giovedì 6 aprile 2017

SERIE B: Mister Alberto Carobbi: "Decisivo l'aspetto emotivo"

Da sx Matteo Rinaldi, Alberto Carobbi e Lillo Frau
Imola, 5 aprile 2017Finisce il sogno dell’Imolese, tanto cullato, tanto sofferto. La prima stagione nella categoria nazionale non concede alcuna indulgenza e la scure della retrocessione, dopo un’annata travagliata, parca di soddisfazioni nonostante l’intenso ed ostinato lavoro, cade sui rossoblu. “Il rammarico – afferma mister Carobbi – è tanto. Abbiamo scelto di fare la B con una squadra pressoché under 21, consci della difficoltà di catapultare nel mondo degli adulti dei ragazzini, ma certi della bontà del progetto. E’ stata una scommessa, che abbiamo vinto sul piano tecnico, ma perso su quello mentale. I ragazzi sono cresciuti tanto: non hanno più quella frenesia di gioco che avevano all’inizio e, in campo, hanno dimostrato di poter giocare contro avversari ben più titolati. Immaginavamo che la mancanza di esperienza avrebbe inciso, inevitabilmente, ma non abbiamo previsto quanto l’aspetto emotivo potesse essere decisivo.” La fase calante registrata nelle ultime giornate è sintomatica: “Purtroppo le sconfitte e lo scoramento ingenerato hanno fatto entrare i ragazzi in un loop negativo. Se prima si sbagliava l’approccio alla gara, poi non si riusciva a gestire il vantaggio: abbiamo alzato bandiera bianca troppo presto e l’epilogo è stato inevitabile. Il responso del campo ci ha detto che abbiamo accelerato troppo i tempi e che non tutti i ragazzi sono pronti per la B. Alla maggior parte di loro manca l’esperienza di C1, forse necessaria per farsi le ossa. Le ultime partite che l’anno scorso abbiamo giocato in formazione Juniores non sono bastate a formarli. Per quanto dolorosa sia, una retrocessione porta un bagaglio di esperienza di cui i ragazzi devono fare tesoro e da cui noi trarremo le dovute conclusioni in vista dell’anno prossimo.” L’ultima giornata di B vedrà i rossoblu ospitare il Vicenza, contro cui, all’andata, furono battuti all’ultimo secondo: “Sarà una partita tranquilla, in quanto ininfluente in termini di classifica. Le nostre energie  - conclude Alberto Carobbi - ora vanno convogliate sulle categorie giovanili, a cui i ragazzi appartengono e che, ora, sono tutte impegnate nei play-off. L’Imolese è una società a vocazione giovanile, che voglio ringraziare per la cultura sportiva che ha espresso in quest’annata. Ma voglio ringraziare anche in ragazzi, perché, nonostante i risultati non ci abbiamo premiato, hanno dato tutto, con impegno e spirito di sacrificio.”

Prossimo turno – CAMPIONATO (Imola, 08/04, ore 15.00): IMOLESE CALCIO 1919 - A.S.D. VICENZA C5

Stefania Avoni

Ufficio Stampa Imolese Calcio 1919

Nessun commento: