giovedì 17 marzo 2016

SERIE A2: Ma Group, sabato c'è il fanalino Carrè Chiuppano

Ristabiliti gli equilibri di calendario con il vittorioso recupero infrasettimanale ad Aosta (2-6), la Ma Group affronta il rettilineo conclusivo di regular season in scia della capolista Came Dosson. Un punto di distacco dal sodalizio veneto, giustiziere di Coppa Italia, a tre giornate dalla prima bandiera a scacchi stagionale. Un destino, in chiave promozione diretta, forzatamente dipendente dalle notizie provenienti dalla Marca che i rossoblù analizzeranno soltanto in caso di en plein di risultati. Si parte sabato 19 marzo (anticipo ore 15.30, ingresso gratuito) alla palestra Cavina di Imola per il quasi testa-coda contro il Carrè Chiuppano. Fanalino di coda del girone A, la neopromossa vicentina (14 punti, 1 lunghezza di penalizzazione, 3 vittorie, 6 pareggi e 10 sconfitte) è guidata dal player manager Gulizia, dirottato in panchina ad inizio tornata di ritorno al posto dell’esonerato Gera. Sei i punti raccolti dal timoniere argentino (7 goal) che, per lo sbarco in Romagna, perde lo squalificato bomber Pedrinho (23 reti). Defezione letale considerando che il singolo apporto offensivo del giocatore brasiliano equivale al collettivo sforzo sotto rete del terzetto Iglesias (9) – Buonanno (8) – Adami (6). Spiccano nel roster anche il portiere bosniaco Josic, lo spagnolo Pereira ed i sudamericani Lucca – Rafinha. Le statistiche globali biancoazzurre pendono leggermente in favore degli impegni esterni (2 vittorie e 2 pari) ed il divario dalla zona play out è, attualmente, di tre punti. La sfida casalinga completa l’autentico tour de force degli imolesi chiamati al terzo impegno ufficiale in una settimana.  

Vanni Pedrini (Allenatore Ma Group): “Il Carrè Chiuppano per organizzazione, qualità tecniche e lunghezza della rosa non merita di certo l’ultimo posto in classifica. I numerosi pareggi della squadra di Gulizia (6 totali, compagine con più segni X del girone, ndr) non aiutano le gerarchie di graduatoria ma sanciscono la tenacia del collettivo. Rispetto all’andata, il Carrè conta sull’apporto di Rafinha, ottima individualità già ammirata ad Imola durante la militanza nelle fila del Prato. Massimo rispetto dell’avversario e nessun calo di tensione, riverseremo sul rettangolo di gioco tutte le nostre energie”.

Mattia Grandi
Ufficio Stampa MA Group Imola Calcio a 5 2015/2016

Nessun commento: