domenica 2 agosto 2015

SERIE A2: Ma Group, le avversarie

Prime linee guida della stagione agonistica 2015/2016 divulgate dal Consiglio Direttivo della Divisione Calcio a Cinque riunitosi a Roma lo scorso sabato 1 agosto.
La Ma Group (A.S.D. Imola Calcio a 5) è inserita nel girone A della serie A2 che prenderà il via il prossimo 3 ottobre secondo la compilazione dei calendari che avverrà in data 15 agosto. Quattro le soste previste: 12 dicembre (qualificazioni Coppa del Mondo FIFA), 26 dicembre – 2 gennaio (sosta invernale), 13 febbraio (Campionato Europeo UEFA) e 13 marzo (Final Eight Coppa Italia in programma dall’11 al 13 marzo 2016).
Tre promozioni in serie A1, le compagini vincenti i rispettivi gironi (A e B) ed una società dominante la griglia playoff di prossima regolamentazione. Quattro retrocessioni in cadetteria, la squadra ultima classificata di ciascun raggruppamento e due formazioni perdenti i playout.
Colonia veneta nel girone A della serie A2 con quattro avversarie: Real Futsal Arzignano, Thiene Zanè C5, Came Dosson C5, Carrè Chiuppano Alto Vicentino. Viaggio umbro per incontrare il Nursia Calcio a 5, trasferta in terra lombarda contro il Milano Calcio a 5, tappa piemontese con il CLD Carmagnola e passaggio in Toscana sponda Prato Calcio a 5. Volo aereo isolano per affrontare il Cagliari Futsal, lungo collegamento in pullman con la splendida Aosta. Mini trasferta adriatica in casa dei “cugini” del PesaroFano C5.
Finestra sul campionato Under 21 con avvio previsto il 4 o 11 ottobre 2015.

Mattia Grandi
Ufficio Stampa MA Group Imola Calcio a 5 2015/2016

venerdì 31 luglio 2015

L'INTERVISTA: due chiacchiere con Davide Gallamini, neo acquisto dell'Imolese Calcio 1919

Davide Gallamini e Gianluca Matera
Imola, 31 luglio 2015 -  Se il buongiorno si vede dal mattino, l'apertura del calcio mercato imolese promette scintille, con l'ufficializzazione del neo-acquisto Davide Gallamini. L'universale romagnolo classe '91, reduce dalla promozione in A2 con la Ma Group, lascia definitivamente il Faventia per approdare all'Imolese 1919. Prototipo del giocatore perfetto, in virtù del suo talento e delle sue doti umane, Gallamini rispecchia appieno la politica sportiva dell'imolese, improntata alla disciplina, alla coesione di gruppo e alla crescita dei giovani.
A 24 anni hai già raggiunto due volte la vetta del calcio a 5, ma per altrettante hai deciso di ricominciare daccapo: due scelte impopolari. 
'Nel 2011 ho ricevuto la chiamata del Kaos e sono diventato un professionista: mi sono allenato con la serie A, ho vinto la Coppa Italia Under 21 e ho avuto l'onore di partecipare a un raduno della Nazionale Under 21. Poi ho capito che il calcio a 5 non mi avrebbe garantito un futuro e sono tornato a casa, recuperando quello che rischiavo di perdere: amici, famiglia e lavoro. Il Faventia mi ha contattato e sono ripartito dalla C1. Ho rimesso i piedi per terra e ho capito che giocatore sono: uno che vuole stare in prima linea, indipendentemente dalla categoria. L'anno scorso, poi, sono andato in prestito alla Ma Group: abbiamo conquistato la A2 e sarei stato confermato, ma ho declinato. Non è il blasone a definire un giocatore e io non voglio essere una comparsa, bensì un protagonista. Intendiamoci, non sono scelte facili, ma le ritengo giuste per me".
So che hai avuto altre proposte, ma qualcosa ha fatto pendere l'ago della bilancia verso l'Imolese.
"Il progetto di Matera mi è piaciuto subito: vuole portare l'Imolese in alto nei modi giusti, ovvero conquistandoselo sul campo e puntando sui giovani. E' solo credendo nelle nuove generazioni che si può crescere, perché sono loro il futuro. Il punto di forza dell'Imolese è proprio voler sviluppare il movimento giovanile, partendo dai bambini per arrivare alla prima squadra. Si respira un'aria di professionismo e il fatto di essere tutti giovani e italiani dà un valore aggiunto. Insomma, è stato semplice accettare".
Giocatore sì, ma con la vocazione di allenatore. 
"A Russi ho allenato la Scuola Calcio e continuerò a farlo. Adoro allenare e trasmettere ai bambini la mia passione per questo sport. Quest'anno, nell'Imolese, giocherò con ragazzi molto più giovani di me: spero di essere per loro l'esempio che altri sono stati per me. Ora tocca a me ricambiare, aiutando a diventare grande qualcun altro"

E benvenuto sia chi ha il coraggio di mettersi in gioco, senza mai sentirsi arrivato. 

Stefania Avoni
Ufficio Stampa Imolese Calcio 1919

MERCATO: il congedo di Francesco Trerè dalla Ma Group

"Checco" Trerè
Il Presidente Andrea Gubellini e tutto lo staff dirigenziale dell’A.S.D. Imola Calcio a 5 ringraziano lo storico capitano Francesco “Checco” Trerè per l’estrema professionalità, l’assoluta devozione ed il genuino entusiasmo con i quali ha indossato, per dodici stagioni, la gloriosa maglia rossoblu. Un augurio sincero per quelli che saranno i nuovi percorsi sportivi ad un atleta che appartiene di diritto, con tre promozioni all’attivo (una in serie B, due in serie A2), alla gloriosa storia della nostra società.
Certi amori non finiscono, fanno dei giri immensi e poi ritornano” (cit. A.Venditti), per noi è solo un arrivederci, l’auspicio di riabbracciarsi tra qualche tempo, perché no, con inedite vesti in seno alla struttura del club".

Mattia Grandi
Ufficio Stampa MA Group Imola Calcio a 5 2015/2016

mercoledì 29 luglio 2015

MERCATO: Ma Group, presi Venturelli, Resta e Valentini

Il Presidente Andrea Gubellini e tutto lo staff dirigenziale dell’A.S.D. Imola Calcio a 5 comunicano con grande soddisfazione il tesseramento dei giocatori Nicola Venturelli (laterale, classe 1994), Massimiliano Resta (portiere, classe 1997) e Luca Valentini (pivot, classe 1999) per l’inserimento nella rosa della formazione Under 21 2015/2016 che disputerà il campionato di categoria di futsal.

Il terzetto, nella passata stagione in forza alla Young Line Calcio a 5 (serie C1), rappresenta un autentico patrimonio giovanile del futsal “made in Imola” chiamato a rinforzare il già oleato meccanismo della suddetta compagine. Un organico capace di conquistare, nella stagione agonistica 2014/2015, il pass per la disputa dei trentaduesimi di finale della fase nazionale contro i pari età del blasonato Kaos Futsal. Un nitido segnale della programmazione ad ampio respiro intrapresa da tempo dalla società del presidente Gubellini che pone l’investimento nel vivaio alla base della sana gestione della massima espressione del calcio a 5 nella provincia di Bologna.

Stefano Battilani (allenatore Under 21 A.S.D. Imola Calcio a 5): “Si parla sempre con piacere di valenti prospetti del nostro territorio che si affacciano ad un palcoscenico selettivo come il settore giovanile di una prima squadra partecipante al campionato di serie A2. Un totale cambio di prospettive che differenzia l’opportunità A.S.D. Imola Calcio a 5 da tutte le altre; allenarsi quotidianamente al fianco di top player professionisti velocizza il processo di miglioramento tecnico e mentale di qualsiasi calciatore rappresentandone un valore aggiunto. Ricordo che la coppia Venturelli - Valentini vanta ampio minutaggio in serie C1, Resta colleziona convocazioni nella Rappresentativa Regionale. Una caratteristica per identificarli? La rapidità di Venturelli, la prestanza fisica di Valentini già determinante per alcune marcature in C1 e la costanza applicativa di Resta. Tre alfieri per la mia Under 21 che rientrano meritatamente nella progettualità di serie A2”.

Mattia Grandi
Ufficio Stampa MA Group Imola Calcio a 5 2015/2016

martedì 28 luglio 2015

TORNEI: trionfo del Nicole Cafè ai Cocomeri

Nicole Cafè
A senso unico. Senza storia. Il Nicole Cafè si è sbarazzata dei Filibustieri col punteggio di 11-2 vincendo la finale dell'8° Torneo dei Cocomeri che si è disputata sul “campetto” della parrocchia di Santo Spirito. In vantaggio con Riccardo Diolaiti i “baristi” hanno subito il pareggio degli avversari realizzato da Fabio Illiano. Ma si è trattato di un fuoco di paglia perché subito Simone Gelimeri e due volte Marco Dal Monte hanno messo le cose in chiaro prima della fine del primo tempo. Nella ripresa il Nicole Cafè ha dilagato segnando con Danilo Zaccone, Giacomo Dari, Fabio Busillo (2), Diolaiti e Gelimeri (2) intervallati dalla rete di Marian Bellettini per i Filibustieri che hanno dovuto registrare l'espulsione di Mattia Galeotti per un doppio giallo. Terzi i Belli di Notte senza giocare a causa dell'assenza della Pizzeria Soul.
I premi singoli sono andati a Davide Morcone per il gol più bello, a Mirco Menghetti come bomber con 24 reti, a Gianluca Palestro come miglior portiere e a Simone Gelimeri in qualità di miglior giocatore.

Va in archivio un'edizione ricca di partecipazione, con ben 22 squadre iscritte. Il livello è sempre molto alto e il “campetto” rende ogni partita una battaglia dando la possibilità a chi è meno forte di avere qualche chance di successo.

lunedì 27 luglio 2015

SERIE C1: Imolese Calcio 1919, parola a Gianluca Matera: "Scelti un professionista per la guida, giovani e potenziali professionisti a livello regionale"

Gianluca Matera
Imola, 27 luglio 2015 -  'Evoluzione nel segno della continuità': così Gianluca Matera, DG dell'Imolese 1919, descrive l'innovativo corso dato alla società. Dopo tre anni di ascesa ininterrotta, con due promozioni consecutive (dalla D e dalla C2) e i play-off sfiorati nella stagione appena conclusasi, i tempi sono maturi per il salto di qualità.
Un mister e una rosa con nomi importanti: un obiettivo a breve termine e un progetto dirompente per il futuro.
'Abbiamo scelto un professionista, Alberto Carobbi, per la direzione della squadra e giocatori giovani, nonché potenziali professionisti del panorama calcistico regionale. E' dichiarata la nostra volontà di puntare ai vertici del prossimo campionato di C1, ma questo è solo il primo passo. Nei nostri piani c'è la creazione di un settore giovanile competitivo, capace di alimentare autonomamente la prima squadra. Serviranno anni, ma l'Imolese parteciperà ai campionati nazionali con una formazione interamente italiana'. 
Il disegno, avveniristico, si sposa in realtà con la filosofia dell'Imolese Calcio.
'Il presidente Spagnoli crede fortemente in questo progetto, che impone un notevole investimento da parte della società. La scommessa che vogliamo vincere è portare il professionismo del calcio a 11 nel calcio a 5. Abbiamo tutte le carte in regola, a partire da un vivaio di giovani in continua crescita.'
Guardare avanti significa anche perdere qualcosa del proprio passato.  
'Pur essendo molto orgoglioso del lavoro svolto, ammetto che alcune scelte sono state dolorose. Di una rosa di venti giocatori, solo cinque sono stati confermati: Andrea Righini (portiere, classe '93), Giuseppe Tasca (laterale dell''86), Carlo Zanoni (laterale, classe '91), Giacomo Dari (un laterale dell''88), Giacomo Marcattili (laterale, classe '94). Per il sesto, Michele Giagnorio, laterale dell''86, sono ancora in corso le trattative. E' doveroso un ringraziamento personale a tutti gli altri, senza cui non saremmo arrivati fin qua: da persone mature quali sono hanno capito la serietà del nostro progetto, che richiede uno sforzo e una disponibilità di tempo (faremo tre allenamenti a settimana, più il ritiro ad agosto) difficili da offrire. La gratitudine mia e della società va anche a una persona eccezionale, mister Battilani, uno dei protagonisti dei successi delle ultime stagioni. 
Nuovi acquisti e staff dirigenziale: qualche indiscrezione?
'Il nome eccellente è quello di Carobbi, il perno della nostra costruzione: oltre ad allenare la prima squadra, sarà il trait d'union fra essa e il settore giovanile, in collaborazione con Matteo Rinaldi e Andrea Frau. Rinaldi sarà anche il nuovo preparatore atletico, che si avvarrà della competenza di Barbara Martelli per le riabilitazioni. Tutto lo staff dirigenziale è confermato, a partire dal mio alter ego, Salvatore Chiacchio, 'colpevole' quanto me di questo impegnativo cambio di rotta. Quanto ai nuovi acquisti, ufficializzeremo a breve i sette nomi.'
L'ambiente societario è in pieno fermento: lo specchio di un cambiamento in senso positivo.
'Nell'Imolese si respira un'aria entusiasta, che prova quanto sia condivisa questa scelta. In primis ne è coinvolto lo staff tecnico, che, con l'aiuto di Alberto, si sta formando per proporre qualcosa di nuovo. Personalmente, sono elettrizzato: il debutto sarà il 17 agosto e non vedo l'ora che quella data arrivi. Per sette anni ho cullato questo sogno e ora, finalmente, si fa sul serio. E' un passo rischioso, ma necessario: si sono verificate tutte le condizioni favorevoli e sarebbe stato folle sprecarle.' 
E i treni, si sa, passano una volta sola: 'carpe diem'. 

Stefania Avoni
Ufficio Stampa Imolese Calcio 1919

PARLANO DI FUTSAL: Il Resto del Carlino del 27 luglio 2015


MERCATO: Serie A2, Ma Group: ingaggiato Escobar

Alejandro Lopez Escobar
Il Presidente Andrea Gubellini e tutto lo staff dirigenziale dell’A.S.D. Imola Calcio a 5 comunicano con grande soddisfazione il raggiungimento dell’accordo su base annuale con il giocatore Alejandro Lopez Escobar per l’inserimento nella rosa della prima squadra 2015/2016 che disputerà il Campionato Nazionale di Serie A2 di futsal.

Ventidue anni (classe 1993), Lopez Escobar è un talento cristallino cresciuto alla nobile corte dell’FC Barcelona dove, da capitano, ha vinto tutti i campionati giovanili spagnoli. L’avventura nel futsal italiano comincia nella stagione agonistica 2013/2014 con l’ingaggio in terra siciliana targata Catania Calcio a 5 (serie A2). Qualche mese in maglia etnea poi il passaggio, nella sessione invernale del futsalmercato, all’Acireale Calcio a 5 nella medesima categoria. Autentico gioiello della prima squadra con 7 reti, Lopez Escobar è il trascinatore della compagine Under 21 acese verso il traguardo della storica semifinale di Coppa Italia. Da consacrazione l’annata 2014/2015 con il Lecco Calcio a 5 (serie A2): 21 presenze e 15 marcature valgono il sorprendente sesto posto finale dei lariani in campionato.


Alejandro Lopez Escobar: “Il colpo di fulmine con Imola è scoccato grazie agli splendidi progetti illustrati dal Presidente Gubellini e dal Direttore Sportivo Mirko Angeli che ringrazio personalmente. Conosco il valore della società nella storia del futsal italiano, le operazioni di mercato concluse e quelle in cantiere confermano l’ambizione di una grande stagione in un campionato selettivo come quello di serie A2. Dal punto di vista personale aspiro ad una costante crescita, non vedo l’ora di iniziare questa nuova esperienza, conoscere il Mister, i compagni e la città. I ricordi azulgrana restano indelebili, l’intera trafila delle giovanili con la fascia da capitano poi la chiamata in Italia. Innegabile l’alto tasso di professionalità che circonda, anche a livello giovanile, una polisportiva di caratura mondiale come l’FC Barcelona. Dopo di noi si allenava la prima squadra di basket, sono nate delle belle amicizie anche con atleti appartenenti ad altre discipline sportive del pianeta Barça”.

Mirko Angeli (DS Ma Group): “Pedina fondamentale nello scacchiere progettuale della Ma Group. Giocatore giovane dal blasonato curriculum, laterale completo utilissimo anche nell’interpretazione della fase difensiva. Molta corsa, cinico sotto rete, l’uno contro uno tra le sue rinomate armi d’attacco”.


Mattia Grandi
Ufficio Stampa MA Group Imola Calcio a 5 2015/2016

mercoledì 22 luglio 2015

SERIE C1: Alberto Carobbi è il mister dell'Imolese Calcio 1919

Alberto Carobbi e Gianluca Matera
Imola, 22 luglio 2015 -  Se un curriculum d'eccellenza, con panchine nelle massime serie e collaborazioni con la Nazionale, abbraccia una causa, c'è da chiedersi quanto ambiziosa essa sia. L'Imolese 1919, non paga della confermata C1, dopo la stagione da neopromossa, si affida ad ALBERTO CAROBBI per portare a compimento un progetto innovativo. 
Un 'sì' importante, che significa tornare sulla panchina di una prima squadra.
'Negli ultimi anni mi sono dedicato ai settori giovanili, perché credo fortemente nel valore formativo dello sport. A livello umano, lavorare con i giovani è estremamente gratificante, per quanto impegnativo. Tornerò ad allenare i 'grandi', ma solo per modo di dire: l'età media sarà di 23 anni. Il progetto dell'Imolese consiste nel potenziare al massimo le categorie giovanili, in un percorso che porterà i ragazzi direttamente in prima squadra. L'obiettivo, affascinante quanto lungimirante, è creare, in futuro, una prima squadra nata interamente nel vivaio locale: è questo che mi ha convinto ad accettare.'
Non sarai solo mister, ma direttore tecnico di tutto il settore giovanile.
'Per ottenere dei risultati bisogna partire dai giovani. Il calcio a 5 è disciplina e l'Imolese sta predisponendo le condizioni ottimali per lavorare in un ambiente serio e professionale, sia a livello di staff che di giocatori. E' solo così che si possono forgiare i professionisti del futuro. In quest'ottica, la prima squadra sarà portata in ritiro già alla seconda settimana di allenamento.'
I progetti più innovativi necessitano di solide fondamenta. 
'Ho trovato nell'Imolese e nel suo DG, Matera, una voglia di fare e un entusiasmo contagiosi, vero motore del cambiamento. Vogliamo promuovere i giovani e stare ai vertici del calcio a 5 regionale. Già Imola è una città con una fortissima propensione calcistica e in più, noi abbiamo l'esempio diretto della casa madre, quell'Imolese Calcio blasonata in Emilia Romagna per il settore giovanile.'

Carobbi e Imolese Calcio 1919: un connubio vincente in attesa della consacrazione dei fatti. 

Stefania Avoni
Ufficio Stampa Imolese Calcio 1919

martedì 21 luglio 2015

MERCATO: Serie A2, la Ma Group prende Josè Revert Cortes

Josè Revert Cortes
Il Presidente Andrea Gubellini e tutto lo staff dirigenziale dell’A.S.D. Imola Calcio a 5 comunicano con grande soddisfazione il raggiungimento dell’accordo con il giocatore José Revert Cortés per l’inserimento nella rosa della prima squadra 2015/2016 che disputerà il Campionato Nazionale di Serie A2 di futsal.

Trent’anni (classe 1985), spagnolo nativo di Alicante, Cortés approda sulle rive del Santerno dopo due esaltanti stagioni tra le fila del Levante UD DM, l’ultima delle quali disputata con un bottino personale di quattro marcature nella Primera Division della Liga Nacional iberica. Prestanza fisica, temperamento, duttilità e buon tiro dalla distanza sono le principali caratteristiche di uno dei top player del futsal di Spagna, indimenticabili i suoi 15 goal nella cavalcata promozione 2013/2014 del Levante nella Division de Plata (Segunda Division). Un curriculum completo per il primo colpo di mercato del neo DS Angeli che annovera anche le esperienze professionali con il San Vicente de Raspeig (2005/2006), UD Ibense (2006/2007 – 2007/2008), Olleria (2008/2009), Playas de Castellon (2009/2010 – 2010/2011 – 2012/2013), Oid Talavera (2011/2012).

José Revert Cortés: “Sono felicissimo di arrivare ad Imola, non vedo l’ora di iniziare questa avventura in un campionato di assoluto spessore tecnico come quello italiano. L’esperienza maturata nella prima divisione in Spagna al completo servizio della nuova squadra, del Mister e dei compagni. Mi affascinava da tempo l’idea del calcio a 5 in Italia ma nessuna offerta si era rivelata seria, interessante ed ambiziosa come quella della Ma Group. Il Presidente Gubellini, il DS Angeli e l’allenatore Pedrini hanno scommesso su di me, ripagherò con il lavoro questa preziosa iniezione di fiducia”.

Vanni Pedrini (allenatore Ma Group): “Ottimo giocatore, esperto ed estremamente funzionale nel nostro scacchiere tecnico e tattico in proiezione serie A2. Le sue positive statistiche di rendimento nel massimo torneo spagnolo ed il basilare contributo promozione al Levante nella Division de Plata 2013/2014 garantiscono i necessari apporti di affidabilità per la categoria”.

Mattia Grandi

Ufficio Stampa MA Group Imola Calcio a 5 2015/2016

venerdì 17 luglio 2015

MERCATO: Vitale e Palestro all'under 21 del Castello

Il Castello Under 21 ha preso Davide Vitale, classe 1994, universale che arriva dalla Young Line e Gianluca Palestro, classe 1995, portiere che arriva dall'Imolese 1919. Probabilmente i due ragazzi saranno aggregati alla prima squadra.

mercoledì 15 luglio 2015

MERCATO: Gabriele Maccaferri all'Imolese Calcio 1919

Gabriele Maccaferri si è trasferito da Castel San Pietro a Imola. L'ormai ex giocatore dell'Ass. Club giocherà per l'Imolese Calcio 1919, allenata da Alberto Carobbi, in serie C1.

martedì 14 luglio 2015

UNDER 21: Ma Group, Stefano Battilani nuovo mister

Stefano Battilani
Il Presidente Andrea Gubellini e tutto lo staff dirigenziale dell’A.S.D. Imola Calcio a 5 comunicano con grande soddisfazione il raggiungimento dell’accordo con Stefano Battilani per il ruolo di allenatore della squadra Under 21 nella stagione agonistica 2015/2016.
Riabbracciare tredici anni della propria gloriosa storia nel panorama del futsal nazionale con la consapevolezza degli assoluti valori formativi di uno dei tecnici più preparati in ambito giovanile. Un film a tinte rossoblu che parte dal lontano 1999 in casa OMGM, dalla serie C1 alla A2 ricoprendo svariati ruoli, da allenatore dei portieri a Mister della prima squadra passando, ovviamente, per la spontanea vocazione istruttiva targata Under 21.
Stefano Battilani (allenatore U21 A.S.D. Imola Calcio a 5): “Torno con entusiasmo in un ambiente che conosco bene in virtù dei tredici anni di intensa collaborazione. La propensione per il settore giovanile deriva dal fatto che mi considero sostanzialmente un istruttore, preferisco analizzare i risultati sotto il profilo del processo di crescita formativa. Una stagione Under 21 davvero stimolante, siamo la fucina di una compagine militante in serie A2, anteponiamo questo prezioso elemento alla base dei nostri ragionamenti”.

Mattia Grandi
Ufficio Stampa MA Group Imola Calcio a 5 2015/2016