venerdì 13 luglio 2018

ANNIVERSARi: Enrico Pompei compie 100 anni in compagnia del sindaco Manuela Sangiorgi

Da sx Adalgisa Bagni, Enrico Pompei e il sindaco Manuela Sangiorgi

Al bar a leggere il giornale, senza occhiali. Normale, si dirà, se non fosse che a farlo quasi tutti i giorni è Enrico Pompei, che di anni ne ha compiuti 100 il 12 luglio scorso. In forma e attento a quanto accade nel mondo, gli piace informarsi anche guardando i telegiornali alla televisione.
A formulargli gli auguri a nome della città di Imola e consegnargli la medaglia dei centenari è stata la sindaca Manuela Sangiorgi, nel corso della serata di festa organizzata con tutta la famiglia in un noto agriturismo di Toscanella, con una bella cena, perché l’appetito non manca, circondato dall’affetto di tutti i parenti, a cominciare dalla moglie Adalgisa Bagni, dai tre figli, dai 4 nipoti e dai 4 pronipoti.
Enrico Pompei è nato a Firenzuola il 12 luglio del 1918, in una tipica famiglia contadina, con altri sei fra fratelli e sorelle. Poi, negli anni Trenta, il trasferimento con tutta la famiglia in un altro podere, in località Serra, a Castel Bolognese e la partenza per il soldato, con alcuni anni passati sul fronte in Grecia. Dopo l’8 settembre il ritorno a casa e poco dopo il matrimonio con Adalgisa Bagni, da cui sono nati i tre figli Giorgio, Bruno e Liana.
Come racconta il figlio Giorgio “mio padre ha sempre avuto la bancarella in piazza delle Erbe, a Imola, vendendo frutta e verdura”. Un lavoro che era anche una passione, unita a quella per la pesca, nei nostri fiumi ed alla raccolta dei funghi, nell’alta valle del Santerno, in quei luoghi in cui è nato ed ha vissuto da bambino.
Ed oggi, fra un piatto di ottime tagliatelle preparate dalla moglie Adalgisa e la lettura dei giornali al bar, Enrico Pompei si gode i suoi 100 anni vissuti pienamente.

Imola, 13 luglio 2018                                                                       CAPO UFFICIO STAMPA
                                                                                                                   (Dott. Vinicio Dall’Ara)

Nessun commento: