sabato 15 ottobre 2022

ATTUALITA': il Comune di Imola premiato con il "Premio Urbanistica 2022"

Il Comune di Imola è stato premiato per avere vinto il prestigioso “Premio Urbanistica 2022”, nella categoria “Innovazioni tecnologiche per la gestione urbana”, grazie al progetto “Rigenerazione del quadrante urbano Nord – Ferrovia: porta della città di Imola”, elaborato dagli uffici comunali per la candidatura al Bando PINQUA. La cerimonia di premiazione si è svolta ieri a Torino, nell’ambito del convegno annuale “Urbanpromo 2022 progetti per il Paese”, in programma nel capoluogo piemontese dall’11 al 14 ottobre. A ritirare il premio erano presenti l’assessore all’Urbanistica Michele Zanelli, l’assessora all’Ambiente e Mobilità Sostenibile Elisa Spada, l’ing. Laura Ricci, Coordinatrice della U.O. Pianificazione Urbanistica e il geom. Roberto Lelli, Responsabile interventi tecnici e patrimonio del Comune di Imola.

Come si articola il concorso - Il concorso è stato bandito da INU – Istituto Nazionale Urbanistica e dalla rivista Urbanistica, nell’ambito della manifestazione Urbanpromo, l’evento culturale di riferimento a scala nazionale sul grande tema della rigenerazione urbana, intesa come processo di strategie, politiche, azioni, finalizzate alla realizzazione di uno sviluppo urbano sostenibile.

Le categorie di concorso sono tre: 1) rigenerazione ambientale, economica e sociale; 2) innovazioni tecnologiche per la gestione urbana; 3) nuove modalità dell’abitare e del produrre

Il progetto presentato dal Comune di Imola ha vinto nella categoria “Innovazioni tecnologiche per la gestione urbana” che mira a far emergere le proposte più innovative per la mobilità efficiente e sostenibile, il riciclo dei rifiuti, le energie rinnovabili, la sicurezza urbana e la gestione delle emergenze.  Mobilità sostenibile e resilienza dello spazio pubblico sono gli elementi che caratterizzano la strategia di progetto e contribuiscono a rendere la città adattativa ai cambiamenti climatici, migliorando la sicurezza urbana.

Descrizione sintetica del progetto vincitore – La Stazione Ferroviaria, “Porta della citta”, è un nodo fondamentale nel programma di riqualificazione delle aree produttive dismesse e dello scalo merci che ha perso la sua funzione. Lo sviluppo dell’intermodalità treno+bici+Tpl (Trasporto pubblico locale) accresce l’accessibilità al centro cittadino e la potenziale attrattività delle aree collocate a ridosso della linea ferroviaria. Da qui si sviluppa il progetto di rigenerazione del quadrante urbano Nord-Ferrovia con una nuova centralità nel sistema di pianificazione strategica della Città di Imola, che vede le aree industriali dismesse a cavallo della ferrovia come bacino di aree da riconvertire a quartieri residenziali, ampliando la dotazione di alloggi di edilizia residenziale pubblica e investendo sul sistema del verde pubblico e della mobilità sostenibile per aumentare la resilienza e la qualità urbana di questa parte di città.

La matrice che mette a sistema tutti gli interventi di rigenerazione urbana, mettendoli in comunicazione tra loro e con i servizi, è un’infrastruttura verde urbana continua data dalla sovrapposizione del sistema di piste ciclopedonali e quello delle aree verdi, siano esse parchi urbani, giardini, filari di alberi, aree di riforestazione o di risulta del sistema viario. Questo sistema migliora la resilienza della città a fenomeni di isola di calore, eventi di pioggia intensa, comfort termoigrometrico delle persone, socialità, fruibilità, vivibilità degli spazi pubblici e stili di vita sani, in un’ottica di città dei 15 minuti.

La soddisfazione degli amministratori comunali - “Siamo orgogliosi di questo prestigioso premio frutto del lavoro trasversale dei due assessorati all’Ambiente e all’Urbanistica, dei rispettivi uffici e dell’arch. Matteo Zamagni che ringraziamo per il grande impegno messo in questo progetto. Il Bando PINQUA, nell’esperienza del Comune di Imola, è stata l’occasione per sviluppare una strategia urbanistica a larga scala che utilizza il sistema dell’infrastruttura verde urbana e della mobilità sostenibile come matrice che sottende gli interventi di rigenerazione urbana, per una migliore e più equa qualità di vita di cittadini e cittadine. Spazi verdi pubblici di qualità e la possibilità di raggiungere facilmente i servizi in bici o a piedi incide fortemente sulla qualità della vita della cittadinanza, in particolare per le fasce più fragili della popolazione. Questa strategia è ora utile anche per la dimensione territoriale del Piano Urbanistico Generale associato del Circondario” sottolineano gli assessori all’Urbanistica, Michele Zanelli e ad Ambiente e Mobilità Sostenibile, Elisa Spada.

Imola, 14 ottobre 2022                                                                CAPO UFFICIO STAMPA

Nessun commento: