domenica 23 settembre 2018

SPORT, Pallamano: Romagna, esordio con ko

Fabrizio "Bicio" Tassinari
Romagna 22
Parma 29 
ROMAGNA: Martelli, Sami, Andalò 2, O. Boukhris 1, Gollini, La Posta, Panetti, F.Tassinari 4, A. Boukhris 1, Chiarini 1, Folli 2, Salvatori 2, Rotaru 7, Amaroli, Bosi, Babini 2. All: D.Tassinari.
PARMA: Bonacini, Ceccarini 4, Cortesi 1, D'Angelo 8, Oppici 3, Raimondi, Salliu 4, Strada 2, Usai 1, Vaccaro 6, Ferrari, Maiavacchi. All: Galluccio.
Arbitri: Prandi e Ambrosetti.
Imola
Finisce con una sconfitta l’esordio stagionale del Romagna. Alla Cavina, il Parma fa la voce grossa fin dai primi minuti quando guadagna il margine necessario per non temere nel resto del match (0-6 dopo 8’). A sbloccare i locali un rigore di Alex Rotaru che firma la prima rete della stagione. Il tiratore bianconero risulterà il top scorer della sua squadra, con sette reti realizzate (sei nel primo tempo).
I parmigiani sono bravi a mantenere sempre cinque-sei reti di vantaggio per tutta la prima frazione, impedendo ai locali di rimarginare il gap. La rete dall’ala sinistra di Ernesto Andalò regala qualche speranza ai bianconeri (6-13 a 6’30” dall’intervallo), ma gli ospiti realizzano il 9-16 nei 4’ successivi. La rete di Stefano Babini fissa il punteggio sull’11-16 con cui ci si ferma 10 minuti negli spogliatoi.
Alla ripresa delle operazioni, in campo si nota equilibrio con il 14-18 realizzato in contropiede da Amir Boukhris, su lancio di Fabrizio Tassinari al 7’. Il break 0-3 gialloblu, però, probabilmente chiude il match, con D’Angelo e Strada sugli scudi (14-21 al 12’). La rete del rientrante Chiarini, in campo dopo il grave infortunio della scorsa stagione, anticipa il momento peggiore dei locali che dal 17-22 scappano fino al 18-26 con quattro ripartenze consecutive (Cortesi e D’Angelo) a circa 10’ dalla sirena finale. Fabrizio Tassinari suona la carica per il finale bianconero, ma Parma congela il vantaggio non scendendo più sotto i 7 gol di vantaggio, nonostante la verve di Fabrizio Folli, in campo nel finale nonostante il problema al tallone che lo ha rallentato negli ultimi giorni.
Squadra certamente più quadrata il Parma, a cui Vaccaro ha offerto certamente grande esperienza e reti, ma il Romagna ha dimostrato di dover lavorare ancora molto soprattutto a livello mentale. Il tempo c’è, la volontà, pure.

Carlo Dall'Aglio
Ufficio Stampa Romagna Handball

Nessun commento: