sabato 14 maggio 2016

SERIE C1: Imolese Calcio 1919, stop nella finale playoff con la Young Line

Imola, 10 maggio 2016 - Si dice che non ci sia futuro senza sogni. Si dice che chi crede nei propri sogni sia disposto a correre dei rischi, pur di realizzarli. L'Imolese crede nei giovani e vede la luce della vetta. Poi scendono le tenebre e, invece che arrendersi, si ostina a perseguire il proprio obiettivo, scommettendo su se stessa. Da giovane diventa giovanissima, schierando una squadra con un'età media strabiliante per una C1: vent'anni. E i play-off, che sembravano una chimera, diventano una realtà. In semifinale batte il Fossolo 76, volando verso la finale. Una finale non qualunque: il derby, tutto imolese, contro le glorie del calcio a 5 locale, riunite nella Young Line. Gioventù, nella sua forma più energica e spavalda, contro l'esperienza di ex professionisti: la guerra dei due mondi, una prova di forza che, a dispetto del risultato, esalta il talento dei primi e conferma il valore dei secondi. I tiri-test da fuori area di Ricciardelli e Menghetti, nei primi minuti, rimangono la sola chance per abbattere le retrovie rossoblu. Se, infatti gli ospiti impiegano una decina di minuti per creare manovre offensive di largo respiro, sul piano difensivo brillano per compattezza, reattività nei rientri e puntualità nelle marcature. Le azioni offensive di Bandini, Zanoni e Maccaferri, vuoi parate da un bravo Aprili, vuoi rese imprecise dall'irruenza dei cerberi biancoblu, non portano all'esito sperato. L'intensità del gioco si fa via via più elevata, così come la fisicità degli scontri, a riprova della determinazione di entrambe le compagini. Se la velocità nei passaggi e l'estrema mobilità in campo sono i punti di forza dell'Imolese, che,dal 19', schiera contemporaneamente tre Juniores, la precisione, l'intesa e la padronanza del gioco sono le armi degli avversari. La ripresa diviene, se possibile, più animata: rossoblu agguerriti, biancoblu innervositi dall'ubiquità difensiva dei 'ragazzini', spalleggiati dal portiere Rensi. La direzione del gioco viene invertita di continuo, ma nessuno dei tentativi, da ambo le parti, sblocca il risultato. E' solo all' 11' che Longari, in uno dei rari tiri dall'interno dell'area, di rasoterra insacca. La rete dell'ex rossoblu non mina lo slancio dell'Imolese, che, anzi, spreca tutta la serie di occasioni create con e senza portiere di movimento. Maccaferri, inarrestabile per gli avversari, lascia che sia l'imprecisione a beffarlo: dopo una partita eccelsa, negli ultimi dieci minuti non approfitta, in area, di almeno tre situazioni perfette per il pareggio. Le reti di Menghetti al 29' e al 30', su tiri dalla distanza a porta vuota e difesa distratta, sono l'allungo ininfluente per un esito già definito. Se i biancoblu esultano, i rossoblu escono dal campo con la rabbia fiera di chi ha combattuto alla pari, onorando i colori della propria maglia, di chi, pur giovanissimo, ha giocato come un uomo, contro uomini. La Young Line dei veterani prosegue verso la fase nazionale, dopo una stagione in crescendo. L'Imolese, mattatrice indiscussa del campionato, chiude il suo secondo anno in C1 con una storica finale play-off, decisa da episodi e non da una manifesta, altrui, superiorità. La sconfitta, pur dolorosa, sembra poca cosa rispetto al successo ottenuto dopo un anno di lavoro: aver fatto crescere i propri ragazzi, così in fretta e così bene da farli competere, senza paura e con orgoglio, contro le prime squadre. E la baby-Imolese, fatta di pochi, eccezionali, giovani 'senior' e di tanti, straordinari, ragazzini, è il sogno rossoblu che continua. 

YOUNG LINE CALCIO A 5 – IMOLESE CALCIO 1919:  3 - 0
YOUNG LINE: Impagnatiello, Trerè, Frau, Menghetti, Longari, Liverani, Ricciardelli, Lippolis, Palladino, Nappi, Neri, Aprili. All. Ferri.
IMOLESE: Angelotti, Spadoni, Salvini, Zaniboni, Zanoni, Maccaferri, Rensi, Malafronte, Ferrara, Bandini, Paolini, Paciaroni. All. Carobbi.
ARBITRI: LORETI di Imola e RESTA di Finale Emilia.
RETI: S.t. 11' Longari (Y), 29' e 30' Menghetti (Y).
AMMONITI: Maccaferri, Trerè,  Longari, Paolini.
ESPULSI: -

Stefania Avoni
Ufficio Stampa Imolese Calcio 1919 

Nessun commento: