giovedì 30 ottobre 2014

FAIR PLAY: anche la Ma Group guidata da Vanni Pedrini fece un gesto encomiabile

Vanni Pedrini
Il gesto di fair play effettuato dal mister degli Allievi dell'Imolese Calcio 1919 Marco Montanari che, dopo un gol non regolare della propria squadra, ha lasciato segnare la squadra avversaria ha un precedente nel calcio a 5 che non è stato abbastanza evidenziato all'epoca. Il mister era Vanni Pedrini e la partita molto importante visto che si giocava l'accesso al turno successivo dei playoff.
Ecco la cronaca di allora:
"Rimandate a martedì. La Ma Group e il Grosseto pareggiano 7-7 alla palestra Cavina nella partita di andata dei playoff. Il discorso per la qualificazione rimane aperto e si risolverà appunto martedì alle 16,30 nel ritorno alla Bombonera. Chi vincerà l’incontro accederà al triangolare successivo. Quattordici reti e tante emozioni per il pubblico accorso alla palestra di via Boccaccio. Imola parte bene con Grelle molto attivo in fase di finalizzazione. Al 4’ capitan Trerè sbatte la testa, attimi di panico e fiato sospeso ma poi fortunatamente “Checco” si rialza e poi rientrerà in campo. All’8’ i padroni di casa passano in vantaggio con Grelle che, di testa, indirizza in porta un pallone che gli arriva da un fallo laterale battuto da Caetano. Un minuto dopo gli ospiti reagiscono con Bartoli che colpisce la traversa e Grandi che compie un miracolo su Tonello, ripetendosi al 12’. Passa un giro di lancette ed ecco il gol di Barbieri che vince un contrasto e conclude sotto la traversa. Lo stesso “Sam” in maniera fortunosa tocca nella sua porta un cross di Tonello: 2-1. Al 17’ Principato ha la meglio su Roberto Conti e beffa il portiere locale con un diagonale.
 A 30 secondi dalla fine della prima frazione di gioco Bender ribalta il risultato.
Nella ripresa la Ma Group riparte d’assalto e il protagonista, nel bene e nel male, è Belleboni. Prima l’ex Conversano pareggia i conti con un destro da fuori che si insacca sotto il sette. Caetano allunga in seguito a uno schema su calcio piazzato e ancora Belleboni ruba palla e conclude imparabilmente. Lo stesso giocatore segna, al 5’30’’, una rete col portiere maremmano Brichieri a terra dolorante. I toscani protestano per il mancato fair play e la conseguenza è la rete di Tonello che rimette a posto le cose, subito dopo la ripresa del gioco.
 Il Grosseto non ci sta e pareggia nel giro di due minuti con la doppietta di Bartoli. Le emozioni non finiscono qui. Infatti, al 18’, capitan Trerè riporta avanti la sua squadra ma il vantaggio dura poco. A 30’’ dalla fine Bender realizza un gran gol con un tiro al volo in diagonale su assist di Tonello".

mercoledì 29 ottobre 2014

AMATORI ENDAS: al via il 10 novembre, ecco le squadre

Suspence per l'XI Campionato "Città di Imola", organizzato dall'Endas, che inizierà lunedì 10 novembre. Salvo botte di fortuna dell'ultimo minuto, sono sette le squadre al via. Si tratta delle confermate As Cappuccini, Gelateria Ferri e Marrazzo Infinity e delle nuove di zecca Dino Lezioni, 100% Gluten, Deportivo Pbm e Onoranze Funebri T. Grandi. Per ciò che riguarda i campi di gioco, la fa da padrone Ortodonico. Il campo intitolato a don Dino Favaretto sarà utilizzato dagli "studenti", dai "frati", dai "gelatai", dai "celiaci" e dalle "onoranze". Viene ripagato così lo sforzo che ha portato alla stesura di un nuovo manto grazie all'impegno del gruppo sportivo capitanato da Dino Zanoni, storico organizzatore di tornei e decano nel campo delle lezioni private impartite nel suo studio in viale Cappuccini. Trasferta a San Patrizio per chi dovrà affrontare il Marrazzo Infinity mentre il Deportivo Pbm gioca in casa a Medicina. Buon campionato a tutti!!!

lunedì 27 ottobre 2014

L'INTERVISTA: Antonio Gennaro: "Eravamo gruppo anche fuori dal campo"

Antonio Gennaro
Antonio Gennaro è un personaggio a tutto tondo. Notissimo nell'ambiente musicale, si fa apprezzare anche in quello sportivo. Calciatore di buona fattura, ha maturato esperienze anche nel futsal. Facciamo due chiacchiere con lui?
Attualmente giochi a calcetto?
"Attualmente no. Mi dedico solo al calcio a 11. In passato ho avuto modo di provare l'esperienza di un torneo Aics. Ora come ora diventa un buon modo per impegnare l'estate (non me ne vogliano i giocatori di futsal) quando la stagione calcistica finisce ed iniziano i vari tornei".
Dove hai giocato?
"Ho giocato nella Casita durante il torneo Aics, squadra allestita principalmente con ragazzi di Casalfiumanese con qualche innesto "estero" proveniente da Imola e Toscanella. Per quanto riguarda i tornei da tre anni faccio parte della squadra assemblata da "Pela" Busillo nel Torneo dei Cocomeri".
Quali sono i traguardi raggiunti più prestigiosi?
"A dir la verità a livello di traguardi prestigiosi nel futsal per il momento mi sono tolto ben poche soddisfazioni. Credo un quarto di finale raggiunto nel Torneo dei Cocomeri. Non è certo un ricco palmares".
Ci sono stati anche momenti brutti?
"No, fortunatamente no. Tutto è sempre rimasto nell'ambito del divertimento. Quindi non ci sono state delusioni cocenti, anche se, alla fine, personalmente quando scendo in campo non mi piace uscirne sconfitto, che sia una finale importante o la partita meno decisiva di un campionato".
Qual era la forza del vostro gruppo?
"Avevamo una buona rosa a livello di individualità. Numericamente eravamo tantissimi (sto parlando della Casita) e questo ovviamente non ti consente di provare qualcosa di particolare e di affinare l'intesa. Però diciamo che proprio essere "gruppo" anche fuori dal campo ci ha regalato qualche vittoria sofferta. Per quanto riguarda il mio parallelismo estivo la forza è data dall'esperienza di chi ha giocato in categorie nobili per il calcio a 5 (devo citare nuovamente "Pela") e poi negli anni abbiamo avuto elementi di valore, da Marco Dal Monte a Vandelli, passando per Daniele Ferri, senza nulla togliere agli altri che non cito per motivi di tempo".
Perché ti piace il futsal?
"Il calcio a 5 è bello da giocare, è agonisticamente molto intenso con poche pause, ritmo alto, tanto spettacolo. E' uno sport dove tutte le componenti devono funzionare ad hoc. Il piccolo errore si paga immediatamente. Mi piace perché richiede applicazione e concentrazione".
Differenze dal calcio?
"Mi riallaccio al discorso di prima per non dire le solite banalità. Se un giocatore nel calcio fa un errore (a meno che non si tratti del portiere ) si riesce a rimediare mentre nel futsal no. Ci sono movimenti specifici per specifiche situazioni di gioco. Se ti addormenti vieni punito e poi per il resto il ritmo è più intenso e si gioca con meno pause. Ma non farei cambio, resto nel rettangolo verde (e meno male per gli amanti del calcio a 5)".
Che tipo di giocatore sei?
"Sono il classico giocatore che viene schierato in avanti per fare meno danni possibili. No, scherzi a parte, mi piace gravitare in zona d'attacco. Probabilmente perché nel calcio a 11 gioco difensore centrale e quindi l'unica porta che vedo è la mia".
Aggiungi qualcosa?
"Volevo ringraziare lo staff di 5iomla per l'opportunità di dire la mia su questo sport e volevo fare una cosa singolare dando un'ipotetica formazione ideale basandomi sui giocatori con cui ho avuto modo di condividere il campo. Quindi i miei 5 sono: Gianluca Palestro - Andrea Conti - Fabio Busillo - Marco Dal Monte - Graziano Contadellucci. Buon calcio a 5 a tutti!!!!".

SERIE D: lo Sporting Castel Guelfo al via

Castel Guelfo - Finalmente ci siamo, la stagione 2014/15 del futsal guelfese e per tutte le squadre impegnate nelle serie D sta per partire. In settimana sono stati resi ufficiali, dopo alcuni slittamenti, i gironi di campionato e quelli di coppa. Sporting Castel Guelfo inserito nel girone "romagnolo" in compagnia delle tre squadre imolesi. Prima ufficiale prevista il 1 novembre in casa del Serraglio, valevole per il primo turno di coppa che prevede un girone a quattro con Villafontana e Felsina. La lunga preparazione ed attesa di rompere il ghiaccio probabilmente per tutte le squadre è stata snervante e vedremo se i ragazzi di mister Falivena sapranno scaricare sul campo oltre alla voglia di giocare anche i meccanismi studiati e provati in queste settimane. Preparazione trascorsa per fortuna senza troppi infortuni; i giocatori che per motivi lavorativi e personali hanno dovuto abbandonare sono stati subito sostituiti da altrettanti validi giocatori, dimostrando la continua crescita ed impegno che la società in questi anni stà maturando. Positivi i test amichevoli con società di pari categoria, l'Osteria Grande di C2 e le giovanili di Faventia e Imola che hanno mostrato chiaramente di una squadra che predilige un determinato tipo di gioco, mostrando invece alcune lacune a passare ad altri schieramenti o atteggiamenti che ad ogni modo potrebbero rendersi necessari in alcune fasi della partita.

Ufficio Stampa Sporting Castel Guelfo 

JUNIORES: Young Line corsara

Massimiliano Resta
Bologna, 26 ottobre 2014 - Il turno di sosta non raffredda i motori della Juniores biancoblu, che ha la meglio sui bolognesi dell'Aposa. Nessun goal nei primi venti minuti: Young Line tiene palla, Aposa sta chiusa in difesa. Al 22' Bandini riceve palla da calcio d'angolo e serve Malafronte, che sblocca il risultato. Due minuti dopo, si ripete la dinamica, ma questa volta Bandini tiene per sè la conlusione sul secondo palo. Il terzo goal arriva sul finire: contropiede di Malafronte, che tira, parata del portiere, Neri insacca su rimpallo. La ripresa si apre col goal a freddo dell'Aposa: errato rinvio di Resta, l'attaccante bolognese ne approfitta e finalizza. L'Aposa va in pressione, sperando di recuperare. Lo scontro a viso aperto, tuttavia, non riserva particolari emozioni. La Young Line vince, pur appannata. Il successo della Juniores segue quello degli Allievi, che si aggiudicano il derby di Coppa Emilia contro l'Imolese Calcio 1919.

APOSA F.C.D. - YOUNG LINE CALCIO A 5 :   1 - 3

YOUNG LINE: Resta, Salvini, Rubri, Angelotti, Bandini, Neri, Malafronte, Badahi, Struzzo, Valentini, Zaniboni, Bettini. All. Carobbi.

Prossimo turno - CAMPIONATO (31/10, ore 20.30 a Mordano) :  YOUNG LINE CALCIO A 5 - ASS. CLUB CALCIO A 5

Stefania Avoni (Ufficio Stampa - ASD Young Line Calcio a 5)

SERIE C1: Young Line bella di Coppa

Daniele Ferrini
Imola, 25 ottobre 2014 - Prosegue la cavalcata in Coppa Italia per la Young Line, che si consola per le delusioni di campionato. La terza vittoria in altrettante giornate rinfranca i biancoblu, determinati a trovare la giusta alchimia di gioco. A farne le spese questa volta è il Rimini. Il primo tempo è sonnolento: la Young Line crea e distrugge in autonomia, mentre il Rimini rimane inattivo in attacco per la gran parte della frazione. E' Balducci a movimentare la fase offensiva, offrendo un interessante assist a Ferrini al 2', colpendo una traversa piena al 3' e trovando l'ostacolo del portiere nei tentativi personali di affondo. Gli ospiti, messe alle strette, arrivano a quota cinque falli già al 10'. Al 14' il sesto fallo offre a Balducci la chance di portare a compimento la sua operosità offensiva: tiro, respinta, Balducci realizza su rimpallo. Valvieri cerca caparbiamente di interrompere il digiuno da goal, ma la fortuna non lo assiste nè al 20', nè al 22'. Grandi, a riposo fino al 21', viene chiamato in causa da un paio di tiri del Rimini: il più pericoloso è quello del 29', in un testa a testa che l'esperto portiere vince. L'ultimo sussulto è al 31', con un rilancio lungo in area di Grandi per Ferrini, fermato dall'estremo difensore. La modesta prestazione della Young Line del primo tempo viene annullata da un secondo tempo vivace, in cui, tuttavia, alterna momenti di lucida efficacia a momenti di arrendevolezza. Ancora caldo per il finale della frazione, Grandi deve bloccare il primo affondo del Rimini, al 2'. I biancoblu si riprendono prontamente e scattano in attacco: al 3' Ferrini tira, il portiere respinge, Zavoli corre in soccorso, facendo carambolare la palla in rete. Un minuto dopo Ferrini offre a Gelimeri un succulento assist, che il compagno esalta: rete su tiro diagonale dal limite dell'area. Il Rimini non piega la testa e al 14' realizza il goal della bandiera: corsa sulla fascia di Pellegrini, passaggio filtrante per Toscano, che non sbaglia. Gelimeri prende il testimone da Balducci, creando le occasioni più insidiose della ripresa: al 17' il suo bruciante contropiede non trova degna conclusione; al 29' il suo diagonale dalla fascia è alto sopra la traversa. Il Rimini causa ancora grattacapi al 19' e al 17': Grandi è vigile. Al 23' difensori e portiere rimangono inermi di fronte al giocoliere Ferrini, che segna la rete finale. Al 30' Venturelli prova in extremis a inserirsi nella lista dei marcatori, ma viene parato. L'ultima fatica è di Grandi, che al 30' para su tiro da calcio d'angolo. Il Rimini, infaticabile, esce sconfitto dalla Cavina. La Young Line, temporaneamente esentata dalle responsabilità del campionato, ottiene un buon successo, in attesa del derby di Coppa con l'Imolese Calcio 1919, anch'essa a pieno punteggio.

YOUNG LINE CALCIO A 5- CALCIO A 5 RIMINI :  4 - 1

YOUNG LINE: Grandi, Balducci, Gelimeri, Valvieri, Romagnoli, Ferrini, Ricciardelli, Masetti, Venturelli, Neri, Greco. All.Vanni.
RIMINI: Cellarosi, Carta, Fantini, Gobbi, Pellegrini, Gasperoni, Toscano, Zavoli, Galli, Cecchetti. All.Mulazzani.
RETI: 14' Balducci, 3' s.t. Zavoli (autogoal), 4' s.t. Gelimeri, 14' s.t. Toscano, 23' s.t. Ferrini.
AMMONITI: Toscano, Balducci.

ARBITRI: sig. AGOSTA di Parma e MARTUCCI di Modena

Prossimo turno - CAMPIONATO (01/11, ore 18.30 a Imola) :  YOUNG LINE CALCIO A 5 - BAGNOLO CALCIO A 5

Stefania Avoni (Ufficio Stampa - ASD Young Line Calcio a 5)

CSI: Cs Zolino vola nel girone A, Sea e Bar Renzo dominano il girone B, Forum Corneli in testa al girone C

Girone A
Uno scatenato Luca Pollini autore di una quaterna, fa volare in testa alla classifica del Girone il C.S. Zolino, che si aggiudica il derby 8-6 contro il Cafè di Zolino, le altre reti dei vincitori di Giovanni Sarti, Gabriele Berti,  Antonino e Tedeschi, per la squadra di Giovanni Pagnani a segno Zawadzki e Mounaim Hamid con una doppietta a testa poi le reti di Pedace e Serasini.
Netto successo casalingo 10-5 del Sen Spirit contro l’Atletico Imola, scatenato Rambelli autore di ben 5 gol per i vincitori, a segno anche Martini (2), Scarciglia, Massimiliano Rensi e Devis Vivoli, per l’Atletico Imola in gol Iacomino con una tripletta, poi i gol di Anzivino e Alex Bernabei. 
Il C.S. Campanella si conferma e supera fra le mura amiche 8-5 l’ASD Serraglio, con le reti di Fabio Illiano (3), Forlani (3) e Vignoli (2), per la squadra di Torre doppietta di Paragliola, poi le reti di Mauriello, Robles e Ghiulai.
Con una doppietta di Grandinetti e un gol di Damiano Perta, l’OCR Bubano vince 3-1 contro gli Amici di Baccio 4.1 che vanno in gol con Daniele Drei.
Scoppiettante 7-7 alla Tozzona fra Campinoti 09 e Saint Francis, i gol per i Campinoti di Marco Nesi (3), Luca Baruzzi (2), Stanzani e Montebugnoli, per la squadra di Carroli doppiette di Eddj Minarini e Carroli, poi un gol a testa per Mauro Beltrandi, Martignani e Chiappolotti.

Girone B 
Nella riedizione della finale della scorsa stagione stavolta ha la meglio la Sea che vince 2-1 contro la 3 mc srl Piancaldoli, con i gol di Fontana e Monducci per la Sea e Marco Monti per il Piancaldoli.
Netto successo del Pub Grace O’Malley che a Casalfiumanese supera facilmente 11-3 l’Immobiliare Santerno, i gol per i ragazzi di Camaggi di Quattrosoldi autore di 5 reti, 4 gol di Ciriello, un gol a testa per Matteo Mazza e Collina, per il Mordano in gol Luca Andalò, Marco Gonni e Poletti.
Continua a vincere anche il Bar Renzo, che stavolta espugna il campo del Rossoblu Imolese nettamente 8-1, con i gol di Serravalli (2), Maicol Morara (2), Daniele Ferri, Custura, Andrea Andalò e Faino, gol della bandiera per i Rossoblu Imolese di Costa.
Arriva la prima vittoria per il Poggio Pollino 4-2 al Dodo 2009, grazie alla doppietta di Ficara e ai gol di Grillini e Tondini, per il Dodo in gol Alex Balduini e Lollini.
Primi tre punti anche per il Ravaglioli che vince seppur di stretta misura 2-1 contro la Polisportiva Ponticelli, a segno per il Ravaglioli Miccichè con una doppietta, per il ponticelli in gol Manuel Correra.

Girone C
Altra sfida di alta quota è andata in scena a Casatorre dove i locali del Pub Mc Cleod hanno letteralmente sepolto 11-3 la Ciemmedi, a segno per i ragazzi di Castel San Pietro Terme Colombari e Roncassaglia con 4 gol a testa, mentre Di Pasquazio ne fa tre, per la Ciemmedi doppietta di Alan dal Monte, poi un gol di Ungania.
Continua a vincere il Forum Cornelii, stavolta si impone 6-3 contro il Deportivo la Dozzese, i gol per i vincitori di Luca Mazza (2), Cantoni, Bitelli, Luca Santandrea e Ravanelli, per il Dozza 3 gol di Francesco Tosto.
Il Villa Real di Villa Fontana si impone 7-4 in casa dell’Aci Gladiatores, a segno per il Villa Real Palmirani (3), Draghetti (2), Spica e Benini, per i Gladiatores in gol Beniamino Mongardi, Geminiani, Fabbri e Paolo Ferro.
Atletico Folia incappa nella prima sconfitta stagionale, fra le mura amiche cede di misura 4-3 al 78-ers, in gol per la Betti band Nanni, Brughieri, Matteo Nesi e Luca Betti, per i padroni di casa tripletta di Alessio Berti.
Vittoria di stretta misura 3-2 dello Scatolificio Medicinese che infligge la prima sconfitta al Caffè Emilia, in rete per il Medicina Delrio, Laruccia e Dario Martelli, per il Mezzocolle in gol Cortesi e Manuel Ferri.

Nel “2° Trofeo Sport Time” al termine della 3° giornata di andata troviamo al comando Pollini Luca (C.S. Zolino) con 10 gol fatti, seguito a quota 8 da
Iacomino (Atletico Imola) e Ciriello (Pub Grace O’ Malley), con 7 reti troviamo Colombari e Roncassaglia (Pub Mc Cleod) e Paragliola (Serraglio), infine a quota 6 gol fatti Rambelli (Sen Spirit) e Quattrosoldi (Pub Grace O’ Malley).


domenica 26 ottobre 2014

SERIE C2: In Coppa lo Start Five esce di scena

Minerbio, 25 ottobre 2014 - Stringe i denti lo Start Five, ma, penalizzato dalle pesanti assenze, perde contro il San Gabriele. Il primo goal dei locali arriva al 5': passaggio di Diolaiti per La Rosa, che segna. Gli ospiti tentano la reazione al 6' con Vannini, che impegna in angolo Messori, e al 16' con Mascia, che scarta il portiere ma tira debolmente, consentendo al difensore di deviare in angolo. Al 27' Borgatti Massimo taglia un bel pallone per Nutile, che non si fa pregare a siglare il raddoppio. Tre minuti dopo, il batti e ribatti davanti alla porta dei locali si conclude col tiro di Ricciardelli sul palo esterno. L'inizio della ripresa vede subito Monducci impegnato in due difficili parate su tiro di Borgatti Marco, prima, e Diolaiti, poi. Al 14' arriva la rete dello Start Five: da uno scambio fra il capitano Marcorello e Livera J. nasce il goal di quest'ultimo. Al 20' la bella azione corale degli ospiti non ha il dovuto finale: Marcorello tira, sfiorando la traversa. Al 26' il San Gabriele chiude la partita: azione solitaria di Diolaiti che, giunto davanti a Monducci, realizza la terza rete. Livera J. tenta, inutilmente, la reazione: il suo tiro costringe alla deviazione in angolo il portiere Messori. Due le note positive, che corrispondono ad altrettanti esordi fra le schiere imolesi: il portiere Monducci, già in forza allo Start Five lo scorso anno, e Mignogna, giovanissimo con buone qualità. La seconda sconfitta in altrettante giornate decreta (dato il riposo previsto per la terza giornata) l'uscita dalla competizione per gli imolesi. Tutte le energie, ora, andranno riposte nel campionato.

SAN GABRIELE - START FIVE:   3 - 1

START FIVE: Monducci, Mascia, Di Leo, Mignogna, Livera J, Ricciardelli, Marcorello, Vannini.  All. Iosca.
SAN GABRIELE: Messori, Nutile, Ascanelli, Corona, Borgatti Marco, Borgatti Massimo, Diolaiti, La Rosa, Citossi, Canitano, Ballarin, Grimandi. All. Dalena.
RETI: 5' La Rosa, 27' Nutile, 14' s.t. Livera J., 26' s.t. Diolaiti.

ARBITRO: sig. PALMIERI di Lugo.

Prossimo turno - CAMPIONATO (01/11, ore 15.00 a San Mauro Pascoli) :  CITTA' DEL RUBICONE - START FIVE


Massimo Ferri/Stefania Avoni
(Dirigente Start Five - Ufficio Stampa Start Five)  

sabato 25 ottobre 2014

SERIE C1: in Coppa l'Imolese Calcio 1919 gioca con l'Aposa

In Coppa l'Imolese Calcio 1919 allenata da Stefano Battilani rende visita oggi alle 15,30 al PalaVerne a Bologna all'Aposa.

SERIE C1: in Coppa la Young Line ospita Rimini

Serata di Coppa per la Young Line che stasera alle 18,30 alla palestra Cavina ospita il Rimini.

giovedì 23 ottobre 2014

L'INTERVISTA: Sebastiano Zappalà: "Cerco una squadra per allenarmi e migliorare"

Chi l'avrebbe mai detto che un tuo collega alla Decathlon te lo saresti ritrovato su un campo di calcetto a difendere una porta? A volte succede ed ecco Sabastiano Zappalà indossare i guanti per imitare gli estremi difensori azzurri Mammarella e Putano. Facciamo due chiacchiere con lui.
Attualmente sei impegnato col calcio a 5?
"Sì, faccio il Csi  con il Dodo 2009. Abbiamo avuto un inizio un po' a rilento ma possiamo fare bene".
Stai cercando una squadra di Federazione?
"Cerco una squadra per allenarmi e migliorare".
Quali sono state le tue esperienze nel calcetto?
"Da quattro anni gioco col Dodo".
Perché ti piace il calcetto?
"Mi piace molto perché si fa gruppo e si cresce insieme".
Perché hai scelto il ruolo di portiere?
"Perché hai tutto il gioco sotto controllo e puoi dirigere la squadra nel miglior modo".
Quali sono le tue caratteristiche?
"Attento, istintivo e partecipe".

L'INTERVISTA: Gian Luca Fantelli: "Vivete il presente senza avere ansia per il futuro"

Gian Luca Fantelli
L'ho conosciuto come cantautore in uno spettacolo al Cassero a Castel San Pietro. Gian Luca Fantelli, il "Fante" per gli amici, mi ha sconvolto positivamente. La sua malattia, la Sla, portata sul palco, nelle sue canzoni, come un modo per combatterla e perché no vincerla. E poi scopro che Fantelli ha anche un legame col calcio a 5. Faccio due chiacchiere con lui.
Che parte ha avuto il calcio a 5 nella tua vita?
"Direi una parte da protagonista dal momento che ho allenato per 15 anni collezionando oltre 400 panchine".
Racconta le tappe come giocatore e allenatore?
"Come giocatore meglio lasciare perdere perché ero un portiere molto scarso. Un po' meglio come allenatore anche se l'esordio a Baricella in C2 fu piuttosto traumatico e venni esonerato prima del fatidico panettone. Così decisi di fare il vice accettando la proposta di Remo Benini al Bologna 1990 in serie B dove il capo allenatore era Roberto Dall'Olio. Ci salvammo all'ultima giornata lo stesso giorno che la Fortitudo vinse lo scudetto di basket contro Milano. Dalla stagione successiva iniziai la mia carriera da capo allenatore nei campionati minori. E qualche vittoria è arrivata: due campionati di serie D, uno di C2, una coppa di C2. Anche la soddisfazione di fare i playoff di C2 con tre squadre diverse. Poi ricordo con molto affetto la vittoria del campionato femminile Csi".
Cosa ti piace di questo sport?
"Mi piaceva molto la possibilità di incidere sulla partita che in altri sport è parecchio inferiore".
Hai ricordi legati a Imola?
"Sono stato un paio di volte molto vicino ad allenare squadre imolesi ma poi non se ne fece nulla".
Quali sono stati i giocatori più forti che hai allenato?
"Nelle categorie dove ho allenato non c'erano fenomeni ma devo dire che ho sempre preferito avere ragazzi con la testa piuttosto che con i piedi. Fare nomi non sarebbe giusto ma avevo dei "pupilli" molto dotati anche tecnicamente e loro lo sanno senza bisogno che io li citi".
Tocchiamo l'argomento sla legato allo sport?
"In questi anni si è detto molto sui possibili legami tra sport e Sla ma alla fine non si è giunti a nulla di sostanziale. Attendiamo con fiducia che la ricerca faccia i passi che tutti ci auguriamo. Approfitto per segnalare il nuovo sito di IO VIVRÒ ONLUS, l'associazione che ho fondato e che si occupa di malati di Sla e delle loro famiglie presenti sul territorio imolese: www.iovivro.org".
Aggiungi qualcosa?
"Vivete il presente senza avere ansia per il futuro".

GIOVANI: gli anticipi di Coppa

Nella Coppa Emilia-Romagna della categoria Allievi la partita tra Imolese Calcio 1919 e Young Line, valevole per la seconda giornata del girone B, è stata anticipata a domani sera alle 21 alla palestra di Mordano. Nella Coppa Giovanissimi anticipo a sabato alle 16,30 sul campo di Zolino della partita tra Stella Azzurra e L'Eclisse.