giovedì 4 febbraio 2016

SERIE C1: Imolese Calcio 1919 fuori dalla Coppa Italia

Macerata, 3 febbraio 2016 – Anche le favole più belle conoscono la parola 'fine'. L'Imolese esce dal torneo che l'ha incoronata regina dell'Emilia Romagna, senza rimpianti e con una grande certezza. Alle spalle della prima squadra, capace di alzare al cielo il trofeo con un percorso immacolato, crescono le giovani promesse della Juniores. Spetta a questi ultimi portare le insegne dell'Imolese nella fase nazionale e concludere con onore il percorso più arduo per loro. L'avversario è il Cus Macerata, sul podio del campionato marchigiano. Nell'andata i giovanissimi sfiorano il pareggio con una prestazione altisonante, concedendo agli ospiti un solo goal. Gli audaci rossoblu tentano l'exploit nel ritorno, andando a segno, dopo soli due minuti, con Paolini: scatto sulla fascia, tiro diagonale che tocca il palo ed entra in rete. L'Imolese corre, rispondendo colpo su colpo ad un Macerata padrone del campo, ma non, ancora, del gioco. E intanto i rossoblu sognano, mentre Paciaroni vola per difendere il fortino. Nel campo minuscolo, la palla, mai ferma, passa di piede in piede, di squadra in un squadra, come in un flipper scatenato. Ma i senior del Macerata non possono perdere, non possono permettere che giovani baldanzosi ed inesperti violino il proprio campo. Al 15' Carpineti, su assist del compagno, insacca centralmente; al 16' Venturini raddoppia in scivolata. I marchigiani ripristinano gli equilibri violati, pur faticando contro un'Imolese motivata a distinguersi. I rossoblu contrastano le collaudate manovre avversarie, limitando, però, le ripartenze in fase offensiva. Il ritmo forsennato non accenna a diminuire, mentre i locali, al 29', allungano ulteriormente: Marangoni in velocità direziona nell'angolo della traversa. Se il primo tempo conferma il valore assoluto della Juniores rossoblu, la ripresa ha il sapore amaro delle sfide impossibili. Al 4' Galeazzo vince, nell'uno contro uno, Paciaroni; al 7' è Bacaloni, da distanza ravvicinata, ad affondare il colpo. Il portiere rossoblu, stremato dalle tante e provvidenziali parate effettuate, lascia il posto a Bettini. L'Imolese è sopraffatta: i goal subiti nella ripresa sono schiaffi al morale dei giocatori, che rinunciano a reagire. La difesa si scopre e l'attacco langue, mentre il Macerata scorrazza libero per il suo campo, concretizzando giocate pulite e 'facili'. Al 9' Carpineti conclude con un rasoterra dalla distanza; al 12' e al 13', prima su punizione, poi da distanza ravvicinata, Bacaloni realizza la sua tripletta. Malafronte, il migliore in campo dei suoi, è solo a puntellare la difesa e ad arrabattarsi per non sparire dall'attacco. A metà ripresa, con l'ingresso di Paolini e alcuni cambi, l'Imolese ritrova lentamente fiducia in se stessa, mentre il Macerata, dopo il nono goal di Galeazzo del 21', abbassa la guardia. Al 17' Malafronte colpisce palo, mentre poco dopo Spadoni sbaglia il rigore. E' Zaniboni, al 23', a ritrovare la rete, con un diagonale su assist di Spadoni. Due minuti dopo è Paolini, con un tiro piazzato, a superare Martone. La partita finisce con un risultato che lascia poco adito a dubbi: il Macerata afferma nettamente la sua superiorità. L'Imolese non s'inchina, se non per pochi minuti, in cui paga il fio dell'inesperienza e dell'ingenuità, contro una squadra di 'adulti' calcisticamente. Il campo inusitato per dimensioni non agevola gli ospiti che, abituati alle praterie dei campi imolesi, devono dimenticare le manovre di ampio respiro che ne avevano esaltano l'atleticità all'andata. Termina così il percorso in Coppa nella fase nazionale: le battaglie più difficili forgiano gli animi e temprano il carattere dei veri giocatori. Sarà il tempo, a dispetto dei singoli risultati, a decretarne il successo.

CUS MACERATA – IMOLESE CALCIO 1919:  9 – 3 
CUS MACERATA: Traini, Rossetti, Taborro, Naranjo, Venturini, Carpineti, Marangoni, Galeazzo, Bacaloni, Di Gregorio, Bonfigli, Martone. All. Menichelli.
IMOLESE: Bettini, Cocuzzo, Marcattili, Spadoni, Malafronte, Magnani, Ferrara, Salvini, Zaniboni, Paolini, Alpi, Paciaroni. All. Carobbi.
ARBITRI: MASSICCI di San Benedetto del Tronto e TOMASSETTI di Ascoli Piceno.
RETI: P.t. 2' Paolini (I), 15' Carpineti (M), 16' Venturini (M), 29' Marangoni (M); S.t. 4' e 21' Galeazzo (M), 7', 12' e 13' Bacaloni (M), 9' Carpineti (M), 23' Zaniboni (I), 25' Paolini (I).
AMMONITI: Zaniboni, Ferrara.
ESPULSI: -

Prossimo turno – CAMPIONATO (06/02 a Mordano, ore 14.30): YOUNG LINE CALCIO A 5 – IMOLESE CALCIO 1919

Stefania Avoni
Ufficio Stampa Imolese Calcio 1919

Nessun commento: