lunedì 30 aprile 2018

SPORT, Rugby: Auto Sica, successo che non conta

Andrea Pilani
L'Auto Sica si congeda con una battuta d'arresto che non conta contro il battistrada San Benedetto (26-29). Due formazioni matematicamente sicure della permanenza in categoria danno vita ad una partita divertente, disputata a viso aperto, ma con molti errori. I marchigiani hanno la meglio sbagliando una volta in meno rispetto ai padroni di casa, autori di una partenza lanciata con le mete della coppia composta da Giacomoni e Mattia Calderan (10-0). La grinta e la prestanza fisica degli ospiti valgono il sorpasso al quarto d’ora (10-12) ma la risposta della squadra allenata da Fiorenzo Guermandi e Alessandro Santandrea vive delle intuizioni offensive del tandem Donattini-Giacomini e del piazzato di Ferretti (23-12). La ripresa è vivace con cambi di fronte repentini, l’uno-due del San Benedetto in avvio di parziale ricuce lo strappo (23-22). Una punizione dello specialista Ferretti illude (26-22) prima della marcatura trasformata dalla capolista che certifica l’avversa sentenza (26-29). Il secondo posto assoluto nel girone 5 della poule passaggio di serie C1 (28 punti: 5 vittorie, 3 sconfitte – 219 punti fatti/144 subiti) è un buon punto di ripartenza per i rossoblù. In sintesi, il gruppo conosce il valore della continuità prestazionale, del ragionamento in campo e del progressivo inserimento dei giovani. 

Nessun commento: