martedì 4 ottobre 2022

ATTUALITA': Ortignola, da lunedì 10 ottobre parte il programma di attività fisica adattata

Dopo l’accreditamento del complesso sportivo Enrico Gualandi come Palestra che promuove la salute (Pps) e come Palestra in cui svolgere attività motoria adattata (Pps-Ama) da parte della Regione Emilia-Romagna e del Dipartimento di sanità pubblica dell’Azienda Usl di Imola alla fine dello scorso anno, lunedì 10 ottobre parte il programma di Attività fisica adattata per problematiche metaboliche, muscolo-articolari e neurologiche in piscina e in Sala corsi.

Alla conferenza stampa di presentazione erano presenti:

- Lorenzo Dall’Osso, Chiara Diversi, Manoela Gaibari e Mattia Zardi, chinesiologi referenti del progetto

- Arianna Isipato, presidente dell'Aism-Associazione italiana sclerosi multipla Imola


- Paolo Badiali, presidente di Iniziative parkinsoniane imolesi

- Riccardo D’Ambrosio, direttore dell'impianto sportivo

- Paola Lanzon, presidente di Deai e Sportup

- e ha portato il proprio saluto Marco Panieri, primo cittadino

L’accreditamento

L’obiettivo di questo accreditamento è la creazione di una rete tra Aziende Usl e palestre pubbliche e private di tutta la regione, certificate e istituzionalmente riconosciute dal Servizio sanitario regionale, per promuovere la salute di tutti i cittadini e in particolare favorire l’esercizio fisico.

Una rete di strutture che promuova stili di vita sani, e che persegua principi del fair play nella competizione, e dell’equità e non discriminazione delle persone, favorendo l’accesso e l’inclusione di tutti.


Quando ci sono specifiche condizioni patologiche, il medico può concordare con la persona l’adesione ad un certo tipo di attività fisica regolata secondo precisi protocolli (modalità, frequenza, intensità, durata e progressione nel tempo) e in questi casi si parla di prescrizione di esercizio fisico, che assume un ruolo simile a quello di una terapia, che può essere svolta sotto la supervisione di laureati in Scienze motorie specificamente formati.

L’Attività fisica adattata

«La mission è quella di far conoscere a più persone possibili il beneficio che può portare una corretta Attività motoria adattata svolta in acqua o in palestra per diversi tipi di patologie – spiegano Dall’Osso, Diversi, Gaibari e Zardi –. Il team di istruttori che seguirà i corsi è formato da diverse figure: chinesiologi (laureati in scienze motorie), specializzati nell'attività fisica adattata (L67), istruttori specializzati nel nuoto e nelle attività acquatiche, e assistenti bagnanti».

Le tariffe per la partecipazione a tutti i corsi saranno calmierate. Inoltre, «considerando i costi per i corsi che si svolgono in piscina, rincarati notevolmente in questo particolare periodo storico, sociale ed economico, il Comune di Imola ha concesso un contributo».

Informazioni su giornate, orari e caratteristiche dei corsi possono essere richieste alla reception dell’impianto, in via Ortignola 3m, o telefonicamente, allo 0542/628373, negli orari di apertura. Alla stessa maniera è possibile iscriversi ai corsi.

«Questo accreditamento premia un impegno che non comincia oggi – rivendicano Riccardo D’Ambrosio, direttore del complesso sportivo Enrico Gualandi, e Paola Lanzon, presidente di Deai, società di gestione dell’impianto, e di SportUp, società che organizza i corsi –. Fin dall’apertura, infatti, l’attività del nostro complesso sportivo, a tutti i livelli (corsi di gruppo e in mini gruppi, lezioni private e personal trainer), si è rivolta anche a persone con obiettivi ed esigenze particolari come la rieducazione posturale globale e il recupero muscolo-articolare a seguito di un intervento o di un incidente. A gennaio dello scorso anno, inoltre, abbiamo avviato anche i corsi di acquaticità, nuoto e ginnastica in acqua per persone con problematiche neurologiche. Non possiamo che essere soddisfatti per il fatto che questo nostro lavoro sia stato apprezzato anche a livello istituzionale e venga esteso a chiunque si rivolgerà al Servizio sanitario per questo genere di terapie».

Aspetto non meno significativo, «questo accreditamento premia anche la sicurezza del nostro impianto – aggiungono –. Ancora di più in questo momento, in cui il rispetto delle normative per il contenimento della diffusione del coronavirus è ancora al centro dell’attenzione, possiamo assicurare ulteriormente ai nostri utenti che a Ortignola è possibile praticare attività sportiva (dal nuoto libero ai corsi di nuoto in piscina, dai corsi in palestra alle attività in sala pesi) in completa sicurezza».

Nessun commento: