mercoledì 17 agosto 2016

SERIE B: Zanchetta e Ventura per l'Imolese Calcio 1919

Luca Zanchetta e Carlos Ventura
Il solleone agostano è foriero di novità per l'Imolese formato 'B'. Concretizzate le velleità professionistiche con l'ufficializzazione della categoria, casa rossoblu comunica i primi colpi di mercato, in linea con i dettami del progetto giovani. L'intesa siglata con la Fenice porta sulle rive del Santerno, in modalità prestito con diritto di riscatto, LUCA ZANCHETTA, '96 di Mestre, e CARLOS VENTURA, '95, un formato in virtù delle sue origini filippine. "La società veneta - afferma il dg Gianluca Matera - è uno degli esempi più floridi di settore giovanile in Italia. Hanno vinto scudetti in tutte le categorie e giocano con prime squadre di giovani cresciuti nel loro vivaio. Il modello 'Fenice' è d'ispirazione per noi e ci auguriamo che questo sia l'inizio di una collaborazione duratura. "Cresciuti entrambi nella realtà veneziana, i due giocatori hanno calcato le scene nazionali nelle varie Rappresentative giovanili (Zanchetta ha anche partecipato ai raduni dell'Under 21 e dell'Under 18 italiane) e in prima squadra, data la recente promozione in serie B della Fenice. "Gioco a calcio a 5 - esordisce Luca Zanchetta - da quando avevo cinque anni e ho sempre fatto parte della Fenice. Con lo zoccolo duro dei '95 e dei '96 abbiamo vinto tanti Scudetti e Coppe Veneto nelle categorie giovanili: lasciare tutto non è facile, ma è il prezzo che si paga per inseguire un sogno. Gli ultimi anni sono stati difficili a causa di un infortunio, ma voglio dimostrare quanto valgo e affrontare una nuova avventura credo sia il modo migliore. L'Imolese mi è sembrata una società solida, organizzata e spero di dare un contributo importante quest'anno. Porto in dote una lunga esperienza in questo sport, nonché la disciplina e la serietà negli allenamenti, lezioni che la Fenice mi ha impartito. Quanto al mio ruolo, sono sempre stato ultimo, ma devo ammettere che mi piace anche quello di laterale, poiché ho un buon tiro e sono rapido nei movimenti. Come mi definirei in campo? Ruvido, ma sempre nei limiti del rispetto dell'avversario."Al fianco di Luca, ci sarà il compagno e amico Carlos Ventura: "Vivo in Italia dall'età di 12 anni, ma non ho sempre giocato a calcio a 5. E' stato il mio primo allenatore di futsal nella Fenice, Nicola Paglianti, a farmi innamorare di questo sport, fatto di dinamicità e prontezza nelle decisioni strategiche. I successi nelle varie categorie del settore giovanile sono stati tanti: ad esempio lo scudetto vinto con gli Allievi nel 2012 e il titolo vinto in Rappresentativa Juniores nel 2014. Il mio debutto in prima squadra è avvenuto a 16 anni, in C1. e l'anno scorso sono stato titolare in serie B. Devo tutto a questa società e voglio ringraziare dirigenti, mister e compagni. Separarmi da loro è durissima, ma sono molto contento di aver ricevuto quest'offerta dall'Imolese: il primo impatto è stato ottimo ed è questo che mi ha fatto decidere. Credo che fare un'esperienza fuori casa serva a formare un giocatore sia sul piano umano che su quello di gioco, per cui spero di migliorarmi tanto quest'anno. In campo sono un laterale, adattabile sia alla fase difensiva che a quella offensiva. I miei punti forti? Sul piano del gioco, la velocità e la potenza di tiro; sul piano caratteriale, la 'cattiveria' agonistica: sono un combattente, insomma!" In arrivo altri giovani: chi saranno i prossimi nomi?


Stefania Avoni
Ufficio Stampa Imolese Calcio 1919

Nessun commento: