domenica 3 aprile 2016

SERIE A2: Ma Group, altra vittoria ma vince anche Came Dosson

Resterà scolpita a lungo nella storia del futsal di Imola la stagione 2015/2016 della neopromossa Ma Group che sfiora la promozione diretta in serie A (54 punti: 17 vittorie, 3 pareggi e 2 sconfitte, 97 reti realizzate, 54 quelle subite, miglior retroguardia dell’intera serie A2). Nella massima serie sale il Came Dosson per l’ormai arcinoto punto di vantaggio, romagnoli al secondo posto assoluto nella graduatoria del girone A proseguono il viaggio per il paradiso attraverso i play off. Partita vietata ai deboli di cuore quella della palestra Cavina tra i rossoblù ed il Real Arzignano, in ballo ci sono la leadership del raggruppamento e l’ultima posizione per la griglia da seconda fase. Padroni di casa in maglia rossoblù e schierati in campo con Juninho, Vignoli, Lopez Escobar, Borges, Castagna. Revert Cortés precauzionalmente in panchina. Gli ospiti in completo bianco-giallo-azzurro rispondono con Urbani, Tres, Brancher, Salamone, Amoroso. Imola parte forte e dopo venti secondi Borges conclude a lato di poco da buona posizione. Il match potrebbe cambiare direzione già al terzo minuto: Tres ferma il pallone con la mano in area, espulsione diretta e rigore per la Ma Group, Vignoli colpisce in pieno la traversa. Nemmeno i due minuti di superiorità numerica fruttano il vantaggio romagnolo, ci prova Lopez Escobar ma la mira è difettosa di qualche centimetro. Belle iniziative di Castagna e Borges, bravo il portiere vicentino Urbani sul tiro da posizione angolata dell’ex Lecco, il brasiliano in velocità calcia fuori. La risposta dell’Arzignano è nei piedi di Yabre, Juninho da applausi devia in angolo. Ancora decisivo l’estremo difensore verdeoro di casa sul missile centrale del portoghese Major. Sfida apertissima con ribaltamenti di fronte continui, ad un giro di lancette e mezzo dal termine Lopez Escobar sradica un pallone sulla mediana ed illumina Castagna che cicca il tap-in vincente. A nove secondi dal riposo, il sesto fallo dell’Arzignano manda al tiro libero Vignoli, Urbani si butta a destra e manda in angolo (0-0). Vicentini letali in avvio di ripresa, Salamone sguscia via con qualità sull’out di destra e serve lo smarcatissimo Amoroso che la mette nell’angolino (0-1). Portiere di movimento per la squadra di Pedrini che accarezza il meritato pareggio con un tiro dalla distanza di capitan Vignoli, solo palo esterno. Urbani prodigioso su Vignoli poi, all’ottavo, Juninho in movimento innesca Barbieri all’altezza del corner di sinistra, assist per Borges (28 reti) in piena area e conto riaperto (1-1). Il portiere veneto abbassa la saracinesca e compie un autentico miracolo sulla splendida spaccata di Lopez Escobar, la Ma Group pigia sull’acceleratore. Le notizie che arrivano da Dosson parlano di una Came avanti di due reti, sulle rive del Santerno non si fanno calcoli. Al quarto d’ora il Real Arzignano torna avanti, un rimpallo perso a centrocampo apre un’autostrada al tandem Yabre-Amoroso, il capocannoniere del girone fredda Juninho (1-2). Minuto diciassette: splendida discesa imolese in velocità con Castagna che vede il “gemello” Lopez Escobar, l’ex Barça sforna un colpo da biliardo nella retina laterale (2-2). Saltano i nervi ad Amoroso che busca la seconda ammonizione e saluta la compagnia. L’idea di un Real Arzignano depotenziato, al primo turno play off, dalle certe squalifiche della coppia Tres-Amoroso non appartiene al dna dello sportivissimo sodalizio locale. A nove secondi dal fischio finale il colpo di grazia della Ma Group, Lopez Escobar deposita nella sguarnita porta veneta. Applausi scroscianti da parte del pubblico della Cavina, gli uomini di Pedrini entrano a pieno titolo nella “Hall of Fame” del calcio a 5 cittadino. Testa e cuore proiettati al primo atto della lotteria con in palio un pass promozione, gara unica in programma sulle rive del Santerno sabato 16 aprile (ore 15.30, ingresso gratuito) contro il Pesarofano.

Vanni Pedrini (Allenatore Ma Group): “Cinquantaquattro punti, se me lo avessero detto quest’estate mi sarei fatto una grassa risata. Abbiamo mancato la promozione diretta per un solo punto ma l’impresa compiuta da questi ragazzi nella regular season è un patrimonio che appartiene alla storia sportiva di questa città. Abbiamo due settimane piene per prepararci ai play off, parzialmente eravamo già nell’ottica, la Came non sbaglia gli appuntamenti che contano. Rientrerà a pieno regime Revert Cortès, oggi anche Vignoli ha stretto i denti per una forte botta alla caviglia. La vittoria in rimonta con il Real Arzignano incarna l’essenza di un gruppo nel quale ogni singolo componente ha la propria valenza per la concretizzazione del progetto. Zero calcoli, giochiamo per il piacere di divertirci e divertire i nostri tifosi. Il Pesarofano? Basta leggere la rosa in dotazione ai marchigiani per capire l’entità qualitativa dell’avversario, Imola però non ha paura di nessuno, lo abbiamo ampiamente dimostrato. Nel sogno serie A ci crediamo tutti, la palestra Cavina gremita in ogni ordine di posti è, però, la fotografia più bella”.

Ma Group: Carpino, Scala, Barbieri, Conti, Lopez Escobar, Gjyshja, Revert Cortés, Borges, Castagna, Vignoli, Pietrobom, Juninho. Allenatore: Pedrini
Real Arzignano: Marzotto, Tres, Houenou, Major, Brancher, Rosa, Salamone, Yuste, Amoroso, Lucas, Yabre, Urbani. Allenatore: Stefani
Arbitri: Vecchione (Terni) – Vannucchi (Prato)
Cronometrista: Sodano (Bologna)
Marcatori: fine primo tempo 0-0; 59”st Amoroso (AR), 8’28”st Borges (Ma), 15’23”st Amoroso (AR), 17’24”st Lopez Escobar (Ma), 19’51”st Lopez Escobar (Ma), fine partita 3-2.
Ammoniti: Pietrobom (Ma), Salamone (AR), Borges (Ma), Yuste (AR), Juninho (Ma).
Espulsi: Tres (AR), Amoroso (AR, doppia ammonizione), Scala (Ma).

Mattia Grandi
Ufficio Stampa MA Group Imola Calcio a 5 2015/2016

Nessun commento: