mercoledì 19 gennaio 2022

CULTURA: Giocamuseo prosegue

Giocamuseo
Prosegue il ricco programma Giocamuseo 2021-2022, la rassegna di laboratori, giochi e animazioni per bambine e bambini ideata per favorire un’esperienza unica e significativa con i musei e le loro collezioni, nel corso della quale i musei si trasformano in spazi per giocare, socializzare, creare e sperimentare. Un modo per imparare e conoscere storia, arte e natura divertendosi. L’iniziativa è organizzata dai Musei Civici del Comune di Imola, in collaborazione con l’Associazione culturale Arte.Na ed è realizzata con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Imola.

Domenica 23 gennaio di scena “Il mare sopra le montagne” - Iniziata nell’ottobre dello scorso anno, la rassegna prosegue con il prossimo appuntamento in programma domenica 23 gennaio alle ore 16.30 al Museo di San Domenico, dal titolo “Il mare sopra le montagne”. Si tratta di un laboratorio dedicato alla collezione naturalistica di Giuseppe Scarabelli, nel corso del quale le sale del museo si animano di misteriose creature degli abissi. Si potranno così scoprire bizzarre storie sugli animali marini del passato, andare in cerca di antichissime conchiglie fossili e costruire il proprio mare in bottiglia da portare a casa.

I posti sono limitati ed è necessario prenotarsi entro il giorno prima tramite l’App “Io Prenoto” o telefonando al numero 0542-602609 (dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 13). La partecipazione al laboratorio è di euro 4 a bambino/a.

Le attività verranno svolte nel rispetto delle normative anti Covid19 in vigore.

I prossimi appuntamenti di Giocamuseo – Gli appuntamenti con i laboratori di Giocamuseo proseguono domenica 13 febbraio, alle ore 16.30, a Palazzo Tozzoni con il laboratorio “Mi vesto… come un dio!”. I quadri e gli affreschi di Palazzo Tozzoni nascondono tanti racconti mitologici: storie di dei, eroi e personaggi leggendari. L’appuntamento diventa così l’occasione per andare alla scoperta delle loro storie e creare il proprio personale travestimento da divinità. L’iniziativa è consigliata per bambini/e dai 6 agli 11 anni.

Si prosegue domenica 27 febbraio, alle ore 16.30, sempre a Palazzo Tozzoni, con “I Conti Tozzoni al Gran Carnevale di Venezia”. Per i Conti Tozzoni il Carnevale era uno dei momenti più piacevoli dell’anno. Infatti si trasferivano tutti a Venezia per partecipare a divertimenti e feste in maschera. Con questo appuntamento si potranno scoprire aneddoti curiosi, visitare gli appartamenti nobili e preparare le proprie maschere per il Gran Carnevale. L’iniziativa è consigliata per bambini/e dai 3 agli 6 anni. Domenica 13 marzo, alle ore 16.30, alla Rocca Sforzesca, sarà di scena “Una Rocca. Cento nomi”. Giovanni, Teresa, Giuseppe… chi avrà scritto tutti questi nomi sopra le pareti della Rocca? Con il laboratorio si andrà alla scoperta delle scritte e dei disegni che i prigionieri hanno lasciato sulle mura della Fortezza, a raccontare la storia del loro passaggio. Si potrà realizzare la propria lastra di argilla incisa con nome e disegni per creare la propria originale traccia. L’iniziativa è consigliata per bambini/e dai 6 agli 11 anni. L’ultimo appuntamento della rassegna è in programma domenica 27 marzo, alle ore 16.30, alla Rocca Sforzesca, con l’iniziativa Apprendista Cavaliere. “Da grande voglio fare… il cavaliere”. Quante volte qualcuno avrà fatto questa affermazione. Ma come si fa a diventare cavalieri? Tra armi ed armature conservate nella fortezza si potranno scoprire tutte le tappe di questo percorso impegnativo e realizzare spada, scudo ed elmo per mitiche battaglie d’altri tempi. L’iniziativa è consigliata per bambini/e dai 3 agli 6 anni.

Notte al museo – E’ stata programma anche l’iniziativa “Notte a Palazzo”. Sabato 4 giugno dalle 20.30 alle 8.30 del mattino successivo, a Palazzo Tozzoni si potrà vivere l’emozione di una notte da Conte. Infatti Palazzo Tozzoni apre le sue porte per ospitare i “nobili invitati” in una grande serata di festa nelle antiche stanze. L’iniziativa è consigliata per bambini/e dai 7 agli 11 anni.

Per partecipare occorrono sacco a pelo e materassino o sacco lenzuolo e coperta, spazzolino, tuta, calzini di ricambio per girare scalzi. Alla colazione ci pensano i Musei civici. E’ previsto un massimo 16 bambini/e; costo della partecipazione 12 euro a bambino/a.

Le mostre in corso – Ricordiamo che fino al 27 febbraio 2022 al Museo di San Domenico (riapre le porte in occasione di quest’evento limitatamente alle installazioni poste al piano terra, le collezioni permanenti rimangono chiuse per lavori), nella Rocca Sforzesca ed a Palazzo Tozzoni è allestito “Beyond the Comedy”, un percorso cittadino di arte contemporanea dell’artista palermitano Lanfranco Quadrio.

Il progetto è curato da Diego Galizzi con la collaborazione di Paolo Cova e richiama esplicitamente la Commedia di Dante ma allo stesso tempo allude al suo superamento, invitando ad andare oltre il testo letterale per addentrarsi piuttosto in un viaggio emotivo che riguarda ognuno di noi e che coinvolge i concetti di colpa, perdizione, pena, solidarietà e redenzione. L’articolazione in tre atti, ognuno dei quali prende spunto da una cantica dantesca, segue il filo di un affascinante e sottile dialogo con lo spirito dei luoghi prescelti per l’esposizione. In ciascuno di questi trovano collocazione composizioni di grande dimensione, visioni di forte impatto emotivo, visionarie e simboliche, che conducono i visitatori attraverso la vertiginosa e turbolenta rappresentazione dei dannati delle “Malebolge” e di “Flegetonte”, allestite nell’andito dell’Inquisizione del Museo di San Domenico, l’intensa e drammatica “Forse, tutto è Purgatorio”, un’opera grafica larga più di dodici metri la cui collocazione nei sotterranei della Rocca Sforzesca, a stretto contatto con le invocazioni graffite sui muri dai carcerati, assume un alto valore simbolico, per concludersi nel salone d’onore di Palazzo Tozzoni, dove in stretto dialogo con l’affresco del “Carro del sole” dipinto sulla volta della sala fanno la loro comparsa due grandi ali, vero segno distintivo dell’immaginario figurativo dell’artista e punto culminante di un’allegorica ascesa verso un’idea “laica” di salvazione.

Giorni e orari di apertura – Il percorso espositivo è aperto il venerdì dalle 15 alle 19; il sabato dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19; la domenica dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19.

Costo: 6 euro (biglietto cumulativo per Palazzo Tozzoni e Rocca), l’ingresso al Museo di San Domenico è gratuito

Informazioni - Musei civici di Imola- tel. 0542-602609 / mail musei@comune.imola.bo.it / www.museiciviciimola.it

Imola, 19 gennaio 2022

Nessun commento: