domenica 10 ottobre 2021

SPORT, Calcio a 5 B: Aposa Bologna, esordio con sconfitta

APOSA BOLOGNA – PRO PATRIA : 1 – 4

PRO PATRIA: Belluzzo, Drago, Spatari, El Madi, Gaglio, Adduci, Revert, Torrelli, Straface, Salles, Butturini, Annichiarico. All. Greco.

APOSA BOLOGNA: D’Alessandro, Pieri, De Pietro, Macchia, Aprile, Spada, Pritoni, Ansaloni, Lucchese, Toschi, Paciaroni, Radesco. All. Carobbi.

ARBITRI: Copat di Pordenone e Ianese di Belluno; cronometrista, Divona di Bologna.

RETI: p.t. 11’ e 12’ Drago (P), 19’ El Madi (P); s.t. 13’ Lucchese (A), 19’ El Madi (P).

AMMONITI: Toschi, Butturini.

ESPULSI: Radesco, Pieri.

 Bologna, 9 ottobre 2021 – E’ un’Aposa dai tanti volti quella scesa in campo nella prima di campionato: è l’Aposa che lotta, l’Aposa che esita, l’Aposa aggressiva e l’Aposa emotiva. Il ‘battesimo’ di fuoco, contro quel Pro Patria candidato al titolo finale, porta ad una sconfitta. Il primo tempo parte in crescendo: le due squadre si studiano, saggiando la tenuta delle opposte retrovie. La svolta, rispetto ad una condizione di temporaneo equilibrio, avviene a metà tempo, con l’espulsione di Radesco. In inferiorità numerica, la squadra di casa regge fino al goal di Drago, all’11’, bissato nel minuto seguente. Sono uno, due, tre schiaffi che aprono uno squarcio nella squadra: comincia una fase calante che, pur attenuata dall’abilità di Paciaroni in porta, culmina con l’espulsione di Pieri, al 19’. Il Pro Patria, dall’alto della propria lucida esperienza, ha gioco facile contro un avversario domato: la terza rete, di El Madi, arriva sul finire della frazione. L’Aposa delle ripresa lotta nervosamente per ribaltare il risultato: l’attacco, frenetico, va in rete solo col tiro piazzato di Lucchese al 13’. Gli ospiti abbassano inizialmente il ritmo, forti di un risultato che non sembra in discussione: è al 7’, però, che sottopongono la porta locale ad un raid infuocato. Paciaroni, il migliore in campo, si erge a baluardo della difesa verde-nera, spalleggiato dal fidato Spada: la palla non entra in porta e il Pro Patria è costretto ad arrivare, al 14’, a cinque falli. Il finale è concitato: colpi da entrambe le parti, che culminano nel tiro libero per sesto fallo fallito da Lucchese e nelle rete di El Madi al 19’. La lucida esperienza del Pro Patria ha la meglio sui giovani di Aposa, che cadono, ma dimostrano di sapersi rialzare.

Prossimo turno – campionato (Cesena, 16/10 ore 17.00): FUTSAL CESENA – APOSA BOLOGNA FCD

Stefania Avoni

Ufficio Stampa Aposa Bologna Fcd

 

Nessun commento: