domenica 14 novembre 2021

BACCANALE: martedì la premiazione del Garganello d'Oro

All’interno del Baccanale 2021 un momento di particolare intensità sarà certamente la Premiazione del Garganello d’oro, in programma martedì 16 novembre alle ore 18 al Teatro comunale “E. Stignani”. Il premio sarà conferito nel 2021 dal Sindaco di Imola, Marco Panieri alla Fondazione Banco Alimentare Emilia-Romagna, alla presenza dell’Assessore Turismo e Commercio Regione Emilia-Romagna, Andrea Corsini.

Il Premio “Garganello d’oro” viene assegnato, a partire dal 2003, durante la rassegna gastronomica e culturale “Baccanale” che si svolge ad Imola nel mese di novembre, a studiosi, chef, istituzioni che si sono in vario modo distinti nella promozione della cultura del cibo.

“Il conferimento del premio ‘Garganello d’Oro’, per la promozione della cultura del cibo, alla Fondazione Banco Alimentare Emilia-Romagna è un riconoscimento dovuto ad una realtà che da trent’anni è un punto di riferimento insostituibile per quanto riguarda la solidarietà in campo alimentare, che concorre sempre più anche a costruire una vera sostenibilità ambientale. Un premio tanto più significativo oggi, alla luce di oltre un anno e mezzo di pandemia, che ha visto la Fondazione Banco


Alimentare Emilia-Romagna protagonista fondamentale, al fianco di altre realtà del territorio, nella distribuzione di alimenti alle persone in difficoltà” spiega il sindaco Marco Panieri.

Da parte sua, Stefano Dalmonte, presidente Fondazione Banco Alimentare Emilia Romagna dichiara: “è con grande gioia che abbiamo ricevuto la notizia del conferimento di questo prestigioso premio del Comune di Imola: il premio per la promozione della cultura del cibo. In particolare in questi ultimi 20 mesi, ha significato un grande lavoro al nostro interno, con le istituzioni e con le organizzazioni caritative e solidaristiche convenzionate. Il risultato è stato una distribuzione di alimenti arrivata ai massimi livelli della nostra trentennale storia a favore delle persone in difficoltà. Per questo motivo condividiamo ben volentieri con tutti i soggetti citati il riconoscimento della nostra Amministrazione Comunale”.

Posti limitati, con prenotazione obbligatoria:

App ioPrenoto/Eventi oppure attivita.culturali@comune.imola.bo.it

……………………………………………………………………………………………………..

Scheda Fondazione Banco Alimentare Onlus

Chi Siamo

Il Banco Alimentare ha origine in Italia per iniziativa del Cav. Danilo Fossati e di Mons. Luigi Giussani, i quali, dopo aver conosciuto questa esperienza a Barcellona desiderano proporla anche nel nostro Paese. Il primo nucleo di volontari dà così vita, nel novembre del 1989 alla Fondazione Banco Alimentare Onlus, con sede a Milano. La Fondazione Banco Alimentare Emilia Romagna Onlus nasce nel 1991 e fa parte della Rete Banco Alimentare, costituita da 21 organizzazioni distribuite sul territorio nazionale.

Lo scopo

Scopo della Fondazione Banco Alimentare Emilia Romagna Onlus è "la raccolta delle eccedenze di produzione, agricole e dell'industria, specialmente alimentare e la redistribuzione delle stesse ad Enti caritativi che si occupano di assistenza e di aiuto ai poveri ed agli emarginati" (dall'art. 2 dello Statuto).

La Fondazione è il tramite attraverso cui eccedenze della filiera agro-alimentare diventano ricchezza per le Strutture Caritative (quali Caritas, Empori solidali, Mense per i poveri e tante altre organizzazioni) le quali, con impegno e dedizione, accolgono quotidianamente i più poveri tra noi.

I Numeri

Le strutture caritative attualmente convenzionate sono circa 750 e le persone bisognose raggiunte 125.000. Nel 2020 il Banco in Emilia Romagna ha distribuito 8.778 tonnellate di alimenti, pari a circa 17,5 milioni di pasti*.

Giornata Nazionale della Colletta Alimentare

L’edizione 2021, la 25a, si terrà sabato 27 novembre. L’iniziativa vede annualmente coinvolti, nella nostra Regione, 19.000 volontari nella raccolta di 850 tonnellate di prodotti in oltre 1.100 punti vendita. Questo evento non costituisce l’attività ordinaria della Fondazione, ma nel tempo si è rivelato uno strumento importante per recuperare i prodotti che difficilmente ci giungono durante l’anno e per sensibilizzare il grande pubblico sui temi dello spreco e della povertà, coinvolgendolo in un’azione concreta di gratuità.

Dove ci puoi trovare

Uffici: Via San Pier Grisologo 41– 40026 Imola (BO) Tel. 0542.29805 Fax 0542.32180

Magazzini: Via Zello,1/F – Imola (BO) Tel. 0542.609542 Fax 0542.615140

Via Berna, 4 – Fontevivo (PR) Tel.366.7217112 Fax 0521.1852780

e-mail: info@emiliaromagna.bancoalimentare.it

* calcolati in base alla stima adottata dalla European Food Banks Federation (1 pasto = mix di 500 gr di alimenti)

……………………………………………………………………………………………………

Garganello d’oro: l’albo

Ecco a chi è stato assegnato il Garganello d’oro dal 2003 ad oggi

2020 Fondazione Casa Artusi di Forlimpopoli - per il grande impegno di Casa Artusi nella salvaguardia e valorizzazione dell’opera di Pellegrino Artusi e nella promozione della cucina domestica del nostro paese in Italia e nel mondo.
2019 Rosanna Marziale – chef del ristorante Le Colonne, tra le donne più in vista del panorama culinario italiano

2018 Patrizio Roversi – conduttore televisivo e scrittore, divulgatore dei prodotti enogastronomici del nostro Paese

2017 Anna Kauber – regista e architetto paesaggista, studiosa dei rapporti tra ambiente, società e cibo

2016 Libera Terra – associazione che sostiene il recupero sociale e produttivo dei territori liberati dalle mafie

2015 Massimo Bottura – fondatore dell'Osteria francescana di Modena, tra i miglior chef del mondo

2014 Andrea Segré – professore universitario, presidente di "Last minute market", iniziativa sociale di lotta agli sprechi alimentari e invito alla sostenibilità

2013 Michael White – chef newyorkese, ha esportato la cucina italiana e mediterranea negli Stati Uniti

2012 Lorenzo Vacchi – giovane musicista emergente, ha saputo unire musica e cibo in maniera innovativa

2011 Licia Granello – food editor, giornalista di Repubblica, scrittrice ed esperta di cultura alimentare e gastronomica

2010 Clara Sereni – scrittrice e giornalista, ha fatto del valore socioculturale del cibo uno dei temi principali della sua narrazione

2009 Vito – attore e comico, ha saputo coniugare l’attività attoriale con la cultura gastronomica

2008 Massimo Montanari – docente universitario, tra i massimi esperti mondiali in Storia dell'alimentazione

2007 Gianluigi Morini – fondatore del ristorante San Domenico di Imola

2006 Eugenio Del Toma – medico specialista in Scienze dell'alimentazione, nell’attività di divulgazione ha combinato alimentazione sana e cultura del cibo

2005 Gianni Mura – giornalista e scrittore, cultore di enogastronomia

2004 Carlin Petrini – fondatore dell’associazione Slow Food

2003 Gualtiero Marchesi – chef di fama internazionale, fondatore della "Nuova cucina italiana"

Imola, 14 novembre 2021                    CAPO UFFICIO STAMPA (Dott. Vinicio Dall’Ara)

Nessun commento: