venerdì 30 settembre 2022

SPORT, Basket B: la più longeva società di basket a Imola torna a chiamarsi Virtus Imola

(foto Virtus Imola)
Il 29 settembre 2022 resterà nella storia dello sport imolese: da oggi la più longeva Società di basket della nostra città torna a chiamarsi VIRTUS IMOLA.

La dirigenza ha compiuto tutti gli adempimenti burocratici ed amministrativi per il cambio di tipologia societaria, come previsto dai regolamenti federali, ovvero trasformandosi da A.s.d a S.s.d. a r.l.. E cogliendo l’occasione, all’interno della trasformazione, si è deciso di decretare anche il cambio del nome societario.

Dunque, c’è da festeggiare il ritorno al nome storico, quel Virtus Imola che campeggia negli annali e


negli almanacchi sportivi del nostro territorio dal 1936.

D’altra parte, “certi amori non finiscono, fanno dei giri immensi e poi ritornano“. Giri immensi, complicati, a volte dolorosi, altre molto dolorosi, a tratti felici ed infine travolgenti, come il 12 giugno 2022, quando il capitano Jacopo Aglio scagliò in aria la palla al suono della sirena finale di gara-3, scagliando virtualmente in aria ben 17 anni senza la serie B e senza quel nome sulle spalle. Quel nome che oggi torna ad essere realtà; torna ad essere il nome ufficiale della Società.

Certamente un altro passo storico che renderà felici i tanti tifosi nostalgici dei tempi d’oro e, probabilmente, anche quei tifosi che, dopo lo scivolone del 2005, si allontanarono dalla curva e dalle tribune, non riconoscendo totalmente la nuova Società come la continuazione della storia inziata, appunto nel 1936.

E, invece, quella Società non solo ha portato avanti quella storia, ma l’ha riscritta, nonostante tante tappe faticose, ritornando “a casa”, ovvero in serie B, la compagine più antica della pallacanestro locale.


E sono questi i momenti in cui il pensiero sale anche ai “grandi vecchi gialloneri” che hanno avuto la Virtus tatuata addosso, come Sergio Piattesi, Gino “Gnacci” Castaldi e Luigi Dall’Alpi, l’amato predecessore di Stefano Loreti sullo “scranno” del Presidente.

Il commento del Presidente Stefano Loreti: “Sono estremamente felice di poter finalmente dichiarare che, da oggi, siamo la VIRTUS IMOLA. Abbiamo sfruttato il momento degli adempimenti burocratici dovuti dal passaggio alla serie B nazionale, per modificare il nome societario. Torniamo alle origini e rispolveriamo la tradizione.

Ci tengo a ringraziare in particolar modo i tecnici specialisti con cui abbiamo collaborato nella gestione di questo delicato passaggio, partendo, innanzitutto dalla “Olimpia Gest. Sport” dei dottori Riccardo Zappi e Luigi Fiori Suzzi, il dottor Maurizio Bacchilega, il dottor Lucio Brucchieri e il Notaio Dott. Federico Tassinari, il cui lavoro ci ha permesso di chiudere la pratica in tempi utili per cominciare la nuova stagione.

Sono orgoglioso per quanto fatto in questi anni, basti pensare da dove siamo partiti 3 anni fa e credo che anche il ritorno al vecchio e storico nome sia un bel biglietto da visita per la nostra nuova avventura in serie B”.

Un applauso ed un abbraccio ai dirigenti che hanno stoicamente lavorato in questi mesi al fine di concludere tutta la procedura atta alla variazione: oltre alla coppia formata dal presidente Stefano Loreti e dal direttore generale Gabriele Torreggiani, il vicepresidente Fabio Turchi ed i dirigenti Renzo Balbo e Riccardo Castellari, nonchè a Carlo e Monica Marchi il cui aiuto è stato fondamentale.

Squillino le trombe, suonino i tamburi, la VIRTUS IMOLA E’ TORNATA!!!!!

Carlo Dall’Aglio - Responsabile Area Comunicazione Marketing Virtus Imola


Nessun commento: