lunedì 15 ottobre 2018

SPORT, Calcio a 5 C2: Sassoleone, esordio con successo

Sassoleone 2015 APD – Atletico Santarcangelo 2-1
Sassoleone 2015 APD: Tedesco, Patuelli, Terenzi, Pasini, Sandri, P.Palladino, G.Palladino, Gavanelli, Mignogna, Longari, Quattrosoldi, Negri All. Daniel Iosca
Atletico Santarcangelo: Erba, Castellani, Reali, Bartolini, Magalotti, Attinà, Guidi, Gabrielli, Donini, Moretti, Donati, Gobbi. All. Marco Zanni
Arbitro: Sig. De Munno (Bologna)
Marcatori: 5’ Moretti (A), 12’ Pasini (S), 22’ Gavanelli (S)
Il miglior gioco è latente, ma arriva la vittoria. Si può riassumere così la gara che ha visto il Sassoleone 2015 a prevalere sull’Atletico Santarcangelo nell’ouverture del campionato di C2, prima iniezione di fiducia per Giorgio Longari e compagni nel girone romagnolo di categoria.
Approccio alla gara maggiormente favorevole agli ospiti, che al 5’ passano in vantaggio con l’azione insistita di Moretti dapprima frenata da Negri e poi finalizzata dallo stesso pivot riminese sulla ribattuta del portiere (0-1). Lo stesso Negri, al 9’, è costretto a fermare un retropassaggio rischioso di Sandri pur non potendo effettuare il secondo tocco nell’azione,  la seguente punizione non produce effetti. Passata la paura, Pasini firma la seconda marcatura stagionale sfruttando al meglio un corner di Terenzi (1-1, 12’), poi Gavanelli si esibisce nell’ormai proverbiale slalom solitario concluso con il pallone in fondo alla rete (2-1, 22’).
Meno scoppiettante la ripresa, che vive di lampi e numerose occasioni fallite da ambo le parti. Traversa colpita di Longari al 40’ sul servizio di Pasini, 5 minuti dopo Terenzi non arriva per pochissimo a finalizzare il servizio di Quattrosoldi sul secondo palo. Mai domo, il Santarcangelo si rifà vivo con Donati, che salta Terenzi e centra il palo (53’), ripartenza non sfruttata dai locali. Brivido finale con il palo colpito da Gabrielli al 58’, ma il risultato non muta e consegna il bottino pieno ai ragazzi di mister Iosca. Prossimo impegno in casa del temibile Russi, sabato alle 18,45.

Nessun commento: