giovedì 12 ottobre 2017

FEMMINILE: l'Imolese F&M ai nastri di partenza

Gustavo Hector Testa
La nuova formazione di calcio a cinque femminile dell'Imolese F&M è ai nastri di partenza di questa nuova stagione che segna il ritorno in attività dopo anni di assenza, proprio nel decennale della vittoria della Coppa Italia. E' proprio questa competizione ad essere teatro del debutto della formazione allenata da Gustavo Hector Testa, quando sabato 14 l'Imolese affronterà a Santa Maria Nuova (FC) la Polisportiva 1980. Il 44enne tecnico argentino, reduce dalle esperienze con il Mader e la Pianorese tra le altre, è uno dei pilastri di questo ambizioso progetto portato avanti dalla società rossoblu: "Siamo molto soddisfatti per essere riusciti ad assemblare questa squadra, formata da giocatrici che hanno già esperienza nel futsal e atlete provenienti dal calcio ad undici. Il principale obiettivo è quello di far crescere le ragazze, dando loro la possibilità di divertirsi e migliorare, dando soprattutto alle ragazze non esperte di questo sport degli elementi che potranno essere utili anche sui campi 100 x 60". Secondo Testa infatti, il calcio a cinque consente di incrementare diverse qualità, tra le quali l'intensità e la velocità di pensiero, che servono a sviluppare degli ottimi atleti per il calcio ad undici. "In Argentina, tutti i bambini fino a dodici anni giocano a futsal. A mio avviso, giocatori come Cambiasso, che è del mio stesso quartiere di Buenos Aires, non avrebbero raggiunto quei livelli senza questo tipo di formazione. La federcalcio negli utlimi anni ha capito questo e sta cercando di incentivare l'attività a cinque. Milena, sempre attenta allo sviluppo della sua società, ha colto l'invito della FIGC allestendo un progetto a medio-lungo termine che possa essere all'avanguardia sul territorio". Per il primo passo di questa avventura, è stato scelto un approccio soft, con le giocatrici che non saranno impegnate in allenamenti settimanali fissi, ma saranno libere di allenarsi autonomamente e verranno chiamate periodicamente per alcuni raduni, sulla falsa riga di quanto avviene nelle nazionali: "Per questa prima fase del progetto abbiamo deciso con Milena di lasciare libere le ragazze da impegni opprimenti e pressioni, cercando di creare un ambiente disteso che dia loro modo di giocare a cuor leggero. Questa opzione non è però da leggere come un modo di non fare le cose seriamente, è semplicemente una maniera differente per avvicinare le atlete a questa nuova realtà". I primi raduni hanno dato buone indicazione a mister Testa: "In questi ritrovi, le ragazze si sono dimostrate attente e ricettive nei confronti degli insegnamenti tattici. Ho visto delle buone qualità, la squadra si sta amalgamando bene e sono certo che potremmo essere una sorpresa di questo campionato". A novembre inizierà il campionato di Serie C regionale, al quale l'Imolese prenderà parte. "Non credo, - prosegue il tecnico di Buenos Aires, - che ci sarà una favorita che la farà da padrona, conoscendo le avversarie ho modo di pensare che sarà un campionato combattuto nel quale avremo le possibilità per emergere e far vedere il nostro talento". 
Non resta che ufficializzare la rosa delle dodici giocatrici a disposizione di Gustavo Hector Testa: 
Portieri: Maria Cristina Di Marzio, Giusy Masciulli (vice capitano) 
Centrali: Chiara Leggeri (capitano), Ilaria Draghetti 
Laterali: Sara Tassoni, Letizia Storani, Denisa Claudia Popa, Marinella Don Vito, Ilaria Gambetti, Elisa Barilli

Pivot: Sara Romito, Lidia Sangermano 

Universali: Camilla Tondelli, Valentina Parente 

Staff Tecnico: Allenatore: Gustavo Hector Testa 

Yuri Barbieri (Ufficio stampa Imolese F&M A.C.D.) 

Nessun commento: