martedì 12 ottobre 2021

SPORT, Basket: Intech Virtus Imola, esordio col botto

Mise Diminic e Jacopo Aglio (foto Virtus Imola)
Serie C Gold

1^ giornata andata

INTECH VIRTUS IMOLA-SG FORTITUDO BOLOGNA 83-52

(parziali:22-10 / 42-21 / 64-35)

Intech: Nucci 14, Aglio 15, Savino 2, Nanni ne, Carella 2, Ranocchi 7, Magagnoli 18, Seskus 10, Galassi 3, Diminic 12. All: Regazzi

Fortitudo:Balducci ne, Battilani 2, Cinti 10, Dordei 14, David, Pederzoli 7, Ranieri 8, Tapia 6, Selvatici ne, Pennacchia ne, Procaccio, Degli Esposti Castori 5. All: Mondini

Arbitri: Luca Zambelli e Alessandro Colinucci

E’ un esordio decisamente positivo quello della Intech nel campionato di serie C Gold 2021/2022: al PalaRuggi la SG Fortitudo viene schiacciata 83-52 con una prestazione assolutamente dominante di Aglio e compagni.

Mai effettivamente in partita i felsinei che devono difendersi dalla foga dei gialloneri che firmano 5 atleti in doppia cifra e il referto sporcato da parte di tutti gli effettivi scesi in campo. Da una parte la “rabbia” dei confermati dopo il finale ancora bruciante della scorsa stagione, dall’altra la forte motivazione e la voglia di mettersi in mostra dei nuovi acquisti: un mix vincente nelle mani di coach Marco Regazzi.

Da incorniciare il primo tempo di Diminic, dominante sotto le plance con 10 punti infilati all’intervallo (poi a riposo nell’ultimo quarto); la costanza di Francesco Magagnoli, certamente MVP del match, che ne segna 10 nella ripresa; l’istinto di Nucci che è decisivo dalla distanza con 4 triple realizzate, 3 nel primo tempo; la solidità di capitan Aglio che gestisce le forze, suddividendo il bottino tra tutti i quarti.

Per il resto, molto buona la doppia regia di Seskus-Galassi che si dividono spazio e responsabilità, con il lituano assolutamente già a suo agio nella transizione e nel rapporto coi compagni. Ranocchi segna due triple in un minuto nel terzo quarto e per il resto si fa notare soprattutto per la veemenza, senza troppe forzature al tiro. Buono anche l’impatto di Carella e Savino che si ritagliano un discreto spazio nella ripresa.

La Fortitudo resta sempre a debita distanza, con la Intech che scappa già nei primi minuti, raggiungendo il 22-10 al primo intervallo breve. Alla pausa lunga, invece, la Virtus doppia i bolognesi sul 42-21, con uno score che vede il rapporto di 7-1 nel computo delle triple realizzate con Galassi, Seskus, Nucci (3), Magagnoli (2) per i gialloneri e il solo Tapia per gli ospiti.

Al rientro in campo, i padroni di casa non alzano il piede dall’acceleratore ed allargano il vantaggio fino al massimo vantaggio di +36 sull’81-45, con i liberi di Magagnoli, a poco meno di 3 minuti dalla sirena finale. Ma il gap si attesta attorno al +30 negli ultimi 20’, con qualche picco: +32 al 24’ sul 59-27, con la doppia tripla di Ranocchi; +33 al 29’ sul 64-31 con la tripla di Seskus e +33 al 34’ sul 74-41, con la tripla di Aglio.

Esemplare prestazione anche dei tifosi imolesi che accompagnano i ragazzi in campo dal prepartita fino al giro di ovazione finale: la loro partecipazione ed il loro entusiasmo è certamente il sesto uomo in campo.

La cronaca

Coach Marco Regazzi sceglie come primo quintetto della stagione capitan Aglio, Diminic, Seskus, Ranocchi e Magagnoli. Dall’altra parte coach Mondini tenta le sue carte con Procaccio, Tapia, Pederzoli, Battilani e Degli Esposti Castori.

Dopo 3’ Imola avanti 6-2 con tre canestri filati di Aglio, mentre al 5’30” uno spettacolare alley-oop di Seskus per Diminic sigla il 12-4: per il gigante croato, è il terzo canestro consecutivo. Il ritmo è fin da subito frenetico, con entrambe le squadre che corrono senza risparmiarsi. Seskus segna al 7’ una tripla di tabella, fuori equilibrio (15-6) e su un contrasto dubbio. Subito dopo Regazzi manda in campo Galassi, Carella e Nucci per Ranocchi, Aglio e Magagnoli. Il trend non cambia, con la squadra di casa sempre pienamente in controllo: la Fortitudo, anzi, comincia a dare i primi segnali di sfiducia, dopo tanti errori al tiro e qualche disattenzione di troppo. Seskus ne approfitta rubando palla nell’area avversaria su una ripartenza ospite ed appoggia facilmente il 20-6. Diminic segna e lascia il campo per Savino accolto dagli applausi dei tifosi. Il quarto si chiude sul 22-10.

In campo, nel 2° quarto Galassi, Seskus, Nucci, Savino e Carella. La pausa breve non porta conforto alla F scudata che subisce, in apertura, la tripla di Galassi (25-10), ma trova una piccola reazione con la tripla di Tapia e il cesto di Cinti) che procura il -10 (25-15 al 2’). Ma in campo c’è un Alessandro Nucci che ha voglia di far tornare ad esultare i suoi vecchi tifosi: la sua tripla è spettacolare ed il boato, pure (28-15). Dopo 3’ Regazzi manda in campo Seskus (uscito dopo poche azioni nel quarto) e Magagnoli per Ranocchi e Nucci. All’8’ Mise Diminic dapprima realizza il suo 10° punto personale, quindi stoppa perentoriamente Cinti. Magagnoli realizza dall’arco (36-19 a 1’30” dall’intervallo), quindi c’è ancora tempo per la tripla di Nucci ed il canestro comodo di Magagnoli: alla pausa ci si ferma sul 42-21, con la Intech che doppia gli avversari. Tra i bolognesi, da registrare il primo tempo di Cinti (8) e Pederzoli (4), in ombra il pericolo principale Dordei, fermo a 2 punti.

Al rientro in campo Imola presenta sul parquet Seskus, Ranocchi, Carella, Magagnoli e Diminic. Ci si aspetta una reazione dei ragazzi di coach Mondini, ma il campo premia la solidità giallonera: dopo la tripla di Degli Esposti Castori, Imola a segno con Magagnoli (6 punti nel frangente), che poi appoggia un assist per il contropiede di Seskus. Sul 51-25 al 3’45”, Bologna chiama timeout ed alla ripresa Cinti segna subito, ma nell’aria si respira il “Ranocchi show” che arriva puntuale con una doppia tripla “solo retina” nel giro di circa 40” per il 59-27 a 4’30” dall’ultimo intervallo breve. Il tempo si chiude, sostanzialmente, sulla tripla di Seskus che vale il +33 sul 64-31. Nel frattempo Dordei comincia a prendere le misure del canestro imolese. Al 30’ la Virtus comanda 64-35.

Per l’ultimo quarto Regazzi sceglie Galassi, Seskus, Nucci, Magagnoli e Carella. La tripla stellare di Nucci illumina la scena (69-39 al 2’) e la squadra di casa è brava, in questo frangente a non anticipare il “garbage time”, per non rischiare nulla. Il vantaggio, infatti, resta sempre attorno ai 30 punti su una Fortitudo che non trova rimedio ai tanti errori al tiro. Mentre il cronometro corre veloce, Capitan Aglio infila una tripla che vale il 74-41 al 4’, quindi Magagnoli spara gli ultimi colpi di serata (4 nel finale), mentre Mirko Carella corona una prestazione orgogliosa (e sfortunata in diversi casi sotto canestro) con i due liberi che firmano il massimo vantaggio sul +36 (81-45 a 3’ dalla sirena). C’è spazio per il primo squillo in campionato del giovane pivot Giancarlo Savino che sfrutta il varco in area per segnare l’83-50 a due giri di lancette dalla fine. Dordei chiude i conti con il 14esimo punto personale (8 nella ripresa) sull’83-52. Al suono della sirena, inizia la festa dei giocatori e dei tifosi.

1^ giornata andata

Intech Virtus Imola-SG Fortitudo Bologna 83-52

F.Francia-Baskers Forlimpopoli 83-76

Ferrara-Basket 2000 64-60

LG Castelnovo-Olimpia Castello 63-64

Fulgor Fidenza-Pol.Arena 79-72

Classifica:

Intech Virtus Imola, F.Francia, Ferrara, Olimpia Castello e Fulgor Fidenza 2, SG Fortitudo, Forlimpopoli, Basket 2000, LG Castelnovo e Pol. Arena 0.

Carlo Dall’Aglio - Responsabile Area Comunicazione Marketing Intech Virtus Imola

Nessun commento: