lunedì 15 febbraio 2016

SERIE C1: Imolese Calcio 1919, ritorno alla vittoria

Imola, 13 febbraio 2016 - E' quasi dolce il risveglio, dopo un incubo durato due settimane e costato non solo il morale, ma i sei punti che lanciavano l'Imolese, forse prematuramente, nell'empireo della C1. Gli dei cadono, gli uomini si rialzano. E i rossoblu, perduti solo per i detrattori, tornano a vincere e a credere. Lo fanno in casa, contro quel Ravenna battuto nell'emozionante finale di Coppa e ritrovato in campionato nel momento di minor fulgore. Privo degli squalificati Scozzatti e Maccaferri, mister Carobbi usa la carta 'giovani', schierandone contemporaneamente due, fra Bandini, Malafronte e Paolini. E' quest'ultimo, diamante grezzo del vivaio imolese, a risplendere di luce propria nella partita di rilancio dell'Imolese. Paolini rompe gli indugi al 4': in piena autonomia, scatta sulla fascia, rientra e scaglia un diagonale che finisce sul secondo palo. Un istante dopo il Ravenna colpisce il palo: inizia così la fase offensiva del Ravenna, che prende in mano il gioco. L'Imolese si contrae in difesa, poggiando il proprio baricentro su un Righini in forma eccellente. La tattica di avanzamento degli ospiti, che non offre punti di riferimento per gli avversari, sposta la pressione dei locali nella propria metà campo, con possibilità di ripartenza ridotta quasi allo zero. E' solo al 18' che si registra un ritorno, non convinto, dei rossoblu in attacco: le iniziative dei singoli, quali Zanoni e Giagnorio, si esauriscono per assenza di rinforzi dalle retrovie. L'Imolese, ancora dolente per le recenti sferzate ricevute, ritrova sicurezza e leggerezza solo nella ripresa. Il quintetto iniziale, con capitan Zanoni, Valvieri e gli under Bandini e Paolini, si rivela la soluzione giusta per abbandonare la prudenza del primo tempo e ridare slancio offensivo alla squadra. Il primo brivido è del Ravenna, che ancora colpisce palo, per poi doversi destreggiare fra l'attacco e una difesa che comincia a vacillare. Al 10' è un'ingenuità del capitano a propiziare il raddoppio dell'Imolese: Gatti sbaglia il disimpegno al portiere, Valvieri in agguato anticipa la palla e insacca a tradimento ad un soffio dalla linea di porta. Gli ospiti accusano il crescendo dei locali, che riescono a reggere anche di fronte alla severa espulsione di Valvieri al 15'. Non fa altrettanto il Ravenna, che, rimasto in inferiorità numerica al 20' per il cartellino rosso inflitto a Palombi, subisce la terza rete. Spetta ad un rinato Tasca firmare il goal del 23': Paolini serve Zanoni, che dalla fascia sinistra offre un passaggio filtrante a Tasca che, in velocità, calibra alla perfezione il diagonale sul secondo palo. Il senior Tasca e il giovanissimo Paolini tentano ancora, insieme, di allungare ulteriormente, offrendo prova di una ritrovata sinergia. Il portiere di movimento adottato dal Ravenna al 28' non modifica lo status quo: l'aggressività offensiva del primo tempo si spegne definitivamente di fronte ad un'Imolese rinvigorita nelle gambe e nello spirito. Gli ospiti sono costretti a cedere passo e punti ad avversari motivati ben oltre la semplice partita. I rossoblu combattono e vincono la loro battaglia più importante: contro se stessi e le loro paure. Mai dimenticare che vincere è una scelta; oneri e onori sono la conseguenza da sopportare.

IMOLESE CALCIO 1919 – FUTSAL RAVENNA:  3 – 0
IMOLESE: Rensi, Valvieri, Marcattili, Tasca, Gelimeri, Dari, Giagnorio, Zanoni, Righini, Malafronte, Bandini, Paolini. All. Carobbi.
RAVENNA: Gatti, Cedrini, Patruno, Migliori, Varietà, Kertusha, Palombi, Kryzhanivskyy, Lucchese A., Malecore, Lucchese I.. All. Rumore.
ARBITRI: RICCI di Ravenna e DI GIOVANNI di Bologna.
RETI: P.t. 4' Paolini (I); S.t. 10' Valvieri (I), 23' Tasca (I).
AMMONITI: Gelimeri, Malecore, Migliori, Varietà, Malafronte. 
ESPULSI: Valvieri, Palombi.
 
Prossimo turno – CAMPIONATO (20/02 a Rimini, ore 15.00): CALCIO A CINQUE RIMINI – IMOLESE CALCIO 1919 

Stefania Avoni
Ufficio Stampa Imolese Calcio 1919

Nessun commento: