lunedì 18 marzo 2019

L'INIZIATIVA: per i 500 anni di Leonardo il Comune si mobilita

Fabio Bacchilega
Nel 2019 saranno i cinquecento anni dalla morte di Leonardo da Vinci e il Comune di Imola intende partecipare alle celebrazioni vinciane con attività dedicate e curate dai servizi del settore Cultura: Musei Civici e Biblioteca Comunale. Parimenti un’associazione storicamente sensibile ai temi della diffusione culturale e allo studio del territorio come l’Associazione per Imola Storico Artistica, ha elaborato un progetto sui temi leonardiani, promuovendo inoltre contatti con la Fondazione Cassa di Risparmio di Imola e la Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna al fine di giungere ad un programma di iniziative condiviso e strutturato anche con il Comune di Imola. IF Tourist Company ha predisposto una serie di visite guidate ai luoghi leonardiani imolesi. Anche il Touring Club di Imola ha elaborato alcune proposte. Va ricordato come il Comune di Imola partecipa al "protocollo Leonardo", una rete
di comuni romagnoli con capofila Cesena, che intendono celebrare il percorso che l’artista vinciano intraprese in Romagna nel 1502. La rete di comuni del" protocollo Leonardo" riunita in un unico logo e in un unico progetto di comunicazione ha lasciato ad ogni Comune il compito di celebrare l’iniziativa secondo la declinazione più adatta al luogo.
Volendo far salda l’unicità di Imola, ci sembra giusto fare riferimento alla mappa della città che attualmente si trova nelle collezioni reali di Windsor Castle ed attribuita a Leonardo che probabilmente utilizzò una elaborazione dell’architetto degli Sforza, Danesio Maineri.
Leonardo fu chiamato in città dal duca Valentino per verificare lo stato delle difese imolesi e vi rimase dal settembre al dicembre 1502, tracciando, oltre alla mappa Windsor anche alcuni schizzi

dei quartieri della città.
Queste le ipotesi di lavoro che costruiscono un programma dedicato a diversi generi di pubblico, dai bambini più piccoli agli adulti:

Comune di Imola

Musei Civici

Viaggio in Romagna. Leonardo a Imola

L’idea guida che ha mosso i Musei è stata quella di immaginare una conversazione-spettacolo che punta l’attenzione su quel momento storico molto particolare per la nostra città che fu l’autunno del 1502, quando ad Imola si trovavano contemporaneamente Leonardo da Vinci, Machiavelli e Cesare Borgia detto il Valentino. Momento in cui si colloca la redazione della famosa mappa di Imola. Verranno affrontati anche temi di una certa complessità, che saranno però trattati con un linguaggio gradevole e spettacolare: qual era il rapporto tra Arte e Scienza nel periodo nel quale Danesio Maineri e Leonardo lavoravano alla mappa? Qual è la relazione tra città e paesaggio imolese circostante e come viene utilizzato il medium della cartografia zenitale nella rappresentazione della realtà urbanaIl progetto, ideato appositamente per Imola, verrà realizzato in collaborazione con il
Laboratorio Città – Paesaggio dell’Università degli Studi di Bologna, campus di Ravenna nella persona del prof. Mario Neve e del prof. Maurizio Iacono, ordinario di filosofia presso l’Università degli studi di Pisa, che non sono nuovi a questo tipo di lezione-spettacolo già praticata con successo non solo in Italia. A loro si affiancherà il lavoro di un regista per definire i movimenti scenici e strutturare lo spettacolo.
Si immagina una serata di teatro di parola, dove la mappa di Imola sarà al centro del discorso e dove gli autori-attori, Mario Neve e Maurizio Iacono, si avvarranno anche di suoni, immagini e brevi filmati. La particolarità dell'evento è quella di non essere realizzato all'interno di un teatro, ma all’aperto nel luogo vinciano per eccellenza, la Rocca.

Messer Leonardo va in città. Il viaggio di Leonardo a Imola
Il secondo intervento dei Musei è dedicato ai più piccoli e si svolge durante i 15 giorni di Summer School che si svolgono presso i Musei. Il titolo del progetto è Messer Leonardo va in città. Il viaggio di Leonardo a Imola, ed è un campo estivo rivolto a bambine e bambini dai 6 ai 12 anni, che esploreranno la città con gli occhi di Leonardo. Il campo culminerà in un grande gioco notturno. Visite e percorsi sulle orme di Leonardo


Il terzo intervento è riferito ad una serie di visite guidate e/o percorsi tematici sulle orme di Leonardo da Vinci in Imola. Il progetto vede il contributo dei Musei per quanto riguarda i contenuti scientifici e l’organizzazione e la promozione a cura di Imola Faenza Tourism Company. Le visite da episodio legato alle celebrazioni leonardiane, possono divenire strutturali nell’offerta turistica della città. Biblioteca Comunale

Conversazioni su Leonardo
La Biblioteca comunale organizzerà nell’autunno 2019 un ciclo di conversazioni per ripercorrere le tappe del viaggio di Leonardo in Romagna nel 1502, che lo portò, da settembre a dicembre, al seguito delle truppe del Borgia, a soggiornare in città e che Leonardo documentò nel celebre Codice L conservato presso la Biblioteca dell’Institut de France a Parigi.  
 AISA
Da Leonardo a Google Maps. Il profilo urbanistico di Imola in cinque secoli di cartografia
Il convegno prende spunto dalla presentazione pubblica del progetto di inserimento nel web della base dati sulla cartografia storica imolese elaborata su dvd dall’AISA nel 2006 e che ora approda sul web tramite un progetto finanziato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna.
 


Ore 9.30

Apertura lavori. Saluti di:
Manuela Sangiorgi, sindaca di Imola
Fabio Bacchilega, presidente Fondazione Cassa di Risparmio di Imola
Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna (presidente o vice)
Patrizia Tassinari, referente plesso universitario Unibo di Imola

Moderatore: Andrea Ferri, presidente AISA

Ore 10.00

Mappare il territorio: dalla cartografia storica ai satelliti, un viaggio nel tempo e nello spazio Gabriele Bitelli, docente di topografia e cartografia di Unibo


 
Introduce
Daniele Torreggiani
docente di costruzioni rurali e territorio agroforestale di Unibo

Ore 10.30

Il profilo urbanistico di Imola da Leonardo ai piani regolatori Simona Tondelli, docente di tecnica e pianificazione urbanistica di Unibo

Ore 11.00

Da Leonardo a Google Maps. La cartografia storica di Imola sul web

Mario Giberti, architetto
Alessandro Seravalli, presidente Sis.ter

Ore 11.30

La mappa di Imola attribuita a Leonardo da Vinci Franco Farinelli, già docente di geografia di Unibo

Ore 12.00

Interventi del pubblico

Ore 12.45

Conclusione lavori

Leonardo virtuale.

Una postazione di realtà virtuale attraverso la quale sia possibile un viaggio sulla cartografia di Imola trattata da Leonardo e oggi conservata nella collezione Windsor. Un progetto di rievocazione su Leonardo non può prescindere dalla messa in campo di strumenti innovativi. Se la sua capacità era la multidisciplinarietà e la ricerca di innovazione con un connubio di arte e scienza, il progetto proposto intende seguire queste orme quali presupposti di base. L'idea è quindi costruire un percorso olistico dove sia possibile la caratterizzazione tematica, più percorsi in un percorso volti a rendere stimolante la fruizione sempre diversa e dove storia, arte, scienza e tecnologia si possano fondere.
Dall'urbanistica alle opere di difesa, dall'architettura alla cartografia, dalla rappresentazione pittorica al disegno e alla musica, ecc. Leonardo era musicista, ingegnere, pittore, architetto, letterato, consulente, sceneggiatore, cartografo, esperto militare, scienziato, innovatore, appassionato di moda e di cucina, ecc. Questo mix di esperienze e caratteristiche possono divenire la spina dorsale e i contenuti del progetto. La proposta prevede, partendo dal Taccuino di viaggio in Romagna di Leonardo da Vinci (Codice L) un percorso all'interno della città di Imola attraverso il quale vedere alcune caratteristiche urbane e storiche della Imola del periodo utilizzando strumenti di realtà aumentata tramite smartphone con appositi marker che lanciano video integrabili all'interno di GeolF. Si prevede almeno 4-5 punti (ponte, porta d'accesso,
fortezza, chiesa, ecc.) sul territorio cittadino su cui potrà essere lanciata questa interazione. In sinergia con questi, si prevede un percorso e una esperienza più immersiva con la realtà virtuale all'interno del torrione della Rocca, o altro luogo, dove sarà posizionata una postazione di RV attraverso la quale si sorvolerà la carta scoprendo la città di Imola con evidenziazione e approfondimento dei punti di interesse (visti precedentemente dal basso) con la possibilità di costruire video divulgativi e ricostruzioni 3D basati sui suoi appunti e su quanto documentato in merito alla costruzione stessa della città e della mappa.
La proposta può costituire una infrastruttura di inizio in quanto potrebbero poi generarsi ulteriori contenuti tematici (es. le armi, le macchine, ecc.) legate alle attività per cui lo stesso Leonardo fu chiamato a Imola e in Romagna, contenuti che possono essere da lui stesso (tramite attore) raccontati a bambini e ad adulti.
Secondo percorsi specifici e da cui possono nascere anche laboratori tematici (si pensi ad esempio alle opere di bonifica e all'ansa del Fiume Santerno o alle rievocazioni storiche).
Il progetto potrebbe poi evolversi e intrecciarsi con uno sviluppo simile contestualizzato sulla figura di Caterina Sforza e/o le altre città della Romagna interessate dal viaggio del 1502 ovvero essere integrato con i taccuini di viaggio del Machiavelli che porterebbero ulteriore informazione e descrizione dei luoghi e di quei mesi.
 
 
Supporti editoriali al progetto
Si prevede l’edizione di un testo divulgativo sulla presenza di Leonardo a Imola (possibilmente bilingue) e di riproduzioni cartografiche sul tema.

A tavola con Leonardo. La cucina imolese agli inizi del Cinquecento
Contattati alcuni ristoranti del centro storico (sino ad ora San Domenico, Osteria Novecento, Osteria del Vicolo Nuovo) che si sono resi disponibili ad elaborare piatti tematici.
 
 TOURING CLUB IMOLA

Mostra "1502 Il Viaggio di Leonardo nelle Romagne".
La mostra in oggetto, predisposta dall’Associazione Culturale Erasmo, ha toccato 14 sedi, in capitali di Stati di quattro continenti, ospitata dagli Istituti Italiani di Cultura a Lubiana, Sydney, Lisbona, Bucarest, Toronto, Washington, Ankara, Sofia, Stoccarda, L’Avana, Wolfsburg, ha partecipato nel 2012 alla 9° edizione della Festa della Storia di Bologna ed è stata ospitata a Sant’Andrea in Percussina, nella casa stessa di Machiavelli in occasione del 500° anniversario della composizione del Principe per ricordare l’incontro con Cesare Borgia, il duca Valentino, che tanta importanza avrebbe avuto nella vita e nell’elaborazione politica del Segretario fiorentino. Ma non è mai stata esposta ad Imola. La mostra è formata da 23 pannelli (70X100) e 6 quadretti (35X50) con didascalie in italiano ed inglese; presenta un taglio fortemente didattico divulgativo ed è arricchita da numerose immagini. Sarà proposta nella prima parte dell’anno in spazi in città e nella seconda parte dell’anno fatta girare nelle scuole medie e medie superiori, accompagnata da visite guidate.

"Il nostro Leonardo"

Ciclo di incontri con autori che hanno scritto di Leonardo da romanzieri e non da storici, coinvolgendo autori come Marco Malvaldi, Danila Comastri Montanari, Monaldi e Storti, Pierluigi Panza, ecc.

Cena con Leonardo

Primo uomo moderno della storia, il genio di da Vinci si espresse anche nel settore dell’alimentazione. Vegetariano secondo alcuni biografi, innovatore, sperimentatore in campo culinario come in mille altri, Leonardo fu per molti anni organizzatore di feste alle corti, a cominciare da quella di Ludovico il Moro nel periodo milanese, fino al periodo francese. Famosissima quella denominata la Festa del Paradiso con apparati scenici, musiche e recite. Saranno proposti due eventi: la tradizione cena del TCI, aperta a tutti; per valorizzare le emergenze gastronomiche, in primis i garganelli nell’occasione inseriti in un menù rinascimentale e nell’autunno una riproposizione della Festa del Paradiso con musica e danze a ricordo delle sfarzose nozze tra Isabella di Aragona e Gian Galeazzo Sforza, duca di Milano.

 
Concorso per l’ideazione di una "immagine" per legare Leonardo ad Imola Il concorso è indirizzato a tutti gli studenti e le studentesse delle scuole imolesi di ogni ordine e grado, siano esse statali o paritarie, e ha l’obiettivo di far conoscere in maniera diffusa l’opera di Leonardo da Vinci, ma anche i tempi in cui Leonardo visse nella nostra città. Un’ottima occasione, dunque, anche per sensibilizzare i giovani e le giovani verso la conoscenza storica.

Visite e viaggi nelle città di Leonardo

Nell’occasione ed in appoggio alle rete consolare e dei Club di Territorio del Touring, sono in programma viaggi e visite ad alcune realtà museali. Sono in programma la visita al Museo Leonardiano di Vinci e alla mostra alla Fondazione Carlo e Rosanna Pedretti a Lamporecchio, al Museo Leonardo da Vinci in Romagna di Sogliano, mentre son in corso contatti con la rete consolare di Lombardia che spicca nel panorama italiano per la numerosità degli eventi proposti nel 2019 per celebrare Leonardo da Vinci.

11 maggio 2019 Da Leonardo a Google Maps. Il profilo urbanistico di Imola in cinque secoli di cartografia Palazzo Sersanti AISA
Dall’11 maggio 2019 Visite guidate tematiche in partnership con Imola Faenza Tourism Company città e dintorni di Imola IF
maggio 2019 Supporti editoriali al progetto

AISA
maggio 2019 (post 11/5) Mostra "1502 Il Viaggio di Leonardo nelle Romagne" Sala Gianni Isola TCI
giugno 2019 Viaggio in Romagna. Leonardo a Imola
a cura di Mario Neve e Maurizio Iacono. In collaborazione con il Laboratorio Città e Paesaggio dell’Università di Ravenna.
Rocca Sforzesca Musei Civici
due settimane nel giugno 2019 Messer Leonardo va in città. Il viaggio di Leonardo a Imola Dedicato ai bambini dai 6 ai 12 anni. La figura di Leonardo farà da guida per visite, esperienze di laboratorio e giochi.
Rocca Sforzesca, Museo di San Domenico, palazzo Tozzoni Musei Civici
Estate - autunno 2019
Cena con Leonardo

TCI
giugno o settembre 2019 Leonardo virtuale Rocca Sforzesca
AISA
settembre 2019 Concorso per l’ideazione di una "immagine" per legare Leonardo ad Imola
TCI
autunno 2019 "Il nostro Leonardo" Da definire TCI
autunno 2019 Conversazioni su Leonardo
Ciclo di conversazioni per ripercorrere le tappe del viaggio di Leonardo in Romagna nel 1502.
Aula Magna della BIM Biblioteca Comunale
da definire A tavola con Leonardo. La cucina imolese agli inizi del Cinquecento Ristoranti cittadini AISA
da definire
Visite e viaggi nelle città di Leonardo

TCI

Nessun commento: