lunedì 11 ottobre 2021

AMBIENTE: mercoledì incontro organizzato da Studio Sportiva Mente

Elisa Spada
“Conoscere e amare il territorio con camminate e trekking” è il tema della serata in programma mercoledì 13 ottobre alla sala del centro sportivo Montericco, situato in via Montericco, 5/a. L'evento, organizzato dall'associazione Studio Sportiva Mente, è gratuito e i posti a disposizione sono 40 che si possono prenotare chiamando Dino al numero 3294024385. I relatori saranno Maria Teresa Castaldi, vice presidente del Cai Imola (Club Alpino Italiano) e Ivano Cobalto del Gert (Gruppo Emergenza Radio Territoriale). Sarà presente Elisa Spada, assessora all'Ambiente e alla Mobilità sostenibile.

“Siamo – dicono in coro Alex Dovesi e Dino Zanoni - una nuova realtà imolese, nata da una domanda: cosa stiamo facendo per gli altri? Da questo interrogativo è saltata fuori la nostra risposta: l'associazione studio sportiva mente asd. Si tratta di un'associazione che opera in diversi campi e settori, dalla cultura allo sport, ed è aperta a tutte le persone che vogliono divertirsi usando la testa. In futuro

La Vena del Gesso

vogliamo realizzare progetti per aiutare anche i più vulnerabili. La nostra idea, il nostro sogno è che il noi prevalga sull'io. La nostra sede è in viale Cappuccini, 14 dove si trova anche lo studio di lezioni private gestito da Dino Zanoni, vice presidente dell'associazione e decano degli insegnanti oltre che organizzatore di tornei di calcio a 5 e di altri sport da una cinquantina d'anni, e insieme agli altri, nostro braccio operativo”.

Maria Teresa Castaldi prosegue: “L'associazione organizzatrice dell'incontro mi ha contattato tramite Ivano Cobalto. Nell'occasione presenteremo una guida di itinerari imolesi, un'iniziativa sostenuta dal Comune di Imola e dall'assessora Elisa Spada. Noi del Cai siamo impegnati nella divulgazione e nella formazione e collaboriamo con enti e associazioni nell'ottica di far conoscere sentieri e camminate. Sono 28 per un totale di 238 chilometri i sentieri curati dal Cai Imola e a questi si aggiunge la nuovissima Via del Gesso, un trekking di 70 chilometri che unisce Imola a Faenza passando per la Vena, inaugurato a settembre. La chicca finale è che si potrà toccare con mano il lapis specularis, un gesso secondario che gli antichi romani usavano come alternativa al vetro e le cui cave sono state scoperte recentemente e rappresentano un patrimonio culturale unico”.

Ivano Cobalto dice: “Con lo Studio Sportiva Mente vogliamo mettere insieme i desideri di veicolare un messaggio di rispetto per l'ambiente e la tutela ambientale in caso di calamità. Il mio intervento verterà sulla sicurezza della passeggiata e sugli strumenti tecnologici da usare”.

Nessun commento: