domenica 19 dicembre 2021

SPORT, Calcio a 5 B: l'Aposa Bologna cade nel Fossolo

APOSA BOLOGNA – FOSSOLO 76 : 3 – 5

FOSSOLO 76: Barbi, Romano, Petrella, Gardi, Pellegrino, Cavina, Giardino, Montanari, Ferrante, Arduini, Anselmo, Puddu. All. Corona.

APOSA BOLOGNA: Ferrara, Pieri, De Pietro, Macchia, Aprile, Spada, Pritoni, Turc, Ansaloni, Toschi, Paciaroni, Radesco. All. Carobbi.

ARBITRI: Briguglio di Brescia e Reinish di Bolzano; cronometrista, Macca di Imola.

RETI: p.t. 3’ Spada (A), 8’, 9’ e 13’ Arduini (F), 11’ Aprile (A); s.t. 9’ Anselmo (F), 16’ Pieri (A), 17’ Giardino (F)

AMMONITI: Ansaloni, Pieri, Toschi, Cavina.

ESPULSI: Spada, Ferrante.

Funo di Argelato, 18 dicembre 2021 – L’ultima partita della stagione regala spettacolo, emozioni e colpi di scena per il pubblico bolognese. Da un lato c’è il Fossolo 76 di Giardino, dall’altra Aposa, squadra di giovani emergenti che, nelle sfide più ostiche, sfoderano il loro lato più combattivo. Il ritmo di gioco parte da subito elevato, mantenendosi tale per tutto l’incontro. Le due squadre manovrano veloci, affrontandosi a viso aperto. Aposa cerca di battere la difesa locale sfruttando il contropiede, che porta la prima rete dopo soli tre minuti, su triangolazione fra Spada e Pritoni. A replicare è Arduini, fra l’8’ e il 9’: prima segna da distanza, poi con la complicità di Pieri. Quello bolognese si rivela essere un derby basato su astuzia e abilità negli scambi: chi riesce ad anticipare le mosse dell’avversario ha la meglio. Il Fossolo, quasi soffocante nelle marcature, non impedisce ad Aposa di dar battaglia. All’11’ Aprile riconquista il pareggio, che al 13’ Arduini, alla terza rete, vanifica. I cinque falli raggiunti da entrambe sul finale sono solo un assaggio della tensione che caratterizzerà la ripresa. Aposa parte decisa a recuperare, attaccando la porta avversaria. La prematura espulsione di Spada, il primo a cadere sotto la severa scure arbitrale, non scompone la squadra di Carobbi: Paciaroni protegge la porta nei due minuti di inferiorità numerica, che il Fossolo non sfrutta. La rete di questi ultimi arriva solo a porta vuota, al 9’, per una prodezza del portiere Anselmo: il suo tiro, dalla sua area, finisce dritto nella rete avversaria. La concitazione di una gara che nessuna delle due squadre vuole perdere porta all’espulsione, per doppia ammonizione, di Ferrante. Aposa tenta il tutto per tutto col portiere di movimento: la porta avversaria viene messa a ferro e fuoco e il goal di Pieri arriva al 16'. Per contro, le occasioni mal sfruttate del gruppo vere-nero non si contano, a fronte di un portiere avversario paratutto. La rete di Giardino, al 19’, chiude i conti: la sua squadra, nella ripresa, segna due volte su due a porta vuota. Il risultato finale riconosce al Fossolo la lucidità nei momenti chiave che scaturisce dall’esperienza. Aposa perde sí, ma dopo una gara combattuta ad armi pari: non si sottovaluta e non viene sottovalutata. Il 2022 dovrà ripartire con questa consapevolezza, unita alla voglia di vincere.

Prossimo turno – campionato (Reggio Emilia, 15/01 ore 16.00): OLIMPIA REGIUM - APOSA BOLOGNA FCD

Stefania Avoni - Ufficio Stampa Aposa Bologna Fcd

Nessun commento: