domenica 28 novembre 2021

SPORT, Calcio a 5 B: l'Aposa Bologna sbanca la Cavina

DOZZESE - APOSA BOLOGNA : 1 – 2

DOZZESE: Sangiorgi, Malafronte, Zaniboni, Ferrara, Castagna, Fabbri, De Lollis, Grelle, El Oirraq, Greco, Lesce, Valpiani. All. Treré.

APOSA BOLOGNA: Cadeddu, Pieri, De Pietro, Macchia, Aprile, Spada, Pritoni, Turc, Toschi, Paciaroni, Ansaloni, Radesco. All. Carobbi.

ARBITRI: Anzisi di Mantova e Santarpia di Castellammare di Stabia; cronometrista, Macca di Imola.

RETI: s.t. 8’ Grelle (D), 15’ Ansaloni (A), 16’ Spada (A).

AMMONITI: El Oirraq, Lesce, Radesco.

ESPULSI: -

Imola, 27 novembre 2021 – Aposa vince e convince. Lo fa nel derby degli amici, degli ex compagni di squadra, nella gara emotivamente più coinvolgente della stagione. La nuova Aposa, sempre più gruppo, sempre più definita quanto ad identità di gioco, non solo non accusa il solito (e di norma fatale) minuto di black-out, ma, nel momento decisivo, fa la scelta più coraggiosa. La prima frazione vede la Dozzese tentare subito il colpaccio con Castagna, che prende in pieno la traversa. Se lui e Grelle saranno i protagonisti dell’attacco locale, Ansaloni e Pritoni faranno da contraltare in Aposa. Il confronto fra le due squadre è a viso aperto: manovrano sicure, veloci, con un’intensità di gioco che si mantiene elevata. Nessuno è escluso dalla lotta: i contrasti, spregiudicati, sono il manifesto dell’agonismo che pervade il campo di gioco. La concentrazione sull’obiettivo è totalizzante: le azioni da goal si sprecano, ma la dea bendata, per la prima frazione, preferisce mantenere inalterati gli equilibri, in favore dello spettacolo. Non decide nemmeno al 19’, quando Grelle, bruciata in contropiede la difesa ospite, si ritrova in un uno contro uno con l’ex compagno di squadra Paciaroni: quest’ultimo ne intuisce le intenzioni, esce e para, meritando gli applausi del pubblico. Le scintille caratterizzano anche la ripresa: Aposa alza la guardia in difesa, coprendo le spalle all’attacco, ma, se al 7’ Castagna fa tremare la traversa, all’8’ Grelle segna. Invece che accusare il colpo, gli ospiti aumentano lo slancio offensivo, imbattendosi in un bravo Sangiorgi. Al 15’ mister Carobbi fa la scelta più ardita: Aprile entra come portiere di movimento. Aposa non ha alcuna esitazione: Toschi serve un assist filtrante e Ansaloni pareggia i conti. Ma questo non può bastare e, si sa, la fortuna aiuta gli audaci: ancora portiere di movimento, ancora un pregiato assist di Toschi, che trova Spada pronto ad allungare. La Dozzese fa lo stesso: inserisce il portiere di movimento, nell’estremo tentativo di recupero. Gli ultimi, infiniti minuti, vedono gli ospiti innalzare un muro difensivo che si rivela invalicabile per i padroni di casa. L’avvincente derby fra Dozzese e Aposa, ben condotto dalla direzione arbitrale e caratterizzato da un sano agonismo, si conclude in favore degli ospiti. E per la squadra verdenera è una ‘missione compiuta’.

Prossimo turno – campionato (San Lazzaro, 04/12 ore 15.00): APOSA BOLOGNA FCD – ATHLETIC CALCIO A 5

Stefania Avoni - Ufficio Stampa Aposa Bologna Fcd

Nessun commento: