venerdì 29 giugno 2018

MUSICA: al via il Festival da Bach a Bartok

Alberto Rodriguez
Prende il via, lunedì 2 Luglio 2018 Imola, la XXIV edizione del FESTIVAL MUSICALE DA BACH A BARTÓK, ormai un appuntamento atteso dal pubblico appassionato di musica di qualità. Con la Direzione Artistica del M° Giorgio Zagnoni, il festival si avvale del contributo della Regione Emilia-Romagna, della Città Metropolitana di Bologna, del Comune di Imola e di Hera. 
La rassegna, ambientata nel bel cortile di Palazzo Monsignani Sassatelli, parte lunedì 2 Luglio ore 21.15 con
  L’Altra Carmen- Storia di un femminicidio, una serata dedicata al femminicidio.
Il tema di grande attualità, sarà introdotto dalla conferenza per la presentazione del libro “Guarire dall’abuso nascosto” di Thomas Shannon che si terrà presso la Sala Mariele di Palazzo Monsignani Sassatelli dalle 17.30 alle 19.00. Alle 21.15, invece nell’antico cortile si terrà lo spettacolo. La serata attraverso le arie dell’Opera di Bizet e la rivisitazione passionale e travolgente delle melodie e delle coreografie in stile flamenco contribuisce a sottolineare l’aspetto drammatico ed emotivo del personaggio di Carmen che ci viene presentato in una duplice visione: da un lato una donna capace di superare le convenzioni, mai incline a scendere a compromessi, dall'altro una personalità incostante, egoista, seduttiva che mette a dura prova le sicurezze della società patriarcale.
Alessandro Goldoni
Sarà un’occasione per riflettere sulla violenza di genere, vista non come il risultato della brutalità umana, ma come problematica legata ad una mentalità che tende a trovare giustificazioni alla violenza e a colpevolizzare la vittima.
Protagonisti della serata, Claudia Marchi (mezzosoprano) nel ruolo di Carmen, Alessandro Goldoni (tenore) nel ruolo di José, Rosa D’Alise (soprano) nel ruolo di Micaela, Maurizio Leoni (baritono) nel ruolo di Escamillo, Paola Dal Verme al pianoforte, Anton Berovski al violino; al canto flamenco José Salguero, alla chitarra flamenca Alberto José Rodriguez, alle percussioni Tommaso Sassatelli ed infine i danzatori di flamenco Rita Marchesini, Ondina Cassotta e Andrea Natoli.

Anton Berovski
Programma

Atto I - La Seduzione

da Carmen Tema Preludio I Atto

Flamenco Bulerías

da Carmen Habanera

Flamenco Tiento e Jaleo

da Carmen Près de remparts de Seville

Atto II - La Passione

da Carmen Les tringles des sistres tintaient

da Carmen Votre toast, je peux vous le rendre.

Toreador, en garde.

Flamenco Farruca

Da Carmen Je vais danser en votre honneur

La fleur que tu m’avai jetée

Atto III - La Separazione

da Carmen Tema dal III Atto

da Carmen Je dis que rien ne m’épouvante

Flamenco Silencio ed Escobilla di Alegrías

Atto IV - La Morte 

da Carmen Tema dal IV Atto

Flamenco Martinete

da Carmen Enfin c'est toi

Flamenco Siguiriyas

Carmen – Claudia Marchi (mezzosoprano)

José – Alessandro Goldoni (tenore)

Micaela – Rosa D’Alise (soprano)
Rita Marchesini

Escamillo – Maurizio Leoni (baritono)

Pianoforte: Paola Dal Verme

Violino: Anton Berovski

Canto Flamenco: José Salguero

Chitarra: Alberto Rodríguez

Percussioni: Tommaso Sassatelli

Danzatori: Rita Marchesini, Ondina Cassotta, Andrea Natoli

BIOGRAFIE

CLAUDIA MARCHI- ha vinto due concorsi lirici internazionali ed ha iniziato la sua carriera internazionale nel 1992 col SIGIMONDO di Rossini  (title role) diretta da Richard Bonynge. Nel corso della sua carriera ha debuttato i principali ruoli per mezzosoprano iniziando col repertorio Rossiniano. In quest'ambito si ricorda IL BARBIERE DI SIVIGLIA (Rosina), ruolo debuttato all'Opera Royal de Wallonie di Liege (B), LA SCALA DI SETA (Lucilla)al Rossini Opera Festival di Pesaro diretta da Alberto Zedda con la regia di Luca De Filippo, L'ITAIANA IN ALGERI (Isabella) al Teatro Carlo Felice di Genova con la regia di J.P.Ponnelle ed il concerto rossiniano a fianco di Cecilia Gasdia al Teatro alla Scala di Milano. Al repertorio verdiano si avvicina con un battesimo di fuoco interpretando la MESSA DA REQUIEM in una tourneé australiana a fianco di Luciano Pavarotti. Le opere verdiane debuttate sono AIDALA FORZA DEL DESTINONABUCCOIL TROVATOREFALSTAFF E RIGOLETTO. Si afferma quindi come interprete verdiana ed affronta il ruolo di Ulrica in UN BALLO IN MASCHERA di cui hanno scritto: "Claudia Marchi da' vita ad un'inquietante Ulrica dai gravi abissali, perfettamente sonori, e dagli acuti dardeggianti!". Ha debuttato i maggiori ruoli per mezzosoprano tra cui ricordiamo ADRIANA LECOVREUR (Principessa di Bouillon) e naturalmente il ruolo mezzosopranile per eccellenza CARMEN di cui si è scritto "A dare vigore alla messa in scena è soprattutto la bravissima Claudia Marchi, Carmen oltraggiosa e intensa che sul palco si muove con disinvoltura, perfettamente immedesimata nel proprio personaggio. Zingara credibile vocalmente, sfodera temperamento e carisma, seducendo per il timbro caldo e le movenze sensuali". Presente nei maggiori teatri italiani ed esteri, dal Teatro Alla Scala di Milano al Gran Teatro Liceu di Barcellona, la sua carriera si svolge principalmente in Francia dove e' ospite di teatri quali Opera du Rhin de Strasbourg, Grand Theathe de Toulouse, Opera de Nice e molti altri. Tra le altre importanti opere debuttate ricordiamo i ruoli falcon di Santuzza in CAVALLERIA RUSTICANA e Margherite ne LA DAMNATION DE FAUST. Ed ancora il TRITTICO di Puccini (Frugola, Ciesca e Suora Zelatrice) all'Opera de Toulouse (F) diretta da M.Armiliato, ANDREA CHENIER(Bersì e Madelon) all'Opera di Mahon (Minorca ES) a fianco di Juan Pons, MADAMA BUTTERFLY (Suzuky) debuttata al Festival Puccini di Torre del Lago diretta da M.Arena, SIBERIA (Nikkona) di Giordano al Festival di Wexford in Irlanda. IL MATRIMONIO SEGRETO di Cimarosa all'Opera do Toulon (F), MARIA DI ROHAN (Gondì) e nel DON SEBASTIANO (Zaida) all'Opera di Aachen(D). In ultimo ricordiamo l'opera moderna di F. Rendine UN SEGRETO DI IMPORTANZA (La Guida) al Teatro Comunale di Bologna. Claudia Marchi ha alcune incisioni discografiche al suo attivo tra cui ricordiamo LA FATTUCCHIERA (title role) di V.Cujas registrata dal vivo al Gran Teatro Liceo de Barcelona, incisa per Columna Musica. Inoltre ha inciso GIANNI SCHICCHI per Naxos records, IL SOCRATE IMMAGINARIO ed IL DIVERTIMENTO DEI NUMI di Paisiello andate in scena con la regia d Michele Placido, ed infine LA ROMANZIERA E L'UOMO NERO di Donizetti per Bongiovanni records.

ALESSANDRO GOLDONI - Nato a Bologna inizia a studiare canto sotto la guida del M°Roberto Scaltriti, si avvale della collaborazione del 
M°Leone Magiera. 
Nel 2013 è risultato finalista al Concorso Lirico Internazionale “Rinaldo Pellizzoni” (Pr). 
Vincitore ad una selezione internazionale per Solisti Lirici presieduta, in Empoli, dal 
baritono Carlo Meliciani nel 2014. 
Nel 2014 ha frequentato, presso il Conservatorio Cherubini di Firenze, il corso per arte 
scenica del maestro Francesco Torrigiani. 
Ha frequentato il corso di alto perfezionamento per cantanti lirici di Torre del Lago Puccini 
Nel 2012 ha collaborato con il Teatro Comunale L.Pavarotti di Modena, come “Artista del Coro” nel Don Carlo di Verdi. 
Ha vestito dapprima ruoli secondari, Messo e Ruiz in Trovatore, Borsa in Rigoletto, 
Lord Arturo B. in Lucia di Lammermoor, successivamente ha debuttato nel 2013 Alfredo Germont in Traviata (replicata diverse volte tra cui al teatro Comunale Toniolo di Mestre) nel 2014 Mario Cavaradossi in Tosca (ruolo replicato diverse volte tra cui al teatro Bristol di Bologna, e al Teatro Comunale Zandonai di Rovereto) nel 2015 F.B.Pinkerton in Madama Butterfly (a Parma nella prestigiosa Reggia di Colorno, accompagnato dall'orchestra del teatro comunale di Ferrara), nello stesso anno Don Josè in Carmen (teatro Comunale di Rubiera, replicato al Teatro Comunale de' Marsi di Avezzano e al Teatro Comunale Caniglia di Sulmona). Sempre nel 2015 ad Adria Rovigo veste i panni di Raimondo ne “I due Timidi” di Nino Rota.
Ha partecipato nel 2014 all’evento musicale “Pathos” diretto da Placido Domingo con 
Andrea Bocelli presso il “Teatro del Silenzio” di Lajatico (Pi). 
Nel 2015, ha preso parte come “Solista” presso il Taetro Comunale Luciano Pavarotti di 
Modena allo spettacolo curato dal regista Paolo Montanari “Intorno a Don Giovanni in 
musica”.
Nel Febbraio 2016, accompagnato dal M° Leone Magiera, ha partecipato al Concerto 
Premio “A.Catalani” in Ostra (An) affiancando il soprano Scilla Cristiano e la premiata 
“A.Catalani” Carmela Remigio, soprano. 
In Marzo 2016 insieme al M°Leo Nucci ha partecipato ad un concerto benefico in 
Modena. 
Ha cantato in diversi teatri in Italia e all'estero, tra cui Teatro Comunale di Bologna, Teatro Comunale di Modena, Teatro Verdi di Busseto, Teatro di Laval (Canada), teatro Nara Hall di Nara (Giappone)
Svolge inoltre intensa attività concertistica, collaborando artisticamente per diverse 
Istituzioni, Comuni e Circoli Lirici (“Circolo Lirico Bolognese” p.o Oratorio San Rocco-Bo, Circolo “M.Del Monaco”-Mo, Circolo “G.Verdi”Carpi-Mo,“Corale Verdi”-Pr, e alla 
centenaria “Corale Rossini”-Mo dove, alla presenza del soprano Raina Kabaivanska e del M.o Leone Magiera, si è esibito in occasione nel concerto commemorativo di Luciano Pavarotti, che avrebbe compiuto 80 anni. 
A luglio 2016 è stato nuovamente Alfredo in Traviata presso il teatro Comunale di Ferrara.
Ad agosto 2016 è stato ancora Mario Cavaradossi, nella prestigiosa cornice della Fondazione di Torre del Lago Puccini, in Tosca, affiancando il celebre soprano Dimitra Theodossiou e il Baritono Lucio Gallo.
A Settembre 2016 ha vestito i panni di Pong ed è stato la copertura di Calaf per il Teatro Comunale di Bologna in Turandot, affiancando il soprano Norma Fantini.
In Ottobre 2016 , ancora accompagnato dal M°Leone Magiera, ha partecipato ad un Galà Lirico presso il Teatro “U.Giordano” di Foggia. 
Nello stesso mese è stato a Ginevra per un concerto ad opera della Fondazione Puccini Torre del Lago.
Il Novembre 2016 è stato nuovamente Don Josè al teatro Comunale di Fidenza ed il 30 Novembre Alfredo in Traviata presso il Teatro “Duse” di Bologna.
In Febbraio 2017 F.B.Pinkerton al Teatro Comunale di Copparo (Fe) e nel Marzo 2017 ha debuttato Trovatore nel ruolo di Manrico presso il teatro Bristol di Bologna.


RITA MARCHESINI- Organizzatrice, musicologa, musicista e danzatrice, dopo la laurea in Lettere Moderne con tesi in Storia della Musica con il Prof. Mario Baroni, consegue il Diplôme d'Etudie Superieure all'Università di Parigi (Paris III Prof. Gilles De Van) con la tesi: Le fonti letterarie dei "Vespri Siciliani”
Ottiene la laurea triennale in “clavicembalo” con la Prof.ssa Silvia Rambaldi con la tesi: “La pratica del flamenco nella musica di Domenico Scarlatti”(tesi pubblicata) presso il Conservatorio G.B. Martini di Bologna. Tiene regolarmente conferenze e guide all'ascolto di concerti in Italia e all’estero. Recentemente è stata invitata a tenere conferenze e Master Class (sul tema “Influenze della musica popolare spagnola nel repertorio classico”) in varie Università e Conservatori europei e statunitensi, oltre ad avere pubblicato articoli su riviste specializzate di musica (Arte Organaria e Organistica, Le Monde de la Musique, etc.).  È presidente e direttore artistico del Centro Studi Euterpe Mousikè impegnandosi da vari anni nella divulgazione e riscoperta delle compositrici nella storia con il progetto “Note Muse”, serie di conferenze, dibattiti e spettacoli dedicati alla musica delle donne. Ha svolto il ruolo di direttrice organizzativa e responsabile marketing e promozione in vari Festival, quali  "Organi Antichi, un patrimonio da ascoltare"“Festival da Bach a Bartok”“Musicando”. Dal 1999 al 2007 é stata consulente per i progetti artistici presso la casa discografica Tactus, società specializzata nella riscoperta di autori italiani con una particolare attenzione per la musica sacra e per i musicisti di area bolognese.  Ha collaborato con  Conservatorio “G.B. Martini” di Bologna per l’Ufficio Stampa e rapporti con il pubblico.  Dirige il Corso Estivo di perfezionamento musicale: “Musica e Natura a Castelluccio”. In qualità di danzatrice di flamenco, è ideatrice del progetto “Fandango Antiquo”, spettacolo di contaminazione tra musica barocca e flamenco con il quale si è esibita sia in veste di danzatrice che di clavicembalista in numerose rassegne in Italia. Il progetto si è arricchito della voce recitante di Paola Gassman, riscuotendo nella stagione 2007 entusiastici consensi di critica e di pubblico. Dal 2008 al 2010 con lo spettacolo “Domenico Scarlatti e il flamenco” si é esibita in vari Festival e Teatri italiani assieme a Silvia Rambaldi, Andreina di Girolamo e Alberto Rodriguez. Dallo spettacolo é stato realizzato un video che uscirà prossimamente per la casa discografica Tactus. Dal 2010 ha fondato la scuola El Puerto Flamenco per lo studio e l’approfondimento di questa cultura, vista non solo come danza, ma dal lato musicale letterario e sociale.  Dal 2013 è direttrice artistica e clavicembalista del Festival “Il Porto delle Arti” il cui nucleo principale è costituito dai concerti dell’Arkè Orchestra, ensemble di giovani e promettenti talenti.
Ha insegnato “Organizzazione dello spettacolo musicale” e “Diritto e legislazione dello spettacolo” presso il Conservatorio “G. Frescobaldi” di Ferrara. Dal 2008 è Direttrice organizzativa e responsabile comunicazione del Teatro Auditorium Manzoni di Bologna, dove svolge anche un ruolo di progettatrice dei numerosi eventi di carattere sociale per la diffusione dell’arte e la cultura. In particolare cura personalmente le guide all’ascolto rivolte sia ai giovani (dalle scuole elementari fino alle superiori) che al pubblico adulto, creando iniziative volte a coinvolgere attivamente gli spettatori e incrementare il pubblico della musica classica. 

Il concerto si terrà presso il Cortile di Palazzo Monsignani Sassatelli (Via Emilia 69 – Imola). In caso di maltempo si terrà presso la Sala Mariele di Palazzo Monsignani Sassatelli.
Per informazioni:
Accademia Pianistica Incontri col Maestro – tel. 0542 30802 – fax 0542 30858
Loretta Gadoni 333 3571320

Nessun commento: