lunedì 14 marzo 2016

SERIE A2: Coppa Italia, Ma Group sconfitta dal Came Dosson

Non c’è due senza tre. La Came Dosson beffa ancora una volta di misura, in questa stagione, la Ma Group e si aggiudica la Coppa Italia di serie A2 al PalaFiera di Pesaro. Esce a testa alta e con la medaglia d’argento la squadra del presidente Gubellini, solo un anno fa in serie cadetta, brucia lo stop ad un passo dal sogno ma il piccolo miracolo romagnolo è sotto la lente d’ingrandimento del pubblico e degli addetti ai lavori. Imola indossa l’identica tenuta bianca della semifinale e schiera Juninho tra i pali, Vignoli direttore d’orchestra, Borges, Revert Cortés, Castagna in movimento. Veneti di Mister Rocha in completo grigio sul parquet con Vascello, Belsito, Bordignon, Vavà, Siviero. Dopo quattro minuti di studio, la prima ghiotta occasione del match è tra i piedi del Came che con un pericoloso contropiede tre contro uno si presenta al cospetto di super Juninho: il brasiliano si salva di piede sulla conclusione ravvicinata di Quinellato. Replica romagnola sul ribaltamento di fronte successivo, fendente di Borges a lato di poco. Sviercoski sugli sviluppi di un calcio di punizione testa i riflessi di Juninho che devia in angolo, Vignoli spara dalla distanza non lontano dal montante di destra della porta di Vascello. Qualche istante prima della metà di tempo matura il vantaggio trevigiano: destro da fuori area di Belsito e deviazione accidentale sottomisura di Lopez Escobar ad ingannare la presa bassa di Juninho (0-1). La Ma Group mette la palla al centro e riordina le idee, ci provano Revert Cortés e Castagna da posizione defilata, nulla di fatto. Imolesi vicinissimi al pareggio al quarto d’ora; punizione proiettile dello specialista Revert Cortés, leggera deviazione della barriera ed il pallone incoccia sulla faccia esterna del palo. Tanto possesso palla per i rossoblù ma il Came spaventa con due veloci ripartenze di Quinellato, dall’ennesima imprecisione sulla mediana da parte della neopromossa Bordignon costringe Juninho agli straordinari. L’eterna sfida stagionale tra Ma Group e Came Dosson va all’intervallo con il vano tentativo di portiere di movimento da parte del collettivo di Pedrini (0-1). La ripresa parte subito con l’acceleratore pigiato a tavoletta da ambo le parti: le soluzioni da fuori area di Revert Cortès e Sviercoski trovano attenti i rispettivi antagonisti con guanti. Al terzo minuto un gioiello di tacco di Lopez Escobar libera al tiro ravvicinato Castagna, il numero nove spara sul petto di Vascello. Ancora Ma Group un giro e mezzo di lancette dopo, Lopez Escobar si libera bene e conclude sul primo palo, Vascello devia in angolo. Bordignon non crea pensieri a Juninho con un debole rasoterra dalla distanza, Barbieri spinge forte sulla corsia di destra ed alza il baricentro imolese. Al settimo il Came Dosson resta in inferiorità numerica, follia di Crescenzo già ammonito che sgambetta Revert Cortés e finisce sotto alla doccia. Imola non sfrutta a dovere l’uomo in più, a lato di un soffio le botte da lontano di Revert Cortés e Vignoli. Came Dosson vicino al raddoppio in contropiede, Siviero divora clamorosamente l’appoggio in fondo al sacco. La difesa veneta è un fortino, quando si individua il pertugio giusto ci pensa Vascello di piede. Ultimi minuti con Juninho quinto uomo offensivo per la Ma Group, bella incursione centrale di Borges che sfiora il palo. Non basta, sembra un maleficio, la Coppa finisce in Veneto. Revert Cortés eletto miglior giocatore della blasonata manifestazione rossiniana.

Vanni Pedrini (Allenatore Ma Group): “Abbiamo messo in campo anche l’anima, non ho nulla da rimproverare a questi ragazzi, una sconfitta figlia di un’autorete. Molte occasioni nella ripresa, peccato non averle sfruttate fino in fondo soprattutto nel momento della superiorità numerica. Grande squadra questo Came, nostra bestia nera stagionale, chissà, magari ci rifaremo con gli interessi nel volatone campionato. Medaglia d’argento dedicata ai miei ragazzi, alla dirigenza ed ai collaboratori, le favole nascono soltanto grazie ad un gruppo di persone straordinarie”.

Ma Group: Carpino, Scala, Barbieri, Conti, Lopez Escobar, Gjyshja, Revert Cortés, Borges, Castagna, Vignoli, Pietrobom, Juninho. Allenatore: Pedrini
Came Dosson: Vascello, Belsito, Bordignon, Vavà, Siviero, Quinellato, Bellomo, Crescenzo, Sviercoski, Rosso, El Hamoudi, Donnarumma. Allenatore: Rocha
Arbitri: Bensi (Grosseto) – Sessa (Foggia) – Vecchione (Terni)
Cronometrista: Sabatini (Bologna)
Marcatori: 9’54” pt Belsito (CD)
Ammoniti: Crescenzo (CD), Bellomo (CD).
Espulsi: Crescenzo (CD, doppia ammonizione).

Mattia Grandi
Ufficio Stampa MA Group Imola Calcio a 5 2015/2016

Nessun commento: