sabato 25 marzo 2017

SERIE B: risultati e classifica

Risultati: Forlì - Vicenza 3-3, Cornedo - Rotal Five Mezzolombardo 5-2, Trento - Imolese Calcio 1919 3-1, Carrè Chiuppano - Canottieri Belluno 2-2, Fenice Veneziamestre - Faventia 7-5, Miti Vicinalis - Città di Mestre 5-3, Villorba - Manzano 9-2.
Classifica: Carrè Chiuppano 57; Villorba 55; Fenice Veneziamestre 45; Faventia 44; Miti Vicinalis 43; Città di Mestre 41; Vicenza 32; Canottieri Belluno 31; Cornedo 30; Forlì 28; Manzano 22; Trento 20; Imolese Calcio 1919 16; Rotal Five Mezzolombardo 12. (http://www.divisionecalcioa5.it/competizioni/26/girone-b/).

venerdì 24 marzo 2017

SERIE B: Imolese Calcio 1919, trasferta a Trento

Imola, 23 marzo 2017 - Si fa sempre più tortuoso il percorso dell'Imolese alla prima stagione in serie B. Le sicurezze costruite progressivamente sul piano del gioco non trovano nell'approccio mentale il necessario allineamento. La competitività espressa sia sul piano difensivo che su quello offensivo per la parte preponderante delle partite si rivela inefficace nei momenti topici, ove l'elemento discriminante è l'esperienza. Col Forlì i rossoblu, spesso in bilico fra il vincere e il perdere anche contro le formazioni più ostiche, mostrano il lato più fragile della loro giovane età. Se il primo tempo congela gli entusiasmi degli spalti, il secondo illude la fazione locale: l'espulsione, al 12', di Casagrande, sembra presagio favorevole per un'Imolese mai assecondata, nella stagione, dalla dea bendata. E invece è il Forlì, in inferiorità numerica, a trovare il vantaggio. Lo sconcerto dell'Imolese diventa rassegnata indolenza: i rossoblu tentano col portiere di movimento e Moretti, dalla propria area, li castiga con un rilancio lungo che centra la porta vuota. Gli ospiti festeggiano la salvezza, i locali piangono l'ennesimo pugno in pieno volto. Sabato prossimo i giovanissimi imolesi viaggeranno alla volta di Trento: terzultima contro penultima, per giocarsi il tutto per tutto. La sola speranza per entrambe è agguantare un quarto posto distante 5/6 punti, che consentirebbe di correre per i play-out. Lo score finale del girone d'andata vide l'Imolese mantenersi in largo vantaggio per il grosso del minutaggio, per poi concedere, in pochi istanti, il pareggio per 5 a 5. Se il Trento dovrà rialzare la testa dopo la pesante sconfitta per 8 a 2 contro la Canottieri Belluno, l'Imolese, priva degli squalificati Badahi e Signorini, avrà un compito ben più arduo: continuare, coraggiosamente, a correre e sperare.

Prossimo turno – CAMPIONATO (Gardolo di Trento, 25/03, ore 15.00): TRENTO S.C.S.D. - IMOLESE CALCIO 1919

Stefania Avoni
Ufficio Stampa Imolese Calcio 1919

giovedì 23 marzo 2017

SERIE A: Ma Group, rigori fatali contro il Pescara

Occorre l’appendice dei calci di rigore per decretare la supremazia del Pescara sulla Ma Group nel primo quarto della Final Eight di Coppa Italia di serie A (3-2). Punteggio in parità al termine dei due tempi regolamentari (1-1) grazie alle marcature, una per parziale, di Rosa e Deilton che mettono la firma sul combattutissimo match del PalaChierici di Tolentino. Una splendida cornice di pubblico composta dagli studenti degli istituti della cittadina colpita dal violento sisma del Centro Italia saluta la sfida inaugurale della competizione con in palio la coccarda tricolore. Imola, alla prima storica partecipazione all’evento, rinuncia a capitan Vignoli rimasto in Romagna per inderogabili impegni lavorativi. Pedrini schiera quindi un quintetto composto da Juninho, Deilton, Borges, Revert Cortés, Castagna. Colini risponde mandando in campo Capuozzo, Caputo, Leggiero, Morgado, Canal. Parte decisa la capolista che sull’asse Morgado-Canal costruisce le prime due opportunità dell’incontro, l’italo-brasiliano spedisce la sfera fuori di poco. Al terzo tentativo il Pescara passa: Cuzzolino dalla destra trova tutto solo al centro dell’area Rosa che trafigge Juninho (1-0). L’Imola è viva e ci prova a ripetizione con Fabinho, Borges e Juninho, para tutto Capuozzo. Non è da meno, sul fronte opposto, il portierone sudamericano che indossa il mantello di Batman per deviare un paio di fendenti di Cuzzolino indirizzati nel sette. Rossoblù ad un passo dal pareggio con Revert Cortés che prima costringe, direttamente da calcio piazzato, al colpo di reni miracoloso Capuozzo poi colpisce con un preciso diagonale il palo alla destra del guardiano abruzzese. La neopromossa termina in attacco un parziale disputato assolutamente alla pari contro i detentori del trofeo; peccato per l’unica sbavatura difensiva in occasione del vantaggio biancoazzurro. Pimpante avvio di ripresa: Canal e Leggiero pericolosi dalle parti di Juninho, Deilton risponde con un destro al volo sul quale manca il tap-in decisivo Borges. E’ il preludio al meritato pari imolese. Al quarto giro di lancette appena scoccato, Juninho si porta nella metà campo offensiva palla al piede e lascia partire una rasoiata sulla quale ci mette una pezza Capuozzo; la sfera resta li ed il più lesto di tutti è Deilton con un colpo di tacco ravvicinato (1-1). I Delfini accusano il colpo, Napoletano sbaglia la mira della zampata letale. Azione avvolgente degli abruzzesi: Cuzzolino sulla banda di destra serve Canal per vie centrali che illumina Rosa defilato a sinistra, faccia esterna del montante per il bomber argentino. Il diagonale largo di Castagna è l’ultima opportunità tra i piedi della stanca Ma Group, sale in cattedra la capolista del campionato italiano. L’iridato Cuzzolino e Canal mancano l’appuntamento con il raddoppio soltanto grazie alle continue prodezze del gigante Juninho ed al salvataggio in extremis dell’ottimo Deilton. La sirena rimanda, da regolamento, la sentenza ai tre tiri dai sei metri: Jelavic in rete, Borges angola troppo a destra la mira, Fabinho spara sul petto dello specialista Pietrangelo. Percorso netto per gli adriatici che spiazzano Juninho con Canal e Salas. Esce tra gli sportivi applausi degli avversari e del pubblico maceratese la Ma Group che dimostra, ancora una volta, di essere la più bella rivelazione della stagione 2016/2017 del futsal di casa nostra.

Pescara: Pietrangelo, Pulvirenti, Leggiero, Ghiotti, Caputo, Salas, Canal, Rosa, Cuzzolino, Morgado, Azzoni, Capuozzo. Allenatore: Colini
Ma Group: Battaglia, Deilton, Lesce, Trerè, Napoletano, Jelavic, Revert Cortés, Borges, Castagna, Magliocca, Fabinho, Juninho. Allenatore: Pedrini

Arbitri: Merenda (Reggio Calabria) – Manzione (Salerno) – Tariciotti (Ciampino)
Cronometrista: Palombi (Avezzano)

Marcatori: 4’08”pt Rosa (P), fine primo tempo 1-0; 4’01”st Deilton (Ma), fine partita 1-1.
Sequenza calci di rigore: Jelavic (Ma) goal, Canal (P) goal, Borges (Ma) fuori, Salas (P) goal, Fabinho (Ma) parato.

Ammoniti: Borges (Ma)

Espulsi:

Ufficio Stampa
MA Group Imola Calcio a 5 2016/2017

martedì 21 marzo 2017

FEMMINILE: risultati e classifica

Risultati: Imola - Bagnolo 2-5, Ravenna - Castello 3-7, Sassoleone 2015 - Mader 5-2, Polisportiva 1980 - New Team Ferrara 9-1, Medesanese - Reno Molinella 1-0.
Classifica: Sassoleone 2015 37; Mader 36; Reno Molinella 32; Polisportiva 1980 31; Bagnolo 30; Medesanese 26; Castello 19; Imola 12; Ravenna 9; New Team Ferrara 0. (http://www.romagnasport.com/futsal/classifica.php?gir=368&anno=2016).

SERIE C2: risultati e classifica

Risultati: Real Panigal - Forlimpopoli 1928 3-3, Pilastro - Bellaria 2-3, Rossoblu Imolese 1990 - Romagna 5-3, Ceisa Gatteo - Polisportiva 1980 1-0, Città del Rubicone - Santa Sofia 3-5, Erba 14 - Sassoleone 2015 5-3.
Classifica: Bellaria 38; Santa Sofia 37; Romagna 35; Forlimpopoli 1928, Città del Rubicone 34; Real Panigal 29; Rossoblu Imolese 1990 27; Pilastro 25; Ceisa Gatteo, Erba 14 16; Sassoleone 2015 14; Polisportiva 1980 13. (http://www.romagnasport.com/futsal/classifica.php?gir=291&anno=2016).

SERIE A: Ma Group, impegno col Pescara in Coppa Italia

Comunque vada sarà un successo. Si aprono le porte della prima storica Final Eight di Coppa Italia di serie A (23, 25-26 marzo) per la Ma Group che aggiunge un blasonato tassello al proprio fantastico mosaico stagionale. Imola nel paradiso del futsal nazionale con sfondo coccarda tricolore al primo anno di militanza nella massima categoria; un traguardo orgogliosamente inedito per l’intero palcoscenico sportivo di una città sedotta dalle ripetute imprese degli uomini di Vanni Pedrini. Distolti momentaneamente gli occhi dallo scenario del campionato, il replay della sfida con il Pescara va in onda nella mattinata di giovedì 23 marzo (ore 11, diretta FB Divisione Calcio a 5) con il match inaugurale dei quarti di finale al “Chierici” di Tolentino (MC). Location dall’alta valenza simbolica nella politica di iniziative solidali avviate da tempo dalla Divisione Calcio a 5 a favore dei territori e delle popolazioni colpite dal grave sisma del Centro Italia. Una splendida cornice emotiva che valorizza ulteriormente un quadro comprendente la possibilità di affrontare, per la seconda volta in appena cinque giorni, l’eccellenza Pescara. Il recente confronto di ritorno tra abruzzesi e romagnoli nel calendario di regular season ha smentito i pronostici scontati della vigilia con la proiezione di un film dalla trama bellissima ed apertissima. Non rientra nell’indole imolese il ruolo di vittima sacrificale e non lo sarà, a maggior ragione, in uno dei momenti più alti dell’annata agonistica. Il completamento del lavoro in palestra sdogana l’immagine di una Ma Group a ranghi completi ed in grande salute pronta al viaggio in terra maceratese per l’avvio dello show. Doveroso, quindi, un rapido sguardo alle eventuali combinazioni in ottica di positivo proseguo dell’andamento di Coppa. Una giornata di sosta per il possibile trasferimento al Pala Giovanni Paolo II di Pescara, teatro delle semifinali e finali della competizione, e luci della ribalta programmate per sabato 25 marzo (ore 16, diretta Fox Sports, canale 204 del bouquet Sky) contro la vincente del match tra Acqua & Sapone e Kaos. Finalissima domenicale (ore 17, diretta Fox Sports) contro l’unica superstite del quartetto Napoli-Cioli Cogianco-Luparense-Latina. Sognare non costa nulla.

Vanni Pedrini (Allenatore Ma Group): “Intanto godiamoci la possibilità di accedere ad una manifestazione riservata alle migliori eccellenze italiane della specialità. Un traguardo che è motivo di orgoglio e vanto per l’intera città di Imola e per una società che solo due anni addietro disputava l’analogo trofeo in cadetteria. Incontrare nuovamente il Pescara è qualcosa di estremamente stimolante, abbiamo dimostrato qualche giorno fa di potercela giocare a testa alta. I ragazzi rispondono bene alle tante sollecitazioni fisiche e psicologiche di questa volata conclusiva di stagione, sono molto soddisfatto”.

Ufficio Stampa

MA Group Imola Calcio a 5 2016/2017

AMATORI CSI: Apd Marrazzo Infinity, successo contro il Santoro Team

Apd Marrazzo Infinity
3-6
SANTORO TEAM: Colangelo, Maccarelli, Martini, Santoro, Cetani, Terracciano, Mignogna
APD MARRAZZO INFINITY: Caprara, Nesca, Squillante, Torino, Cannata, Sorgiovanni, Di Graziano, Gerardi. All. Carusio.
Arbitro: Abruzzese.
Reti: 4' pt Sorgiovanni, 6' pt Terracciano, 9' pt Nesca, 18' pt Di Graziano, 8' st Martini, 14' st Martini, 22' st Nesca, 24' st Di Graziano, 26' st Cannata.

IMOLA (Asbid) – L'Apd Marrazzo Infinity doppia il Santoro Team scavalcando l'Asd Fontanelice e guadagnando la seconda posizione. I ragazzi allenati da mister Mirko Carusio entrano in campo col piglio giusto segnando, al 4', grazie a Cristian Sorgiovanni al termine di un'azione personale. Dopo due minuti i padroni di casa pareggiano con una punizione di Sabato Terracciano. Ma gli ospiti non ci stanno e tornano in vantaggio grazie al sinistro di Erik Nesca, imbeccato da Mirko Cannata. Al 17' azione di manuale in acrobazia dell'Apd Marrazzo Infinity che però non sortisce l'effetto sperato. Effetto ottenuto invece, al 18', grazie all'assist di Pietro “Toro” Torino per Francesco Di Graziano che prima colpisce la traversa di testa e poi ribatte in rete. L'inerzia sembra dalla parte dei “gialli” e invece nella ripresa i Carusio-Boys si complicano la vita col Santoro Team che pareggia con la doppietta di Simone Martini. I minuti finali sono appannaggio degli ospiti che vanno in gol tre volte. Al 22' ci pensa Erik Nesca, due minuti dopo risolve “Digra” e, al 26', va a segno Cannata. Buona prova dell'Apd Marrazzo Infinity, chiamata ora a impegni più probanti.

LA SOTTOSCRIZIONE: aiutiamo la stampa de "La Voce di Padre Luigi"


A causa della mancanza di fondi che erano donati da alcune Fondazioni, la stampa della Voce di Padre Luigi rischia di cessare. Sarebbe un vero peccato perché sono tante le persone che hanno conosciuto il frate di Calisese, che gli hanno voluto bene e che hanno piacere di ricordarlo anche attraverso la lettura del bollettino. Per aiutare l'associazione "Figli Spirituali e Amici di Padre Luigi" è sufficiente fare anche solo una piccola offerta sul conto IBAN: IT13U0508036750 CC00800605343 alla Banca di Imola, agenzia di Castel San Pietro oppure diventando soci compilando il modulo allegato. Un grazie in anticipo dal presidente Francesco Grandi e dal direttore de "La Voce di Padre Luigi" Mirko Melandri

domenica 19 marzo 2017

SERIE A: risultati e classifica

Risultati: Cioli Cogianco - Luparense 5-3, Came Dosson - Acqua & Sapone 5-6, Kaos - Latina 4-2, Isola - Lazio 4-1, Pescara - Ma Group Imola 2-0, Real Rieti - Lollo Caffè Napoli 3-5.
Classifica: Pescara 48; Luparense 42; Acqua & Sapone 40; Lollo Caffè Napoli 37; Ma Group Imola 33; Kaos 29; Cioli Cogianco 28; Latina 27; Real Rieti 19; Lazio 13; Came Dosson, Isola 12. (http://www.divisionecalcioa5.it/competizioni/).

sabato 18 marzo 2017

SERIE A: Ma Group, sconfitta con onore contro Pescara

La legge del PalaRigopiano non fa sconti alla Ma Group che perde il primo atto del duplice confronto ravvicinato contro il Pescara (2-0). La settima battuta d’arresto stagionale conferma però la natura battagliera di una neopromossa per nulla intimidita dal blasone e dai numeri della capolista abruzzese. Complimenti meritati e tabellone azzerato in attesa di un replay a stretto giro di posta in agenda giovedì 23 marzo (ore 11, diretta Facebook Divisione Calcio a 5) per i quarti della Final Eight di Coppa Italia di serie A al “Chierici” di Tolentino. Lo stop dei rossoblù riduce a quattro lunghezze il margine di vantaggio in graduatoria sul Kaos, Cioli Cogianco a meno cinque: geografia della griglia play off tutta da scoprire nei restanti ottanta minuti di regular season. Tegola pesantissima nell’economia tattica di Vanni Pedrini che perde per squalifica capitan Vignoli e schiera Juninho, Deilton, Borges, Revert Cortés, Castagna. Identica motivazione, sul fronte opposto, per il forfait di Caputo che ridisegna in fase difensiva l’assetto di Mister Colini in campo con Capuozzo, Morgado, Duarte, Canal, Chimanguinho. Dopo l’iniziale pressing asfissiante da parte dei padroni di casa che spaventano i rossoblù con le conclusioni di Canal e Cuzzolino, Imola prende le misure alla capolista. Difesa ermetica e rapide verticalizzazioni dei romagnoli che con Borges si presentano due volte dalle parti di Capuozzo: la mira sbilenca del brasiliano e l’uscita decisiva del portiere abruzzese annullano le chances ospiti. Il Pescara risponde in rima con Duarte e con la doppia opportunità tra i piedi di Ghiotti, Juninho sbroglia la matassa. Vantaggio biancoazzurro qualche secondo prima della metà del parziale: Morgado dalla corsia mancina pesca il liberissimo Chimanguinho che insacca da sottomisura (1-0). La Ma Group non perde il lume della ragione e la propositiva manovra ordinata, Castagna da fuori area testa i riflessi di Capuozzo. Innegabile la valenza qualitativa dei singoli in forza alla capolista che sull’asse Rosa-Cuzzolino sfiora il raddoppio: monumentale Juninho nello stop ravvicinato alla zampata a botta sicura dell’iridato argentino. Traversa piena per il fendente dalla lunga distanza del bomber Rosa poi l’errore di Deilton regala la sfera al solitario Azzoni ipnotizzato dalla lesta sortita fuori area dell’estremo difensore verdeoro della neopromossa (1-0). I virtuali titoli di coda dell’incontro scorrono al quarto giro di lancette nel corso della ripresa: lancio lungo con le mani di Capuzzo, Morgado arpiona in acrobazia la sfera e sforna l’assist per Ghiotti che non sbaglia (2-0). Generosi gli imolesi nella residua condotta di gara: Jelavic, Castagna e Deilton cercano invano la strada della rete della speranza. Bella apertura di Ghiotti per Canal, Juninho respinge; Castagna ad un soffio dalla meritata gioia personale con un rasoterra chirurgico nell’angolino basso, Capuozzo provvidenziale. Il tris del Pescara sfuma soltanto per l’incredibile superficialità delle conclusioni facili facili di Cuzzolino, Rosa e Canal. Juninho in assetto offensivo materializza l’assalto finale alla porta adriatica, il tiro di Jelavic a cinquanta secondi dalla sirena trova la mano di un Capuozzo insuperabile.

Pescara: Pietrangelo, Leggiero, Ghiotti, Pulvirenti, Duarte, Canal, Cuzzolino, Rosa, Chimanguinho, Morgado, Azzoni, Capuozzo. Allenatore: Colini
Ma Group: Battaglia, Deilton, Tosi, Lesce, Napoletano, Jelavic, Revert Cortés, Borges, Castagna, Crisantema, Fabinho, Juninho. Allenatore: Pedrini

Arbitri: Lamanuzzi (Molfetta) – Fiorentino (Molfetta)
Cronometrista: Di Guilmi (Vasto)

Marcatori: 9’44”pt Chimanguinho (P), fine primo tempo 1-0; 4’15”st Ghiotti (P), fine partita 2-0.

Ammoniti: Jelavic (Ma), Deilton (Ma), Canal (P), Leggiero (P), Cuzzolino (P)

Espulsi:

Ufficio Stampa
MA Group Imola Calcio a 5 2016/2017

SERIE A: fra un'ora Pescara vs Ma Group

La capolista Pescara è la scomoda antagonista a duplice ripresa della Ma Group tra campionato e Final Eight di Coppa Italia in appena cinque giorni. Si comincia dall’inviolato PalaRigopiano, bunker della corazzata di Mister Fulvio Colini, stasera (ore 18.30) per la mission impossible di Imola. Abruzzesi sempre in vetta alla graduatoria della massima serie (45 punti: 14 vittorie, 3 pareggi e sconfitte) nonostante una recente parentesi di lieve appannamento rispetto al robotico rendimento del girone d’andata. Un fisiologico momento di respiro parzialmente coincidente con l’assenza del “Cobra” Titi Borruto (9 reti), campione del mondo in carica con l’Argentina. Il secondo miglior attacco della categoria (85 goal) poggia le basi sulla straordinaria annata del pivot Matias Rosa (17 centri), ex capitano dell’albiceleste Under 20. La colonia sudamericana si nutre dell’estro del pluridecorato Leandro Cuzzolino (10), autore di una doppietta nel match dello scorso novembre in riva al Santerno (1-5). Non è da meno l’universale Mauro Canal (10) che in Italia ha vinto tutto (5 scudetti, 3 Coppe Italia, 6 Supercoppe Italiane) distinguendosi con profitto anche in Nazionale. In difesa c’è l’italo-brasiliano Ricardo Caputo (7) che insieme a Leggiero (6) e Ghiotti (4) garantiscono l’ermetica tenuta stagna del reparto arretrato (56 reti subite). Non è finita perché il terzetto ex Asti Chimanguinho (6)-Duarte (3)-Azzoni ed il nazionale paraguaiano “El Cholito” Salas rappresentano variabili tattiche dalla valenza assoluta. L’innesto invernale del campione d’Europa azzurro 2003 Dudù Morgado (5) è la ciliegina sulla torta di una società che, sfumata la Winter Cup, punta decisa all’accoppiata scudetto-Coppa Italia. Gli imolesi, privi dello squalificato Vignoli nel prossimo match di regular season, preparano con grande minuzia l’antidoto al doppio impegno seguendo la tabella di marcia stilata da Mister Pedrini. Il pareggio in rimonta ed a ranghi ridotti strappato al Cioli Cogianco ha rafforzato ulteriormente le consapevolezze di un collettivo che difficilmente soffre di timori reverenziali. Un succoso antipasto della sfida a fotocopia che animerà il primo quarto di finale (giovedì 23 marzo ore 11, diretta Facebook pagina Divisione Calcio a 5) della Final Eight di Coppa Italia di serie A di scena al palasport di Tolentino (MC).

Vanni Pedrini (Allenatore Ma Group): “Non servono grandi giri di parole, il Pescara è semplicemente la prima della classe. Nel match d’andata alla Cavina abbiamo saggiato il potenziale della formazione abruzzese che dispone di infinite ed eccellenti opzioni tattiche. Queste due partite saranno il probante test per valutare la nostra tenuta tecnica e psicologica in proiezione del volatone conclusivo della stagione. Purtroppo la squalifica di Vignoli complica la pianificazione del primo incontro, i ragazzi dovranno dare molto di più del massimo per ovviare all’assenza di un giocatore del calibro del nostro capitano”.

Ufficio Stampa
MA Group Imola Calcio a 5 2016/2017

PAROLA DI BUBBA: il fair play a volte non paga

Il fair play non sempre paga. Nella partita valevole per il campionato regionale di serie C2 tra Rossoblu Imolese 1990 e Romagna un calciatore di quest'ultima squadra ha tirato fuori un rigore volutamente perché il penalty era stato inventato dall'arbitressa. La stessa cosa è capitata ai padroni di casa che però hanno realizzato il gol e poi si sono ripetuti in seguito a un fallo che invece ci poteva stare. Alla fine il ragazzo che aveva fatto il gesto sportivo era inbufalito. Per la cronaca hanno vinto i locali.

MIGLIOR GIOCATORE: continuate a votare!!!!

Continuate a votare per eleggere il miglior giocatore del nostro comprensorio. Basta cliccare su un nome della lista che trovate nel menù a sinistra. VOTATE, VOTATE, VOTATE!!!

AMATORI CSI: brillano New Campanella e Andy&Flò, Simone Cocozza si riprende il primato dei bomber

Girone Verde 
Si allunga la serie positiva della Trattoria Damì che va a vincere nettamente 8-1 in casa del Ravaglioli, quaterne per Matteo Freddi e Federico Selvatici, gol della bandiera di Matteo Villa per il Ravaglioli.
Netto successo interno del New Campanella 11-3 al Franco SRL, le reti del Campanella di Riccardo Canducci (3), Albanese (2), Matteo Garavini (2), Dall’Osso, Pelliconi, Angelo Faziani e tefano Capone, per il Franco SRL doppietta di Savino Morra e una rete di Angelo Cipriani.
Atletico ma non troppo di Mordano supera di stretta misura 3-2 il Bar Renzo grazie alle reti di Annarumma (2) e Mandia, per il Bar Renzo in gol Fabio Busillo e Andrea Cardamone.

Girone Giallo
Largo successo del Marrazzo Infinity che a S. Patrizio supera 5-1 i Gladiatores grazie alle reti di Nesca (2), Di Graziano (2) e Sorgiovanni, per i Gladiatores il gol della bandiera su autorete.
Il Villa Real scatenato vince largamente 14-4 contro il Santoro Team con le reti di Simone Palmirani (5), Cattani (3), Tamburini (2), Modelli (2) e Nicolò Draghetti (2), per il Santoro Team i gol di Terracciano, Maicol Maccarelli, Colandrea e Nicolò Draghetti.
Il Poggio Pollino vince a Ortodonico 11-6 contro i locali del Circolo S. Prospero, i gol per il Poggio Pollino di Giorgi (5), Casà (3), Enrico Golinelli (2) e Badiali, per il S. Prospero 4 gol di Ramoz, poi Luigi Marani e Giacomo Marani.

Girone Rosso 
Finisce in parità 6-6 la sfida a Casatorre fra il Ristorante Maraz e lo Sporting C. Guelfo, i gol per il Maraz di Marco Colombari (2), Barrueco, El Manaoui e Mariani, per lo Sporting a segno Roncassaglia (3), Nocito (2) e Mattia Righini.
Gli Young Tigers si aggiudicano 7-4 la gara contro l’Atletico Pierre con le reti di Simone Cocozza (5), Mattia Baraccani e Assirelli, per l’Atletico Pierre i gol di Valerio Colangelo (3) e Ragazzini.
Il Caffè della Bocciofila vince 7-4 la gara interna contro il Semplicemente Pizza, le reti per la Bocciofila di Luca Polini (5), Geraci e Tedeschi, per il Semplicemente Pizza i gol di Ait Bouazza (2), Rus e Huqi.
Parità 6-6 fra All In ASD e Iris Serraglio, le reti per l’All In di Mirco Sarro (3), Yuri Mandia (2) e Giovanniello, per l’Iris Serraglio doppiette di Paragliola e Selami, poi i gol di Brisc e Indovino.

Girone Blu
Netta affermazione 8-2 dell’Atletico Follia in casa degli Amici di Baccio, le reti per i vincitori di Luca Barberi (3), Stiassi (2), Errani, Michel Padovani e Alpi, per gli Amici di Baccio la doppietta di Calabrese.
A Ortodonico lo Sparta Forum Corneli supera largamente 12-2 l’AVIS Cappuccini grazie alle reti di Bergami (3), Grippa (3), Sabbatella (2), Paiano (2) e Pietro Pedace (2), per i Cappuccini i gol di Gelsi e Filippo Capelli.
Facile vittoria di Andy&Flò 10-2 contro l’Atletico Imola con i gol di Berdoj (4), El Hamdaoui (3), Davide Dal Pozzo (2) e El Oirraq, per l’Atletico Imola le reti di Bacci e Paduano.
Imolese Calcio 1919 passa 3-2 a scapito del Saint Francis, le reti per i vincitori di Alaimo (2) e Daniele Puddu, per il Saint Francis a segno Giovanni Pagnani e Alvieri.

Nel 4° Trofeo Sport Time riservato ai Cannonieri : Comanda Simone Cocozza (Young Tigers) a quota 33 reti, seguito a una lunghezza da

Colombari (Maraz), segue a quota 30 reti Rocassaglia (Sporting C.G.), poi Giovanniello (All in) con 24 reti fatte, seguono con 23 reti Baraccani (Young Tigers) e Garavini (New Campanella), a quota 22 gol fatti troviamo Palmirani (Villa Real), poi a 21reti abbiamo Matteo Villa (Ravaglioli) e Nesca (Marrazzo), Federico Selvatici (Damì) raggiunge quota 19 reti, mentre con 17 gol troviamo Grippa (Sparta) e Paragliola (Iris). (in collaborazione con il Csi).

martedì 14 marzo 2017

TORNEI: fervono i preparativi per il Multietnico


TORNEI: al via l'under 18 Giovani Promesse


MIGLIOR GIOCATORE: al via il concorso per il TOP PLAYER di Imola

Pensavate che quest'anno non ci fosse il concorso per eleggere il miglior giocatore? E vi sbagliavate perché proprio oggi parte il sondaggio per decretare il più forte di Imola. Nel menù di sinistra trovate la lista dei calciatori in lizza per il premio finale. Dovete solo votare per il vostro giocatore preferito che vincerà il solito portafrutta personalizzato e un'intervista esclusiva. Votate, votate, votate!!!