venerdì 3 giugno 2022

SPORT, Calcio Seconda categoria: Dozzese, playoff vinto e ora si spera nel ripescaggio

2^ Categoria – Girone I

Finale

DOZZESE-SAN DONATO 3-2 (p.t. 1-2; s.t. 2-2; 1t.s. 3-2)

Reti: 17’ Dini (S), 21’ Filippone (D), 31’ Dini (S), 50’ Melara (D), 101’ Chiappetta (D).

Dozzese: Pandolfi, Pasquali, Giagnorio, Bua, Giovannini, Frascaroli (Decataldo), Morini (Marchesi), Monti (Brini), Melara (Bassi), Burnelli, Filippone (Chiappetta). A disp: Gaddoni, Zappi, Castagna, Cembali. All: Bettini

San Donato: Grillini, Eremita, Sturba, Rossi Magi, Graziani, D’Ascanio, Rivola, Nanetti, Trotta, Misto, Dini. A disp: Cesari, Massari, Raponi, Trebbi, Piombino, Greco, Spisso, Tozzoli, Moretti. All: Bucciarelli

Arbitro: Mazzanti

Espulsi: 57’ Sturba (S), 105’ Eremita (S).

E’ festa grande, grandissima, in casa Dozzese. Con il meritato successo 3-2, dopo i tempi
supplementari, la squadra di mister Bettini si ritrova tra le principali favorite in caso di ripescaggi nella categoria superiore.

Vittoria dominante, contro un San Donato che lascia tutto sul campo, comprese due espulsioni ed un infortunio a Raponi, nel finale di gara. Onore e merito alla formazione bolognese che, da 5^ della classifica di regular season, ha saputo battere la 2^ Sporting Pianorese e dare parecchio fastidio alla 3^, ovvero la Dozzese. Che vince i playoff ed ora può attendere (piuttosto) serenamente gli esiti delle graduatorie.


Il tutto senza poter schierare un bomber di razza come Simone Bonfieni, infortunato, pienamente rimpiazzato dagli altri attaccanti, tutti a segno: Filippone, Melara e Chiappetta.

E’ una squadra che, trovata la “quadra”, non ha più trovato avversari in campionato, superando nettamente le due corazzate Castel del Rio e Sporting Pianorese al “L.Pezzi” di Monte del Re e le avversarie dirette nei playoff Tozzona e San Donato.

Morini e compagni cominciano fin dai primi minuti a cercare insistentemente la via del gol e solo un fuorigioco frena l’urlo di giocatori e tifosi dopo pochi minuti di gioco: al 3’, punizione dalla trequarti destra con Frascaroli che filtra per Burnelli che, a sua volta, tocca al volo per la penetrazione di Melara. L’esterno beffa il portiere Grillini in uscita nell’area piccola, ma il colpo sicuro di Bua da due passi è al limite del fuorigioco che viene fischiato, senza esitazioni, dall’arbitro Mazzanti. L’esultanza per il


vantaggio, dunque, svanisce in pochi istanti.

Al 9’, dopo azione insistita sulla sinistra, Melara pesca un jolly filtrante per l’accorrente Pasquali che tenta il diagonale basso che supera Grillini, spegnendosi, però, a lato alla sinistra del portiere. Il primo spezzone di gara è favorevole ai locali che (gol annullato a parte), vivono spesso nei pressi dell’area bolognese, con il reparto offensivo molto attivo, soprattutto sulla sinistra con Melara. Ma la doccia gelata è dietro l’angolo: al 17’ sulla lunga rimessa laterale sulla destra di Eremita, capitan Marco Dini, di testa, riesce ad infilarsi tra Morini, Giagnorio e Giovannini a due passi da Pandolfi. E’ il gol del vantaggio felsineo.

La Dozzese è troppo carica e non ha certo intenzione di mollare la presa: al 20’ Morini scambia con Burnelli e viene atterrato centralmente sui 15 metri. Sulla palla si presenta Filippone che calcia forte e tagliato, con il portiere Grillini che compie una prodezza ribattendo il tiro. La palla giunge a metà campo e Giagnorio fa ripartire l’arrembaggio appoggiando a Morini: il capitano allunga per Filippone che comincia lo show personale. Sui 30 metri aggancia la sfera spalle alla porta e parte con il vorticoso slalom tra sei avversari che restano impotenti di fronte al fantasista. Che entra in area e beffa Grillini con un buon tiro in diagonale basso alla destra del portiere. E’ il gol del pareggio 1-1.

Nei dieci minuti successivi la trama del match non si sposta, con i gialloblu che premono con le varie incursioni di Morini, Burnelli e Giagnorio, mentre il San Donato tenta qualche ripartenza, come nel caso di Misto che spara altissimo dai 20 metri. Al 31’ su una rimessa laterale a sinistra, Trotta scambia con Misto ed alza una palombella morbida ma particolarmente alta, difficilmente controllabile da bomber (e capitano) Dini che accetta il contrasto con Giagnorio e Pasquali a due metri da Pandolfi: dopo un primo colpo di testa, la palla si impenna, nessuno dei padroni di casa riesce ad intervenire e per Dini è sufficiente allungare il piede per insaccare il nuovo vantaggio (2-1).

Ancora una volta la Dozzese non si demoralizza e torna ad attaccare con motivazioni rinnovate: Filippone prima tenta la rovesciata spettacolare, ma non inquadra i pali, quindi, al 36’, intercetta un passaggio ospite a centro campo e si invola a testa bassa tagliando da destra verso il centro. Al momento del tiro, arriva il contrasto di Eremita che, però, libera Burnelli a centro area: il suo tiro di prima intenzione trova la ribattuta di Grillini che impedisce il pareggio. Prima dell’intervallo, si registrano i tentativi di Frascaroli (tiro a lato di poco), Giagnorio (colpo di testa alto su punizione di Frascaroli), mentre dall’altra parte è ancora Dini a cercare la tripletta personale, al 48’, ma il suo tiro esce in diagonale basso alla destra di Pandolfi.

La ripresa si apre con il tiro che sfiora la traversa di Pasquali, seguito dalla sgroppata sulla fascia destra di Melara la cui conclusione è neutralizzata da Grillini. L’azione della Dozzese è arrembante e non lascia respirare gli ospiti che si schiacciano al limite della propria area. In mezzo al “traffico” sulla sinistra, Morini tenta l’eurogol con un ottimo tiro a giro che si spegne sulla traversa: Melara recupera la palla e dal vertice destro dell’area piccola tenta il tiro, sulla respinta di un difensore, l’attaccante ribatte in rete sul primo palo, ottenendo il pareggio che segna pesantemente il match.

Anche perchè nella ripresa la Dozzese domina in lungo e in largo, con il San Donato che non riesce a riproporsi in maniera pericolosa in attacco. Tanto più quando, al 12’ Giagnorio rilancia lungo centralmente, per lo scatto di Burnelli in mezzo alla coppia Rossi Magi e Sturba che lo stende sulla riga dell’area di rigore. Per l’arbitro Mazzanti è inevitabile estrarre il cartellino rosso al difensore ospite che lascia in inferiorità la propria squadra nel momento peggiore dei bolognesi.

La punizione è affidata a Filippone che, sempre di potenza, inquadra lo specchio della porta, trovando ancora una volta un ottimo Grillini pronto alla respinta. Al 17’ è Frascaroli a provarci sempre su punizione, ma Grillini non si scompone nella parata. Dopo l’espulsione i bolognesi arretrano notevolmente il proprio raggio d’azione, disponendosi in campo sul 4-3-2, senza, però, trovare gli spunti per ritrovare il vantaggio. Al 24’ Graziani si lancia in un’azione personale sulla sinistra e, sul contrasto di Giovannini, riesce ad entrare in area: il tiro alto non impensierisce Pandolfi. Ci prova anche Trotta alla mezzora, con un tiro cross morbido, ma il risultato ottenuto (tiro alto) non cambia.

La Dozzese è totalmente in gestione del match e del risultato, ma non riesce a trovare la zampata per chiudere il match nei tempi regolamentari: ci provano Burnelli di testa al 39’ (fuori di poco alla destra di Grillini) e Melara (tiro strozzato, fuori). Negli ultimi minuti attorno al 90’ i gialloblu tentano il colpaccio finale, ma Grillini gestisce bene gli ultimi assalti dei locali. Si arriva, così, ai tempi supplementari, con la Dozzese conscia di poter gestire due risultati su tre, in quanto in caso di pareggio al 120’, partirebbe la festa, per via della miglior posizione in classifica in regular season.

Dopo un paio di tiri a vuoto da ambo i lati, i padroni di casa pescano il jolly che vale la vittoria e la (molto probabile) promozione in 1^ categoria. All’11’ Monti calcia una punizione sulla fascia sinistra con lo spiovente che raggiunge l’area piccola: Pasquali non arriva di testa, alle sua spalle Rossi Magi non aggancia, favorendo il guizzo di Chiappetta che calcia alle spalle di Grillini. E’ l’esultanza “totale” della Dozzese che assapora concretamente il gusto della vittoria dei playoff.

Sul finire del primo tempo supplementare, espulsione per reiterate e plateali proteste per Eremita, uno dei più attivi dei bolognesi e infortunio a Raponi che deve lasciare il campo. Insomme, il San Donato chiude il match in ginocchio e senza alcuna possibilità di ribaltare l’esito della gara.

Gara che finisce con un paio di puntate offensive (piuttosto velleitarie) degli ospiti e la punizione del giovane talento Bassi, ben controllata da Grillini.

Al triplice fischio dell’arbitro Mazzanti, si scatenano i festeggiamenti dei tifosi e dei giocatori della Dozzese che trionfa davanti al pubblico delle grandi occasioni, con oltre 500 persone sugli spalti. Applausi anche al San Donato che gioca a testa alta fino al 120’ nonostante i limiti imposti dal match (due espulsioni e un infortunio).

Ora la Dozzese si pone, con grandi speranze, in attesa delle graduatorie ufficiali, in lizza per salire in 1^ categoria dalla porta secondaria. Ma pur sempre, meritatamente e con grande orgoglio.

PLAYOFF FINALE

Dozzese-S.Donato 3-2 d.t.s.

La Dozzese vince i playoff

PLAYOFF SEMIFINALI

Dozzese-Tozzona Pedagna 1-0

Sporting Pianorese-S.Donato 0-1

PLAYOUT

(rit) Atletico Mazzini-Biancanigo 0-0

(and) Biancanigo-Atletico Mazzini 1-1

Biancanigo retrocede in 3^ categoria

Carlo Dall’Aglio - Responsabile Ufficio Stampa A.C. DOZZESE

Nessun commento: