lunedì 16 maggio 2016

SERIE D: Rossoblu Imolese 1990, successo nel derby e ora si punta alla promozione

2-1 (2-1 pt)
Rossoblù Imolese 1990: Leone, Franceschelli, Forlani, Vicinelli, Vignoli, Golinelli, Sarti (cap), Costa, Gavanelli, Tabanelli, Mirri, Minoccheri. All. Sig. Guidi.
Sassoleone: Monducci, Terenzi, Cavina, Sandri, Bianconcini, Marcorello (cap), Quattrosoldi, Andreotti, Di Leo, Cusmano. All. Sig. Iosca. 
Marcatori: 14' pt di Leo, 15' pt Mirri, 22' pt Mirri.
Arbitro: Concettini della sezione di Faenza.
Ammoniti: Vignoli per gioco falloso e Minoccheri per proteste
CS Campanella (Imola). La Rossoblù Imolese era obbligata a vincere nel derby contro il Sassoleone per coltivare i sogni di gloria, ovvero di promozione diretta, e la vittoria è arrivata, al termine di un match combattutissimo e palpitante fino all'ultimo secondo. Veniamo alle formazioni: Rossoblù in campo con Minoccheri a difendere la porta, Sarti, Vignoli, Costa e Gavanelli, mentre mister Iosca si affidava ad Andreotti fra i pali, Terenzi, Sandri, Quattrosoldi e Di Leo. L'inizio dell'incontro vede le due squadre molto guardinghe, nella classica fase iniziale di studio, tanto che bisogna aspettare otto minuti per annotare sul taccuino la prima occasione da gol, capitata sui piedi di Vignoli, ma da favorevole posizione non riesce a superare un attento Andreotti. Un minuto dopo ci prova Quattrosoldi a sbloccare il match direttamente su calcio di punizione, ma Minoccheri è bravo nell'opporsi al numero 11 in maglia verde. Il Sassoleone all'11' va vicino al vantaggio con una clamorosa doppia occasione: Bianconcini in coast-to-coast serve un assist al bacio per Cusmano "murato" da Minoccheri, sulla respinta corta dell'estremo difensore si avventa lo stesso Bianconcini in tap-in, ma da terra Minoccheri respinge in modo monstre. Il doppio pericolo scampato non riesce a scuotere più di tanto i padroni di casa, visibilmente contratti per la pesante posta in palio, e così è il Sassoleone a stappare il match al 14', quando Sandri ruba palla nella sua metà campo, e si invola in contropiede per servire un assist delizioso per Di Leo, che tutto solo sul secondo palo non deve fare altro che appoggiare in rete. Lo  schiaffo preso sveglia decisamente dal torpore i padroni di casa, che premono subito forte sull'acceleratore, presi per mano dal loro leader tecnico Tabanelli, che dopo appena un minuto dallo svantaggio serve un assist divino per Mirri, che tutto solo sul secondo palo deve solo spingere  la palla in rete. Lo stesso Mirri sarà protagonista nuovamente al 22' , quando su punizione batte l'inconpevole Andreotti con una bordata di sinistro sul secondo palo. Lo svantaggio manda in tilt gli ospiti, che dopo appena trenta secondi rischiano la terza capitolazione, ma Gavanelli, servito  magistralmente dal solito Tabanelli, spedisce incredibilmente fuori a porta vuota. La Rossoblù sembra controllare il match, tuttavia verso la scadere del primo tempo concede due limpide palle gol al Sassoleone. La prima al 29' quando Andreotti serve con un lancio lungo Di Leo lasciato incredibilmente libero, ma la sua conclusione in pallonetto finisce alta sulla traversa. Un minuto dopo, quasi allo scadere, nuova amnesia difensiva rossoblù, e Minoccheri si deve superare nell'opporsi alla conclusione a botta sicura di Terenzi. La seconda frazione vede un Sassoleone a dir poco arrembante: al 2' Terenzi va vicinissimo al pareggio, quando la sua conclusione da ottima posizione termina di poco a lato, ed al  6' ci prova Sandri con un tiro insidioso di punta, ma Minoccheri di piede respinge. All'8' la Rossoblù si rifà nuovamente viva in attacco, e lo fà con un gran tiro ad incrociare al volo di Mirri, ma Andreotti compie un vero e proprio miracolo. In vena evidentemente di prodigi, l'estremo difensore ospite compie una nuova strepitosa parata al 12' su Tabanelli, incredulo davanti ad un simile gesto tecnico.  Al 24' Minoccheri, in una sorta di duello a distanza con il collega,  salva a sua volta il risultato su una conclusione a distanza ravvicinata di Terenzi. Gli ospiti si sbilanciano sempre più alla ricerca del pareggio,e così la Rossoblù ha svariate opportunità di chiudere il match, ma prima al 25' Tabanelli manda fuori da ottima posizione, con Gavanelli che non ci arriva sul secondo palo per centimetri. Al 26' è Sarti a mangiarsi il gol che chiuderebbe i conti, ma da ottima posizione spreca mandando fuori, ma che non sia giornata per il capitano lo si capisce un minuto dopo quando centra il palo ad Andreotti battuto. Non succede più niente, e così la Rossoblù  con questa vittoria aumenta il proprio vantaggio sull'Erba a 5 punti, pregustando i festeggiamenti per la promozione diretta in C2, ma la vittoria in serata della formazione riolese per 6-0 sul Forlimpopoli rimanda tutti i discorsi di promozione all'ultima giornata. Prossimo turno che vedrà i ragazzi di mister Guidi impegnati a Forlimpopoli, mentre  l'Erba 14 farà visita a Imola al Serraglio. Con due punti di vantaggio sull'Erba 14, l'ultima giornata  la Rossoblù sarà promossa direttamente in C2 in questi casi:
-in caso di vittoria indipendentemente dal risultato dell'Erba 14;
-in caso di pareggio,  se l'Erba non vince, in caso contrario il regolamento prevede l'appendice dello spareggio;
-in caso di sconfitta,  se l'Erba non vince, in caso contrario Erba promossa in serie C2.
Dopo il palpitante e sofferto derby vinto contro il Sassoleone, ancora 60' logoranti, estenuanti e vietati ai deboli di cuorie per sancire chi sarà la regina della classe. Con la speranza che dopo la fantastica promozione della Ma Group, ancora una volta il cielo imolese si tinga di rosssoblù.

Giancarlo Mongardi
Ufficio Stampa Rossoblù Imolese 1990

Nessun commento: