venerdì 25 maggio 2018

PREMI: il sommelier del San Domenico, Francesco Cioria, vince il "Dire Fare Sognare"

Francesco Cioria
Ha assaggiato migliaia di vini in tutto il mondo, da Sidney a Londra, passando per prestigiosi ristoranti d’Italia. Da quattro anni è il palato per eccellenza del San Domenico a Imola, celebre per una carta dei vini con 2.400 etichette. Definire sommelier Francesco Cioria è persino riduttivo, classe '88, irpino di origine, romagnolo d’adozione. Lunedì 4 giugno al Teatro Verdi a Cesena salirà sul palco per ritirare un prestigioso premio. È il “Dire Fare Sognare”, riconoscimento ai protagonisti della cultura del cibo e del vino dell’Emilia Romagna. Promosso da Partesa e giunto alla settima edizione, il suo nome è stato scelto da tre tra le più qualificate firme del giornalismo enogastronomico: Andrea Grignaffini, Elsa Mazzolini e Alessandra Meldolesi. Emblematica la motivazione del premio: “Per la capacità con cui governa una carta dei vini monumentale oltre alla sua impeccabile gestione di sala”.
La storia di Cioria è una storia di incroci, Irpinia e Romagna. “Due terre tanto lontane così vicine che hanno segnato radicalmente la mia persona – dice il sommelier del San Domenico - La passione, la testardaggine e le tradizioni dei piccoli borghi dell’appennino campano insieme all’arte dell’accoglienza, la passione e la leggerezza della Romagna mi spingono ogni giorno a dare il meglio di me stesso”.
Tra le sue esperienze più significative: la Posta vecchia relais & chateau 5 Stelle, Ristorante 1 stella a Ladispoli (Roma), Semplice Restaurant 1 stella Michelin (Londra), 40/30 restaurant at the Gherkin private member club, Pony restaurants group Brisbane/Sydney Australia.
Insieme a Cioria, a Cesena saranno premiati Afro Lombardi, una vita tutta dedita alla guida della sala al ristorante Le Querce a Forlì, Verdiana Gordini, presidente dell’Associazione delle Mariette, fedeli custodi della cucina domestica artusiana, Sandro Piovani, giornalista “cantore” della cucina parmense. “Dire Fare Sognare” non si limita solo ai quattro premi Speciali. Nel corso della giornata a Cesena assegna il riconoscimento a un operatore per ogni provincia emiliano romagnola, da Piacenza a Rimini, scelto tra ristoratori, baristi ed enotecari.

Ufficio Stampa Dire fare Sognare
 

Nessun commento: