tre serate l'11,12,13 novembre che abbiamo deciso di confermare come l'anno scorso alle sale del Museo dell'Autodromo, inserendo per la prima volta Olimola, all'insegna del buon vivere e del bere di qualità che confidiamo abbiano ancora più successo” fa sapere l’assessore all’Agricoltura e Sviluppo economico, Pierangelo Raffini, che spiega “l'ottimo lavoro svolto dal Frantoio Imolese e dai diversi produttori del territorio ci hanno portato a decidere di inserirli nella manifestazione. Esperti nazionali guideranno i partecipanti in diversi percorsi sensoriali d'assaggio dell’olio extravergine di oliva. La filiera del vino vede 18 produttori partecipanti alla manifestazione e grazie alla collaborazione con il Consorzio Vini di Romagna tra le diverse esperienze proposte sarà protagonista, insieme al Sangiovese, l'Albana, un vino che negli ultimi anni riceve riconoscimenti anche a livello nazionale ed è sempre più proposto e apprezzato”. Il Banco d’assaggio dei vini dell’imolese - Il Banco d’assaggio è l’occasione per degustare le oltre centodieci etichette frutto del lavoro e della ricerca dei produttori locali, nella nuova location dell’Autodromo Enzo e Dino Ferrari (Museo Checco Costa), con i seguenti orari: venerdì 11novembre ore 18-23; sabato 12 novembre ore 18-23 e domenica 13 novembre ore 16-22.

L’evento è organizzato in collaborazione con Associazione Voluptates, A.I.S Romagna, Strada dei Vini e Sapori dei Colli d’Imola, Consorzio Vini di Romagna - Comitato DOC Colli d’Imola, Istituto alberghiero B. Scappi di Castel San Pietro Terme.

Le cantine presenti saranno 18: Cantina Branchini – Dozza; Assirelli “Cantina da Vittorio” – Dozza; Cà Bruciata – Imola; Cantina dei Colli Romagnoli – Imola; Cavim, Cantina Viticoltori Imolesi – Imola; Casa Vinicola Poletti – Imola; Fattoria Monticino Rosso – Imola; Fondo Ca’ Vecja – Imola; Franchini – Imola; Terre di Macerato – Casalfiumanese; Merlotta – Imola; Palazzona di Maggio - Ozzano dell’Emilia; Premiata Cantina Poderi delle Rocche – Imola; Le Siepi di San Giovanni – Fontanelice; Tramosasso soc. Agr. Foschi - Borgo Tossignano; Tenuta Franzona – Imola; Tre Monti – Imola; Vini Giovannini – Imola.

Unitamente alla degustazione dei vini, c’è la possibilità di fare un “Un pit-stop di bontà”, con gastronomia a pagamento a cura di CLAI- Cooperativa Lavoratori Agricoli Imolesi, Istituto alberghiero B. Scappi di Castel San Pietro Terme, Società Agricola Caboi Claudia e figli, Società Agricola Ca’ Monti e Società Agricola Bordona, con le specialità di pane artigianale realizzate con le farine di Molino Spadoni, main sponsor della manifestazione.

Inoltre, nelle tre giornate, vi saranno iniziative di approfondimento, a partire dal banco di degustazione delle Albane finaliste della selezione enologica Albana Dèi 2022 – 9° edizione, nel quale sarà possibile effettuare gli assaggi gratuiti delle 7 finaliste indicando infine in un tagliando apposito le proprie tre preferite in ordine di gradimento. Il voto espresso concorrerà a definire - unitamente agli altri riscontri raccolti nei vari borghi romagnoli – le Albane vincitrici del premio “L’indigeno del cuore - premio Valter Dal Pane 2022”.

Sabato 12 novembre, alle ore 20 e ore 21, sono previste le degustazioni guidate di Romagna Albana secco: il bianco che non t’aspetti. Breve racconto con degustazione del vitigno e del vino più identitario della Romagna e dell’imolese. Incontro conoscitivo della tipologia attraverso 3 etichette che ci guideranno a riconoscerne la grande personalità e complessità.

Domenica 13 novembre, alle ore 19 e ore 20, in programma degustazioni guidate di Romagna Sangiovese “Rocche di Romagna”: il territorio nel calice. Breve racconto con degustazione del progetto e marchio collettivo europeo dedicato ai Sangiovese delle sottozone, vero driver alla conoscenza dei vini a maggior contenuto territoriale della Romagna. Incontro conoscitivo della tipologia attraverso 3 etichette che ci guideranno e appassioneranno alla scoperta del carattere peculiare dei vari territori.

Per accompagnare la degustazione, tre animazioni musicali: venerdì 11 novembre, alle ore 20.30 suoneranno I Balconi, sabato 12 novembre alle ore 20 un quartetto, i Naïf, composto da cajon e voce, violino e basso con musica che spazia da brani pop, folk tradizionali e irlandesi cantati e strumentali e colonne sonore; infine, domenica 13 dalle ore 19 Diego Veronese e Andrea De Marco, un duo chitarre e voci cantautoriale che spazia da brani di Lucio Dalla, De Andrè, Vecchioni, Gianmaria Testa e brani originali.

Ingresso a pagamento € 15, comprensivo di: 5 degustazioni tra le 115 proposte e 1 degustazione alimentare presso il banco dell’Istituto Alberghiero P. Artusi di Riolo Terme, calice e sacca. La biglietteria è attiva fino a 30 minuti prima della chiusura; è prevista la chiusura anticipata in caso di affluenza superiore alla capienza dei locali

Olimola per la prima volta in autodromo - All’interno del Banco d’Assaggio dei vini e dei prodotti dell’imolese, si svolgerà la XII edizione di Olimola, per la prima volta all’Autodromo “Enzo e Dino Ferrari”, con i seguenti orari: venerdì 11 e sabato 12 novembre ore 18-23 e domenica 13novembre ore 16-22. L’Olio extravergine d’Oliva prodotto in Emilia-Romagnasi fa conoscere, con presentazioni e degustazioni guidate in collaborazione con Associazione Regionale Produttori Olivicoli, Istituto Tecnico Agrario Chimico Scarabelli-Ghini, Rete Olio Extravergine Felsineo, Frantoio Valsanterno, Dipartimento di Scienze e tecnologie agro-alimentari (Università di Bologna), CNR-IBE: Istituto per la Bioeconomia. Sono 5 le aziende olivicole presenti: Bonazza - San Lazzaro di Savena; Franchini – Imola; Frantoio Valsenterno – Imola; Casa Vinicola Poletti – Imola; Podere Pratale - Borgo Tossignano.

Durante le tre giornate si svolgeranno degustazioni guidate di olio extra vergine d’oliva e corsi di abbinamento tra differenti tipologie di olio EVO e le pietanze (ingresso a pagamento).

Tre saranno le occasioni per conoscere ed approfondire il mondo dell’olio Extra Vergine d’Oliva con ingresso libero, nella Sala Senna: venerdì 11 novembre, alle ore 18 con “Salvaguardia e sostenibilità dell’olivicoltura emiliano-romagnola”, incontro e degustazione guidata a cura di Annalisa Rotondi, CNR-IBE: Istituto per la Bioeconomia. Sabato 12 novembre, alle ore 18 di scena “Il panel test: metodo per la valutazione sensoriale di oli vergini di oliva”, incontro e degustazione guidata a cura di Sara Barbieri, Dott.ssa Capo Panel del Comitato professionale di assaggio degli oli vergini di oliva, Dipartimento di Scienze e Tecnologie Agro-Alimentari (Università di Bologna). Infine, domenica 13 novembre, alle ore 17 incontro e degustazione guidata “L’EVO molecolare che sapore ha?”, a cura di Tullia Gallina Toschi, Professoressa e Coordinatrice del gruppo di ricerca di analisi chimica, strumentale e sensoriale degli alimenti, Dipartimento di Scienze e Tecnologie Agro-Alimentari (Università di Bologna). A seguire, dopo le conferenze, in abbinamento alla degustazione degli oli, sarà possibile gustare le proposte gastronomiche che valorizzano l’olio EVO a cura dell’Istituto Alberghiero Pellegrino Artusi di Riolo Terme.

Mercati agricoli - Venerdì 11 novembre, al Mercato ortofrutticolo, l’ultimo appuntamento legato al Baccanale del Mercato della terra slow food, cibo buono, pulito e giusto direttamente dai produttori. Laboratori e degustazioni di paste ripiene, crescioni, arrosti arrotolati, ravioli dolci, strudel: un pasto ripieno – dal primo al dolce. Domenica 13 novembre invece, il Mercato agricolo in centro, in collaborazione con Coldiretti Bologna, Cia Imola, Unione Generale Coltivatori Cisl, Confagricoltura Bologna, occuperà piazza Matteotti dalle ore 9 alle ore 19, alle 16.30 è prevista un’animazione musicale a cura di Quinzân.

Palchi del Gusto - Ultima occasione per gustare tutte le prelibatezze proposte presso i Palchi del gusto (fino al 13 novembre sono aperti il giovedì ore 9.30-12.30, venerdì ore 15–19, sabato e domenica ore 10-13 e 15-19). Il main sponsor della manifestazione, Molino Spadoni, presenterà i propri prodotti, frutto di esperienza e passione, in Piazza Caduti per la libertà: farine e miscele, sia tradizionali che biologiche, la linea di prodotti senza glutine, la linea salutistico-funzionale, le birre artigianali, i salumi di Mora Romagnola, e i salumi artigianali del salumificio “I Malafronte” oltre ai formaggi del caseificio. CACI Società agricola sarà invece presente in Piazza delle medaglie d’oro: presentazione e descrizione delle produzioni locali di frutta secca in particolar modo noci e delle future produzioni di noccioli e pistacchi. Descrizione e presentazione dei prodotti derivati ottenuti dalle noci: noci sgusciate, nocino, cioccolato con noci, gherigli in sciroppo e tanto altro ancora, oltre alla rinnovata linea dei Vini del Rapace.

Caffè del Baccanale - Ancora ghiotte occasioni per mettere le mani in pasta, grazie a Molino Spadoni: venerdì 11 novembre, alle ore 18, nel Caffè del Baccanale, le sfogline di Casa Spadoni ci condurranno alla realizzazione delle mezzelune al branzino, si potrà così imparare a realizzare una variante più raffinata della classica pasta ripiena di carne o formaggio; sabato 12 novembre, invece, alle ore 18, alla prova con le caramelle ripiene di mora romagnola, laboratorio pratico e divertente che permetterà di scoprire le eccellenti qualità della Mora Romagnola, una razza suina pregiata, dalle importanti caratteristiche nutrizionali. Un laboratorio pensato per i più piccoli si svolgerà sempre il sabato 12 novembre, alle ore 11, che potranno imparare divertendosi a farcire con ricotta e gocce di cioccolato uno dei dolci più amati della tradizione siciliana: il cannolo!

Domenica 13 novembre, alle ore 11, per i più piccoli, uno spettacolo di burattini dal titolo “Superchef: sfida all’ultimo ingrediente”: il principe Bartolo e la strega Cicoria si sfidano all’ultimo ingrediente per aggiudicarsi l’ambito titolo di Super Cuoco del Reame. Purtroppo però c’è chi non sa accettare la sconfitta: tra rapimenti, maldestri, incantesimi e bastonate sarà l’intraprendete Priscilla a dover salvar la situazione… e anche il suo amato Bartolo!

Sempre domenica, alle ore 17, si conclude un Baccanale ricco di eventi, con una dimostrazione/laboratorio a cura di Casa Artusi: le Mariette dimostreranno il procedimento per realizzare la pasta fresca fatta a mano e tirata al mattarello. Verranno offerti approfondimenti su ricette della tradizione romagnola, con particolare attenzione alle paste ripiene lungo la via Emilia (cappelletti all’uso di Romagna, tortellini alla bolognese, anolini alla parmigiana).

Conferenze e incontri - Venerdì 11 novembre, alle ore 18.15, nella Biblioteca comunale di Imola si svolgerà l’incontro “E’ nato prima il raviolo o il tortello?”, partecipano Massimo Montanari (Università di Bologna) e Luca Cesari, scrittore enogastronomo e giornalista. L’incontro è a cura dell’Accademia italiana della cucina, delegazione di Imola. Sabato 12 novembre, un’occasione unica per partecipare ad un incontro all’Osservatorio astronomico di Imola: verrà offerta una presentazione multimediale che introdurrà all’osservazione telescopica di alcuni degli oggetti più appariscenti del sistema solare: i pianeti Saturno e Giove (alle ore 18).

Lo spettacolo della pasta - Domenica 13 novembre, tre eventi da non perdere, per chiudere in bellezza un Baccanale ricco di eventi: alle ore 11 lo spettacolo/laboratorio “Le mani in pasta” nella Galleria del centro cittadino: un’esperta sfoglina-attrice guida il gruppo dei partecipanti lungo le tappe della produzione della pasta all’uovo: dalla preparazione degli ingredienti, all’impasto della farina, fino alla laminatura della sfoglia al taglio ed alla produzione di bellissimi nidi di tagliatelle (in programma su più turni: anche alle ore 12, 15 e 16).

I Menu del Baccanale - I ristoratori e i pubblici esercizi hanno aderito con entusiasmo al tema di quest’anno, che permette grandi sperimentazioni, ma è anche proprio della tradizione culinaria romagnola. Infatti, 45 tra ristoranti, osterie e agriturismi hanno messo a disposizione la loro esperienza e creatività per esplorare i “Ripieni”, proponendo le proprie ricette nei tradizionali menu a tema. Confermati i Fuorimenu, che comprendono 6 proposte originali di colazioni, brunch, aperitivi e tante altre specialità realizzate appositamente in occasione della manifestazione. Ne deriva un’offerta varia e complessa, in grado di soddisfare tutti i palati, anche quelli più esigenti.

www.baccanaleimola.it e le pagine Facebook e Instagram: Baccanale Imola.

Imola, 5 novembre 2022                           CAPO UFFICIO STAMPA (Dott. Vinicio Dall’Ara)

Nessun commento: